food / lifestyle / TRAVEL

I RISTORANTI GIACOMO E MILANO

giacomo_milano_1

Agosto in città e non è detto che sia una brutta esperienza.

Agosto a Milano ed è vero che con il profumo del mare si starebbe meglio ma gli aspetti positivi ci sono e vanno colti.

Le sere in bici con le strade vuote, il ritmo che diventa meno frenetico, il tempo per riscoprire angoli di città che durante il resto dell’anno non si ha nemmeno il tempo di vedere e poi ci sono i locali Giacomo per le serate estive.

Il legame tra i ristoranti Giacomo e Milano dura da più di cinquant’anni ed è un punto fermo per chi, da turista o da milanese, vuole scoprire l’essenza di questa città seduto al tavolo di un ristorante o davanti al bancone di una pasticceria.

Giacomo Bulleri (classe 1925) apre il primo ristorante Da Giacomo nel 1958 in via Donizzetti per poi trasferirsi nel ’90 nella storica sede di via Sottocorno 6.

La storia di una famiglia di origine toscana che ha fatto dei suoi locali una realtà affermata in Italia e all’estero, riuscendo a non perdere mai la sua essenza e la sua tradizionale cucina pensata per i clienti.

Diretti dalla figlia Tiziana Bulleri e dal marito Marco Monti, oggi sono sei le realtà che portano il nome di Giacomo : Da Giacomo, Giacomo Bistrot, Giacomo Caffè, Giacomo Arengario, la Pasticceria e la Tabaccheria da Giacomo dove non è raro incontrare il Sig. Giacomo tra i tavoli dei suoi locali.

Gli indirizzi per scoprire un’eccellenza nel panorama milanese:

Da Giacomo

Indirizzo: Via Pasquale Sottocorno, 6, 20129 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 12.30 alle 14.30 / dalle 19.30 alle 23.30

 

Giacomo Bistrot

Indirizzo: Via Pasquale Sottocorno, 6, 20129 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 12.00 alle 24.00

 

Giacomo Arengario

Indirizzo: Via Guglielmo Marconi, 1, 20123 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 12.00 alle 24.00

 

Giacomo Caffè – Palazzo Reale

Indirizzo: Piazza Duomo 12, 20121 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 7.30 alle 19.30 – giovedì e sabato dalle 7.30 alle 22.30

giacomo_milano_2 giacomo_milano_3

food / lifestyle

MICA-MICHETTERIA MILANESE

E’ rotonda, croccante, fragrante e per i milanesi è il panino autentico.

La michetta è in Corso di Porta Ticinese 50 unica e assoluta protagonista del nuovo punto di riferimento per gli amanti del cibo semplice e di qualità.

Mica-Michetteria Milanese ha aperto da poche settimane grazie a Federico Gordini e Matteo Ungaro, dopo aver provato decine di ricette per ottenere le michette come quelle di una volta, perfette.

Federico Gordini, ideatore anche della Milano Food Week, di Bottiglie Aperte e decine di altri eventi, ha così commentato: “Mica è lo street food milanese per eccellenza: goloso, gustoso, di qualità. Proponiamo un panino semplice e fragrante, accompagnato da salumi di ottima qualità, servito con una bibita a scelta, il tutto per pochi euro. E’ un tipo di prodotto versatile e semplice che incontra i gusti di tutti.”

Ogni mese le proposte saranno diverse e pronte anche per arrivare a casa o in ufficio con il servizio delivery, un vero lusso mangiar bene spendendo davvero poco (michetta salata con bibita da 4.50€).

food / lifestyle

ITALIAN NOODLES

Cucina asiatica, tradizione italiana in uno spaghetti bar che ha aperto dallo scorso novembre nel cuore di Porta Genova a Milano.

Il locale conta pochi metri quadri e largo spazio è lasciato alla cucina totalmente a vista, per osservare la preparazione di questi piatti che di fusion non hanno solo il nome.

Luganega e maki, con la possibilità di comporre il proprio piatto da soli scegliendo tipo di pasta e condimento, anche se almeno per la prima volta vi consigliamo di affidarvi al menu per capire gusti e preferenze.

In una zona di grande passaggio, con prezzi nella media e una cucina a vista che anche da fuori spinge ad entrare, sempre pieno ma con la possibilità di asporto (con una cura del packaging non trascurabile) sembra aver indovinato ogni scelta per conquistare ogni palato.

Italian Noodles via Vigevano 33, 20144 – Milano.

food / lifestyle

SWISS CORNER | MILANO

Un angolo di Svizzera a Milano e a dirlo è il nome stesso di questo polo multifunzionale in piazza Cavour, proprio di fronte al Parco di Porta Venezia.

Lo Swiss Corner è un ristorante-bar che coniuga attività espositive e ristorative, voluto dalla Camera di Commercio Svizzera per far conoscere una Svizzera contemporanea, lontana dai soliti luoghi comuni.

Niente chalet, orologi o coltellini ma uno spazio per collegare due culture, risultato del progetto dello studio Bearth & Deplazes e in particolare dell’architetto Valentin Bearth, direttore dell’Accademia di Architettura di Mendrisio.

Trecento metri quadrati per offrire una visione contemporanea degli elvetici in uno spazio trasparente che fa della luce e  delle vetrate un punto di forza, che “consentono di godere dall’esterno di un panorama sulla Svizzera e dall’interno di un panorama sulla città di Milano.” spiega Valentin Bearth.

Unico elemento della tradizione il richiamo al rosso degli sgabelli alti, dalla seduta circolare e imbottiti, schierati di fronte al lungo bancone centrale in acciaio.

Anche l’arredo parla la stessa lingua dello swiss corner:  dai tavoli anni ’50 firmati Eero Saarinen per Knoll a quelli contemporanei di Riccardo Blumer per Alias, della stessa famiglia le rispettive sedie che li circondano.

Ampie vetrate da e su Milano, design d’eccellenza e pareti retroilluminate con vista su St Moritz per un’area destinata ad esposizioni, mostre, degustazioni che si affaccia sulla cultura svizzera a 360 gradi.

Lo Swiss Corner permette di sperimentare il locale in modi e orari diversi: aperto tutti i giorni dalle 7:30 del mattino alle 2 di notte, per una colazione o un pranzo, per la cena o l’after dinner.

Accoglienza e nessuna fretta di dover liberare il tavolo per una colazione inondata dalla luce.

 

 

food / lifestyle

L’ABBOTTEGA DI VIA MURATORI

Una bottega (o meglio l’Abbottega), ma anche e soprattutto un ristorante che rimane aperto dal mattino al dopo-cena.
Dalla colazione e  senza saltare alcun pasto, le proposte della cucina pescano gli ingredienti dalla tradizione, quella di Lazio, Umbria e Maremma Toscana.
Come suggerisce il nome, qui si può entrare anche per comprare gli ingredienti e cimentarsi nella cucina di casa propria dopo aver sbirciato a lungo tra i prodotti esposti e che portano sull’etichetta ben impresso il nome Abbottega. 
Questa prima volta tra le pareti in mattoni sbiancati di via Muratori abbiamo provato il brunch che ogni sabato e domenica viene proposto dalle 11 alle 16.  
Un sostanzioso menù da 18 euro che comprende, oltre a pane sciapo tostato viterbese, burro e marmellata, fojetta di vino e succo d’arancia, anche la scelta di tre portate tra uova, primi caldi, carne, verdure e dolci.
Menzione speciale per la cheese cake, dolce conclusione accompagnata da caffè, per questa volta espresso e non americano.

Abbottega
via Muratori 11, Milano.

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano