DESIGN / FASHION / photography

LIDO, QUANDO UN BRAND NON SBAGLIA NULLA

Online si fanno delle belle scoperte e Lido è uno di questi casi. Mi sono trovata così di fronte ad un brand indipendente nato dal desiderio di attualizzare, attraverso una collezione chiara e pulita, lo sconfinato mondo del beachwear.

Lido è alla prima collezione ma le idee sembrano essere chiarissime e ogni elemento, i colori, le foto, la grafica, sono tutte dimostrazioni di un progetto costruito senza trascurare nessuna componente.

Sei pezzi in tutto, tra costumi interi e due pezzi, assolutamente monocromatici, tutti pronti per finire nella valigia di architetti e designer che, come abbiamo visto, hanno le idee ben chiare quando si parla di abbigliamento.

Un brand indipendente, una collezione senza tempo.

Lido è senza tempo, funzionale e contemporaneo, un brand senza bisogno di fronzoli per avere un’identità forte, riconoscibile e che genera dipendenza assoluta.

Come se tutto questo non bastasse, la collezione è stata immortalata da Luca Campri in una location che racconta molto del brand e del perché sia facilmente diventato uno dei miei preferiti, tra i colori e le forme di un’icona dell’architettura, la Muralla Roja progettata da Ricardo Bofill.

Dei sei pezzi della collezione ognuno ha un nome e, seguendo la numerazione dei modelli, il due è finito nella lista dei desideri per l’estate 2017. Il sito web di Lido merita una visita per la grafica che riflette perfettamente il brand e per scoprire qual è il costume che preferisco!

 

Photo Credit: Luca Campri

Realated post:

HOME FUTURE

HOME FUTURE

ADD TO CART

ADD TO CART

lifestyle

12 POSTOS, RIO DE JANEIRO

Il Brasile ha un link naturale con l’Italia, i motivi sono i più diversi, ma di certo si sa che qualcosa lega questi due capi del mondo.

Pochi conoscono la storia dietro alle spiagge di Rio ed i suoi “Postos”: lungo tutto il litorale carioca ci sono 12 postazioni di salvataggio che sono state con il tempo inglobate nella società di Rio. Oggi questi 12 Postos raccontano 12 diverse tipologie brasiliane, strati sociali distinti che democraticamente convivono e si uniscono quando c’è da far festa. Perché in Brasile spesso si fa festa.

-XJR1qgVMYw-vw6fv61KqlN4kUpzGT_Tas5_wfghVgA

Non dimentichiamoci che quest’estate ci saranno le Olimpiadi di Rio e, se state pianificando un viaggio, di certo questa potrebbe essere un’ottima meta: costume, maglietta ed infradito (rigorosamente Havaianas) e la valigia è pronta. Lo stile di vita è semplice nella sua accezione più positiva, basta poco per scoprire una cultura decisa e colorata come quella carioca; proprio per questo Havaianas ha realizzato da poco un progetto con un video ed una collezione speciale solo per raccontare questo mood, i Postos che da soli celebrano lo stile brasiliano all’insegna delle persone.

La gioia e la voglia di far festa sono protagoniste di un ambiente che non ha bisogno di presentazioni: spiagge bianche, vegetazione unica ed un cielo blu sono la cornice perfetta per il prossimo viaggio. Da segnare in agenda. 

YrNMtkw5mr2zSdnYlqUSViwFx0cPHsdQjFgkyox6tkw,h4wHzO7fm7RHRlRk-vt-we_3ld4j432e267t7Hi6fLY,SUTTf2WWDAzEt0groLrKC2hMwkFqi9uS0yyqLQ5Trhk,HDqobzXaOyJ56Eczwh1Lto_y2img5Jl88elLasPLlWA

EXHIBITIONS

SUMMER 2016: BEAUTIFUL EXHIBITIONS ARE EVERYWHERE

Tempo di stare all’aria aperta, di perdersi all’interno di spazi nuovi e magari riuscire a riempire occhi e testa di arte, quella che mescola landscape e oggetto, scale diverse in dialogo constante. Dal deserto del Nevada a Londra  cambiano i materiali, i colori, le forme ma per tutti varebbe la pena programmare una visita prima della fine dell’estate 2016.

Cabin by Rachel Whiteread – New York
Rachel Whiteread ha già vinto il Turner Prize e con questo rifugio con vista dalla metropoli offre un punto di vista proprio del rapporto tra costruito e paesaggio, aperta al pubblico fino al 25 settembre sulle colline di Governors Island.  SUMMER_EXHIBITION_2

À Ciel Ouvert by Felice Varini (Marsiglia)
La Cité Radieuse di Le Corbusier si trasforma sotto il tratto deciso di Felice Varini, con un’illusione ottica che include diverse parti dell’edificio, da vedere e scrutare secondo i diversi punti di vista.SUMMER_EXHIBITION_3

Rockaway by Katharina Grosse (New York)
L’installazione, realizzata in sette giorni con abbondante vernice spray e visitabile fino a fine novembre, è l’ultima opera della tedesca Grosse. Un edificio trasformato in opera, coinvolgente con il bianco per catturare la luce e il rosso per confrontarsi con lo spettatore.SUMMER_EXHIBITION_6

Olafur Eliasson at Chateau de Versailles (Versailles)
L’artista danese-islandese Olafur Eliasson con le sue otto opere a Versailles stravolge la percezione degli spazi e dell’ambiente, cinque all’interno e tre all’esterno tra cui una cascata.SUMMER_EXHIBITION_4

Serpentine pavillion by BIG (Londra)
Un muro inclinato realizzato da piccole componenti, ripetute e ruotate fino a creare quasi un senso di timore per il visitatore. Lo studio Big conosce bene il risultato di queste scelte progettuali, le intraprende per ottenere risultati come questo.SUMMER_EXHIBITION_5

Seven Magic Mountains by Ugo Rondinone (deserto del Nevada)
Sette montagne magiche realizzate sulla sabbia del deserto del Nevada, vicino Las Vegas, con la sovrapposizione di pietre rimarranno in esposizione per due anni. Queste sette sculture dai colori accesi sono un omaggio alla storia della land art e sono il contrappunto nel deserto alle luci di Las Vegas.SUMMER_EXHIBITION_1

Credits: Timothy Schenck, Anders Sune Berg, Iwan Baan, Nevada Museum of Art.

lifestyle / TRAVEL

WHITEPOD, UN CAMPEGGIO A 5 STELLE

Se l’idea di andare in campeggio non vi ha mai entusiasmati tra le Alpi svizzere c’è un’alternativa che potrebbe far cambiare idea a molti. Whitepod è la soluzione per conciliare natura  e high-tech, in un campeggio a 1400 metri d’altezza con 15 tende dotate di caminetto, cucina, bagno e terrazza.

Gli alloggi hanno uno stile unico e una vista mozzafiato, in un campo estivo a cinque stelle dove campeggio non fa rima con docce comuni e sacchi a pelo.

whitepod_2

Se questi comfort non sembrano sufficienti ci sono sempre ristorante, area wellness, schermi HD, Wi-fi e piste private con skilift. Sicuri di non essere fatti per il campeggio?

whitepod.com

whitepod_4 whitepod_5 whitepod_6 whitepod_7

TIPS

JET SET COASTERS DI JONATHAN ADLER

JET_SET_COASTERS

Una serie di piatti per percorrere idealmente un itinerario tra alcune delle località estive più gettonate, ognuna con un simbolo che ne riassume l’essenza.

Otto le mete tra Positano, Capri, Acapulco, Ibiza, St. Tropez, Montecarlo e Tangeri  per i piatti della serie Jet Set Coasters di Jonathan Adler prodotti da Fleux.

Pop, scanzonati e con delle grafiche che non passano inosservate.

jonathanadler.com/Jet-Set-Coasters/

Page 1 of 3
1 2 3
© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano