ARCHITECTURE / INTERIORS

THE OLD SOUL OF ECO BAR

Una città e le sue storie, i suoi abitanti, i sali e scendi e infine loro: le infrastrutture. In un epoca di espansioni sregolate e pressoché anonime Ragusa sgomita tra l’esser città di carattere e periferia sconosciuta.

Da desideri e aspirazioni nasce il progetto di Giuseppe Gurrieri, architetto ragusano che è riuscito nell’intento di riconvertire una zona di periferia caratterizzata da vuoti urbani ed espansioni senza logica.

Il progetto prevede proprio il recupero di una biglietteria fatiscente situata ai margini di un area di transito veloce. L’area presenta infatti alcuni servizi per la collettività come attrezzature sportive, scuole e relativi parcheggi pertinenziali.

Un non luogo privo di identità, in cui milioni di individualità si incrociano senza relazionarsi. La scelta del progettista è un approccio sensibile, rispettoso del luogo ma di forte carattere.

ECOBAR_8

Circondato da interventi anonimi l’architetto sceglie di dare una seconda pelle all’edificio, o una nuova possibilità per così dire.

Legno Iroko e pannelli di Aquapanel circondano il familiare volume, a forma di casetta a due falde, e si tingono di giallo acceso per un immediata visibilità.

Nasce ECO BAR. Il risultato è un intercapedine interna perfettamente sfruttabile e  un involucro esterno, composto da elementi verticali in Iroko, da cui si nascondono piani d’appoggio e sedute.

All’interno un bistrot dal sapore retrò mescola il grezzo del cemento a vista con colori matt, completandosi con l’imponente blocco monolitico in ferro del bancone.

photo credits: Filippo Poli

ARCHITECTURE / INTERIORS

IN SICILY

Tre progetti per viaggiare attraverso le scelte di tre studi in tre territori diversi ma non così lontani. Il legame è la Sicilia ma non solo, perché Casa SG, Casa O e CCF sembrano non essere così distanti per la scelta dei volumi netti e l’alternanza tra il bianco ottico e le superfici materiche.

Che si stia delineando una linea di pensiero progettuale condivisa o meno, quello che colpisce è la contrapposizione tra l’immaginario comune legato alla regione delle ceramiche e degli arancini, dei templi e del mare blu, con un minimalismo rivisitato, fatto di italianità e un dosaggio preciso di materiali e colori.

Casa O è un progetto di riqualificazione ad opera di Morana+Rao Architetti vicino Siracusa, basata sulla relazione tra il volume bianco con l’esterno, grazie alla grande apertura/ingresso schermata da una chiusura in legno. Questa dependance, un parallelepipedo bianco posizionato sul lotto allineata alla casa padronale, al suo interno vede alternarsi gli spazi dedicati a due camere da letto, i servizi e una zona giorno da poter connettere alla costruzione principale o schermare con la chiusura dell’ingresso principale.

Casa CCF è il risultato della ristrutturazione di una casa vacanze sull’isola di Favignana, progettata dallo studio Aca Amore Campione Architettura.

L’architettura esistente è tipica del lungomare di Favignana, una casa in linea con corpo scala laterale, terrazza di copertura e bottega al piano terra. L’intervento di ristrutturazione è un continuo susseguirsi di riferimenti tra l’isola e gli ambienti interni, con l’esaltazione del volume puro, la grande vetrata verso il paesaggio e la scelta dei materiali.

All’interno infatti il progetto prevede finiture non di pregio, con intonaci grezzi, pavimentazioni in resine cementizie monocromatiche e arredi in legno realizzati su misura.

Per Casa SG il progetto dello studioTuttiarchitetti  è compatto, il volume pieno è alterato da due tagli diagonali che ospitano i due terrazzi rivolti uno verso i giardini di quartiere e l’altro verso la città, Catania.

Per lo studio degli interni gli architetti selezionano un numero limitato di arredi di design e attribuiscono forza al progetto attraverso gli elementi progettuali legati ai materiali, giocando sull’alternanza di pareti intonacate, pavimenti, setti in legno e luce zenitale.

credits: morana-rao.com, sebastianoamore.com, tuttiarchitetti.com.

ARCHITECTURE / INTERIORS

CONNECT THE DOTS

Tre realtà diverse, tutte con una forte anima concettuale  espressa attraverso progetti d’interni  che sembrano puntini dello stessa enigma, da collegare per scoprire la soluzione finale. Che ci sia o meno un risultato finale, la sostanza è che le similitudini ci sono e collegare questi tre progetti sembra la naturale conseguenza dopo averli visti.

CASA G. è il progetto di Francesco Librizzi Studio realizzato a Cefalù che racconta una storia poetica, delle ceramiche tradizionali a fare da sfondo ideale per la scala lineare e minimale, realizzata unendo tradizione e modernità.

OBJET ÉLEVÉ è una scala ma anche una libreria, scrivania e contenitore progettata da Mieke Meijer all’interno di un appartamento anni Trenta per accogliere funzioni diverse in poco spazio. Realizzata a mano in un laboratorio artigianale di Eindhoven, combina un materiale naturale come il legno di quercia al telaio in acciaio dando ad un progetto di ispirazione industriale il calore del legno.

ROOM ON THE ROOF è il progetto sviluppato ad Amsterdam dallo studio i29 interior architects in una zona dal forte impatto, con una natura storica radicata e una vista a 360° sul paesaggio urbano circostante. All’interno offre gli spazi ad artisti e creativi in cerca dello spazio ideale dove sviluppare nuovi progetti e idee con la possibilità di dormire, mangiare, osservare l’intorno dedicandosi allo sviluppo di un’ispirazione.

Dalla Sud Italia al Nord Europa tre progetti descrivono una realtà fatta di artigianalità e tradizione, progetti contemporanei con radici ben salde.

credits: Ewout Huibers

ARCHITECTURE / INTERIORS

CASA SG

Tuttiarchitetti è lo studio di progettazione siciliano che attraverso il suo nome, nonostante sia stato scelto a caso alla maniera dei Dada, lancia già il primo indizio per scoprire le loro opere, legate alla natura umana dell’architettura.

 

All’interno dello studio tre nomi: Vincenzo Giusti, Daniela Finocchiaro e Luigi Pellegrino, tutti laureati in Architettura e non sarebbe neanche necessario precisarlo.

“Siamo tutti architetti, tutti. Certo.”

Oltre al nome ci sono i progetti e in particolare a Catania con Casa SG hanno immaginato un prisma di legno “a capanna”, incastonato tra gli edifici preesistenti del tessuto urbano.

Il progetto per questa abitazione è compatto, il volume pieno è alterato da due tagli diagonali che ospitano i due terrazzi rivolti uno verso i giardini di quartiere e l’altro verso la città.

Al piano terra i due fronti misurano cinque e venti metri, con muri a secco in pietra lavica a fare da intercessione tra l’edificazione circostante avvenuta negli anni Settanta e gli interni progettati dallo studio siciliano.

Per lo studio degli interni gli architetti selezionano un numero limitato di arredi di design e attribuiscono forza al progetto attraverso gli elementi progettuali legati ai materiali, giocando sull’alternanza di pareti intonacate, pavimenti, setti in legno e luce zenitale.

Incastonata tra gli edifici circostanti, Casa SG si impone per linee e materiali come unica protagonista a perdita d’occhio.

CASA_SG_17credits: tuttiarchitetti.com

ARCHITECTURE / INTERIORS

CASA G. Francesco Librizzi Studio

Un progetto che ha saputo unire tradizione e modernità, questo è quello che ha fatto Francesco Librizzi a Cefalù con Casa G. Senza cadere negli stereotipi dell’isola con ha reinterpretato ceramiche e tradizione in uno spazio sapientemente gestito.

Protagonista del primo impatto la scala, lineare e minimale ma al tempo stesso densa e ricca di dettagli. Un esempio di scomposizione e ricomposizione in un elemento senza dubbio forte e caratterizzante; la scala attira sempre l’occhio ed in questo caso lo fa senza strafare con un livello di finitura sia progettuale che materiale molto approfondito.

Completano l’opera i pavimenti esagonali subito coprotagonisti dopo la scala, un deciso gioco di pattern che si pone come una quinta orizzontale in tutto il progetto.

casag_Francesco_Librizzi_2

Un progetto che ha saputo unire tradizione e modernità

casag_Francesco_Librizzi_3 casag_Francesco_Librizzi_4 casag_Francesco_Librizzi_5 casag_Francesco_Librizzi_6 casag_Francesco_Librizzi_7

© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano