ARCHITECTURE / INTERIORS

VILLA ENSEMBLE

Andreas Fuhrimann e Gabrielle Hächler dello studio AFGH architects danno vita a una coppia di massi poligonali, che si completano a vicenda, formando il complesso Villa Ensemble.

“Ensemble” come concetto di fusione tra i due edifici ma anche come inserimento perfetto tra il contesto circostante. Il particolare disegno multisfaccettato si rivolge ai molteplici panorami del lago di Zurigo e della montagna. Le case non presentano quindi una parte anteriore e una posteriore ma ogni facciata presenta la propria importanza a seconda dell’elemento a cui si rivolge; così come per la copertura, concepita come “quinta facciata” rivolta verso il cielo.villa_ensemble_2

L’edificio è in continuo contrasto: la ruvidità quasi drammatica delle superfici esterne con la  purezza della natura, gli interni di lusso in marmo e intonaco bianco con elementi di arredo in cemento a vista.

L’interno di ogni casa è composto dalla zona notte al primo piano e il resto degli spazi abitativi, a piano terra, sono disposti irregolarmente come una cava alpina stilizzata.

Al piano interrato, destinata ad essere condivisa dai residenti delle due case, l’area termale e la grande piscina di 15 metri in marmo.

credits: Valentin Jeck, afgh.ch

DESIGN / TRAVEL

Museum für Gestaltung – Schaudepot

Lo Schaudepot è il Museo del design e della comunicazione visiva più grande della Svizzera, nonché unica istituzione che dal 1875 in poi ha raccolto manifesti, grafica e oggetti di design che hanno rappresentato la quotidianità, la storia e l’evoluzione culturale e del gusto estetico svizzero.

100 anni di design svizzero”, questo il nome della mostra temporanea che da settembre 2014 presenta in anteprima quattro collezioni che comprendono più di 500.000 oggetti, tra Poster, Oggetti di Design, arte applicata e grafica.

Nella Toni-Areal vengono finalmente mostrate, dopo decenni di meticolose ricerche e catalogazioni, un tesoro artistico culturale senza eguali, nella Design Collection oggetti di uso quotidiano raccontano gli approcci progettuali dell’epoca con autori del calibro di Le Corbusier, Max Bill, Hans Bellmann e Willy Guhl con schizzi, prototipi, modelli, film e fotografie.

La Applied Art Collection comprende oltre 15.000 pezzi e, assieme alla Biblioteca Nazionale Grafiksammlung, è la più antica collezione del Museo.

Originariamente concepita per la formazione, il commercio e l’industria dei secoli XIX e XX include oggetti dell’Art Nouveau da William Morris, Emile Gallé, René Lalique, Hermann Obrist, fino ad Henry van de Velde.

Ed infine la Poster Collection che comprende più di 330.000 oggetti, 120.000 dei quali riguardanti storia, manifesti politici e commerciali provenienti da Svizzera, Europa, Giappone, Cuba, ex Unione Sovietica e Stati Uniti dalla metà dal XIX secolo ai giorni nostri.

Multiculturalità, questioni socio-politiche e gusto estetico si fondono alla quotidianità di un oggetto che, concepito puramente alla sua funzionalità, diventa l’icona di un epoca destinata a fare la differenza.

SCHAUDEPOT_2

SCHAUDEPOT_3

© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano