agenda

PREVIEW TORTONA, DESIGN WEEK 2016

Sullo sfondo del rinnovato skyline creativo e progettuale di zona Tortona, che si presta a diventare il primo co-net-work cittadino del design, dell’architettura e della cultura, Milano Space Makers annuncia il programma di eventi curato per l’edizione della Milano Design Week 2016. E, ancora una volta, i nomi più richiesti del design contemporaneo e le importanti collaborazioni internazionali confermano il ruolo strategico della zona nel mondo design.

Formafantasma, Naoto Fukasawa, il duo giapponese di YOY, Marcel Wanders, Naohiko Mitsui, Vasku&Klug: questi sono alcuni nomi dei designers, emergenti e star, che quest’anno Milano Space Makers ospiterà nel circuito espositivo che si snoda nell’epicentro di zona Tortona.TORTONA_MDW16_2

Merita una menzione speciale il progetto NEW!NOW!HERE! di Maarten Baas che, con la promessa di un’istallazione dove i confini del design verranno spinti fino al limite, promette di essere uno tra i più innovativi di tutta la Design Week.

Ci sarà anche spazio per il mondo dell’artigianato nell’Opificio 31. Con il progetto CNA The future of Italian heritage, sarà infatti allestito un percorso espositivo attraverso i diversi “mondi artigiani” e le principali materie utilizzate nella produzione tradizionale italiana.

Ma c’è di più: quest’anno parte anche la collaborazione con Archiproducts, che inaugurerà Archiproducts Milano durante il Fuorisalone negli spazi di Milano Space Makers e si manterrà attiva tutto l’anno con importanti novità.

agenda / lifestyle

LIVINGOOH

Un nuova e fresca realtà nel panorama del design e dell’e-commerce italiano, Livingooh esordisce nel Settembre 2014 e da allora non ha più smesso di crescere ritagliandosi un’importante fetta di mercato nel settore. Un lavoro reso possibile solo dalla qualità e dalla dedizione dei suoi fondatori e di tutte le persone che vi lavorano, per questo siamo orgogliosi di essere media partner del loro progetto Alice in Wonderland durante l’ormai imminente Milan Design Week 

Più di 1300 prodotti a catalogo in continuo aumento che fondano tutti sul comune denominatore della cultura progettuale più pura, dove il concetto di design è declinato in ogni sua forma.

livingooh_2

Durante la Design Week saranno presenti all’Opificio 31, cuore pulsante di Zona Tortona, con una progetto ispirato alla favola di Lewis Carrol Alice in Wonderland, un viaggio tra le varie stanze della storia alla scoperta del design; un’esperienza che si preannuncia già unica e d’impatto nel panorama delle realtà esposte. Ambienti al limite tra il fantastico e il reale come la storia ci racconta dove il protagonista rimane il progetto, tra il giardino, la stanza del cappellaio matto e molte altre che faranno da sfondo ad aziende italiane d’eccellenza che per l’occasione mostreranno le loro novità ed i loro prodotti.

Questo portale è stato selezionato dal Politecnico di Milano per far parte del POLIHUB, come startup emergente e d’eccellenza nel panorama italiano.

Questo allestimento ci catapulterà tra il virtuale (ogni prodotto avrà un QR code per scoprire ogni informazione), il fantastico della favola e il reale dei prodotti da toccare con mano.

Inaugurazione il 13 Aprile per poi iniziare con un calendario di eventi e appuntamenti ogni giorno, ricordiamo AVANGUARDIA o per restare in tema food un intervento della Dott.ssa Villarini ricercatrice e coordinatrice di importanti studi sull’alimentazione.

Potrete rimanere aggiornati su tutte le attività e gli eventi si sui canali di Livingooh sia sui nostri.

ARCHITECTURE / TRAVEL

LA CITTA’ DELLE CULTURE: DAVID CHIPPERFIELD

Una hall centrale di forma organica aliena e ben visibile, questo il cuore del nuovo progetto in realizzazione a Milano nell’area dell’ex-ansaldo in zona Tortona. Il progetto dell’archistar David Chipperfiled non passa inosservato anche se collocato all’interno del tessuto di edifici tipico milanese e non ha un vero e proprio affaccio sulla strada.

Un complesso di edifici industriali dismessi per un progetto che mescola pubblico e privato, un centro con una forma a fiore ed un contorno rigoroso e squadrato rivestito in zinco. Una connessione e inversione del concetto tra esterno e interno, un assemblaggio di volumi che ricorda le strutture industriali del complesso. Gli spazi interstiziali diventano parte di una sequenza formale di corti esterne e di passaggi che connettono la nuova e la vecchia architettura con il mondo interiore dei blocchi dell’’Ansaldo.

citta_culture_chipperfield_2

Il progetto ospiterà il Museo Archeologico di Milano, il Centro di Studi Avanzati per le Arti Visive , e il laboratorio di marionette di tradizione F.lli Colla. Accanto agli edifici esistenti, a formare il maggior intervento, sarà il nuovo Centro delle Culture Extraeuropee.

Un lavoro in stile con il rigore e l’arte dell’architetto inglese che regala alla città un progetto di certo da visitare e scoprire nei dettagli.

citta_culture_chipperfield_3 citta_culture_chipperfield_4 citta_culture_chipperfield_5 citta_culture_chipperfield_6

agenda / lifestyle

DESIGN WEEK 2014 | ALL INFO

 

Arriva a Milano la Design Week 2014, con un calendario fitto di eventi e anche molta confusione. Gli addetti al settore forse hanno le idee più chiare (?) ma la realtà della design week si è aperta a un pubblico sempre maggiore, aumentano in modo esponenziale la sua importanza, complici i tanti eventi in calendario. Perchè tutta questa confusione? Semplice: il numero di nuovi prodotti presentati ed eventi è così alto che riuscire ad avere una panoramica chiara è impossibile.

Due le aree di interesse principali: il Salone Internazionale del Mobile, tra i padiglioni di Fiera Milano (Rho), e il circuito del Fuorisalone, nei vari distretti cittadini.

In fiera trovate le aziende (1400 espositori) e tutto quello che c’è di nuovo sul mercato fino al prossimo salone del mobile. Un appuntamento imperdibile per gli addetti al settore e per i veri appassionati.

In fiera a Rho troverete:

– Il Salone Internazionale del Mobile, insieme  al Salone internazionale del Complemento d’Arredo, suddiviso nei tre settori Classico, Moderno e Design;

Eurocucina (padiglioni 9-11, 13-15) manifestazione di riferimento per tutto il settore cucina;

– il Salone Internazionale del Bagno (padiglioni 22-24) con tutte le novità dai mobili agli accessori per il bagno;

– il SaloneSatellite (padiglioni 13-15) dedicato ai giovani creativi.

Come ogni anno anche un prestigioso evento collaterale e per questa edizione, all’interno del padiglione 9, con “Dove vivono gli architetti” otto importanti nomi dell’architettura apriranno le porte delle proprie abitazioni private, riproponendo spunti  sulle tendenze attuali nel campo della progettazione della casa.

Il Salone del Mobile è presente su tutti i social network ed è anche possibile scaricare gratuitamente l’app aggiornata Salone del Mobile.Milano 2014 per agevolare la visita in fiera.

Chiuso il capitolo Rho Fiera si apre quello del Fuorisalone, con tutto quello che anima Milano durante la Design Week.

Si tratta di una serie di eventi ed esposizioni distribuite sul territorio, per avere un’idea più chiara del calendario ci sono i vari distretti:

Zona Tortona, la più conosciuta ma non per questo sempre la più interessante;

Brera Design District, vale la pena visitare questa zona anche solo per la bellezza del quartiere;

Lambrate Ventura, il polo in fermento e più sperimentale dell’intero circuito;

Porta Venezia in design, in cui convivono design contemporaneo e l’eredità architettonica e decorativa dello stile Liberty di questa zona;

5 Vie, una nuova area nel cuore della città dove convivono arte e design.

Ogni distretto ha un sito web, un calendario di eventi e presentazioni per rendere quasi impossibile riuscire a vedere tutto, ma il bello del fuorisalone è proprio questo, una quantità di appuntamenti talmente fitto da rendere Milano il punto di riferimento internazionale del Design.

A questa edizione partecipa anche Simple Flair con allestimenti ed eventi, per i dettagli basta aspettare solo pochi giorni.

A meno che voi non siate superman o wonder woman sarà impossibile partecipare a tutto, quindi scarpe comode, cavo per caricare l’iPhone sempre in borsa e occhiali da sole per coprire le occhiaie.

FASHION

WHITE RABBIT COUTURE

“C’è chi sceglie di seguire le mode… E chi pensa che inseguire conigli bianchi sia molto più divertente!”


White Rabbit Couture per le sue creazioni segue una ricetta ben precisa:
• 2 tazze di fantasia;
• 4 cucchiai di stile;
• Nuance di Rosa quanto basta; 
• Un’abbondante dose di originalità;
• Amalgamare il tutto con entusiasmo e spensieratezza: quando l’impasto appare pronto, spolverare con vaniglia, cannella, un pizzico d’ironia… et voilà!

Un brand che riesce a trasformare i capi in elementi di stile, apre le sue porte al pop anni ’90, al mondo dei cartoons, della musica, del cinema, attraverso la creatività di Giulietta Cozzi.

Non un semplice marchio di moda ma una realtà attenta alle tendenze contemporanee, che sceglie il mondo dei social per condividere tutte le novità mensili e lo shop on-line per la vendita dell’intera collezione.
Un esempio di capo convenzionale reinterpretato con la ricetta di White Rabbit Couture? Happilover!
Happilover è l’unione della parola Happiness e Pullover, il risultato è una serie di maglioni realizzati con un filato pregiato ( 90% cotone egiizano, 10% cachemire) disponibili in otto colori e con un dettaglio da non sottovalutare: sulla manica sinistra di ogni Happilover è ricamata una frase del “buon umore”, una più romantica ““Darling, today you look great! And you will also tomorrow…” e un’altra per le più  fashoniste “Wow Babe! This Outifit is amazing!”
Non solo gli Happilover ma l’intera collezione White Rabbit Couture saranno in vendita fino  al 9 dicembre nel temporary shop in via Tortona 19 a Milano.

Sito Web
Pagina facebook


>> PER AIUTARMI A DIVENTARE IT BLOGGER PER GRAZIA.IT POTETE VOTARMI CLICCANDO QUI!
Non serve nessuna registrazione e potrete darmi un voto ogni giorno! 
GRAZIE 
Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano