DESIGN / FASHION / TRAVEL

ESSENTIALS FOR A CALIFORNIA WEEKEND

Dopo l’ultimo viaggio tra Los Angeles e Palm Springs abbiamo ben chiari quali sono gli essenziali da portare in un viaggio di questo tipo:

occhiali da sole. Perché il sole della California deve essere affrontato nel modo giusto e noi abbiamo portato il nostro alleato preferito in quanto ad occhiali: super by retrosuperfuture. Dalla collezione attuale abbiamo scelto due modelli, il modello Eddie Classic Avana e Tuttolente. Eravamo pronti a tutto, al deserto e al pool deck dello standard, per il sole ma anche per mascherare le occhiaie.

vans sneakers. Non importa avere o meno una tavola da skate, quello che conta è avere almeno le scarpe da skater e noi che le usiamo anche per l’asfalto di Milano non potevamo non portarle a Venice Beach. Modello Old Skool, nere.

4 essenziali da non dimenticare

Mid-Century Modern Architecture Travel Guide. Trecentosettantaquattro pagine, ma in formato quasi tascabile, che raccolgono proprio le case per le quali abbiamo preso un volo diretto sulla west coast. Impossibile non metterlo in borsa ogni giorno per non rischiare di perdere nulla.

Macchina fotografica. L’occasione era troppo importante per non usare lo strumento giusto e scattare ogni dettaglio all’interno di gioielli dell’architettura come la VDL House di Richard Neutra. Abbiamo scattato qualcosa come 2000 foto con una Leica M8 e la bellezza di certi scatti racchiude l’essenza del viaggio.

Photo Credit: retrosuperfuture.com, vans, Phaidon, Leica.

FASHION / INTERIORS / TRAVEL

ALL SH, LINEHOUSE

Nel cuore di una ex concessione francese, nasce a Shanghai dalle ceneri di un piccolissimo locale un nuovo negozio di streetwear, esempio di sfruttamento geniale dei piccoli spazi. Lo studio di architettura e design Linehouse, che opera in Asia da 25, ha raccolto la ricca tradizione storico culturale di Shanghai per elaborare nuovi concetti di concezione dello spazio esistente.

Con un sapiente lavoro le pareti sono state spogliate del vecchio intonaco per lasciare la struttura sottostante in vista, inserendo nelle stanze pannelli verticali in acciaio i quali creano angoli che, aiutati dalla presenza di specchi, fanno si che la ridotta metratura risulti decisamente maggiore.

Inoltre questi pannelli hanno il compito di rendere bene evidente, grazie a speciali supporti, il prodotto, sneakers nello specifico, che già dalla strada attira immediatamente l’attenzione.ALL-SH-2

I soli 20mq alla fine risultano abbondantemente maggiori grazie alla disposizione degli elementi di arredo e delle luci, un misto di materiali hi-tech che si intrecciano con le vecchie decorazioni lasciate col lo scopo di creare contrasto. Un ambiente che accoglie perfettamente il cliente che decide di immergersi in questa accogliente esperienza di shopping, tra sneakers e abbigliamento dei migliori marchi della scena street attuale.

Credits: Benoit Florencon

DESIGN / FASHION / video

ADIDAS SUPERCRAFT

Da qualche mese a questa parte abbiamo visto Adidas alzare vertiginosamente il livello dell’asticella con alcune innovazioni davvero entusiasmanti. Il progetto nell’insieme prende il nome di Futurecraft, e la prima cosa da dire è che sfrutta la tecnologia di stampa 3D.

Partendo dalla suola Ultra Boost, che già di per se rappresenta un notevole concentrato di tecnologia in fatto di ammonizzazione, l’idea è quella di riuscire a stampare letteralmente una suola in grado di adattarsi al meglio al piede dell’atleta che la indossa, creando inoltre una sorta di database in cui ognuno potrà raccogliere i propri dati relativi alla calzata più adatta.

Successivamente Adidas ha svelato uno step successivo di questo processo, caratterizzato dall’impiego di plastica recuperata dall’oceano, quindi con un impatto bio sociale non trascurabile. Per arrivare all’ultimo fase, quella presentata attraverso affascinanti immagini pochi giorni fa e che riguarda la realizzazione della tomaia attraverso intrecci speciali di fibre anch’esse poi stampate tridimensionalmente per arrivare ad avere il massimo dell’aderenza e del confort durante il processo di camminata.

Tutto questo al momento è ancora alla fase di prototipo, ma da Adidas assicurano che FutureCraft è ormai prossimo al lancio. Incrociamo le dita perché il futuro sembra essere davvero qui!

credits: adidas 

FASHION

NIKE PRESTO

Questa stagione vede il ritorno di uno dei modelli più rivoluzionari creati da Nike. Parliamo di Presto, scarpa che è nata per essere una sorta di t-shirt per i piedi, e da queste riprende appunto la numerazione XXXS/XXXL delle taglie.

Uscite nel 2000, lo stesso anno di un altro modello altrettanto sperimentale,  l’Air Woven, convinse da subito per il suo minimalismo.

Rivisitata in chiave HTM (Hiroshi Fujivara, Tinker Hatfield, Mark Parker), declinata in numerose versioni e configurabile tramite il programma Nike-Id, ci mise davvero poco a conquistare i runners e i collezionisti di tutto il mondo.

Composta da una tomaia in neoprene ultra elasticizzata per fasciare il piede e avvolta da una gabbia per dare sostegno nelle aree sottoposte a maggiore stress, ritorna in questi giorni nelle due cw forse più celebri, “Brutal Honey” e “Trouble at Home” (meglio conosciuta col nome “Lightning”). Da avere entrambe!

DESIGN / FASHION / video

ADIDAS ULTRA BOOST 180

Presentata da Adidas come la migliore scarpa da running di sempre, Ultra Boost 180 da quando è uscita sta facendo sempre più spesso parlare di se. Se guardiamo al semplice prodotto, questa scarpa si avvale di numerose novità, a partire dalla suola in mescola Boost, un materiale rivoluzionario che presenta migliaia di capsule le quali compresse sotto il peso del corpo restituiscono un ritorno di energia senza precedenti ad ogni falcata. A sua volta la tomaia cucita in un unico pezzo di tessuto Primeknit avvolge il piede accompagnandone i movimenti e fasciandolo come un guanto. Il tutto viene poi tenuto insieme da una sorta di gabbia formata dalle inconfondibili 3 strisce del marchio.

E sin qui nulla di strano. Fino a quando Kanye West non è stato paparazzo con queste scarpe ai piedi. Da allora il modello è diventato di giorno in giorno sempre più popolare, raggiungendo il suo apice durante la performance del rapper agli ultimi Billboard Music Award, apparse in una colorway all white. Come si può immaginare negli States la scarpa è andata immediatamente sold out, e anche in Italia in due giorni è diventata introvabile. 

Se vi siete quindi persi questa release non disperate, perché per questo week end è previsto un nuovo drop ancora forse più esclusivo.ADIDAS_BOOST_2

Il duo creativo di Adidas Dirk Schönberger e James Carnes hanno dato vita rispettivamente a due modelli che stanno tra loro agli antipodi. Uno è interamente nero in lana con dettagli rifrangenti, l’altro all white in Dyneema®, il tessuto più innovativo creato dal marchio. Non resta che vedere come gli appassionati accoglieranno queste ultime limited editions.

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano