agenda / EXHIBITIONS

10 BEST EVENTS OF MDW16

Finalmente è iniziata la Design Week 2016. Simple Flair con la sua Agenda ha selezionato gli eventi più interessanti day by day  per la settimana più attesa dell’anno, ma se il tempo è poco ecco i 10 indirizzi che proprio non potete perdervi.

• Herringsbones – Raw Edges at Garage Sanremo, Via Zecca Vecchia 3; Il duo di stanza a Londra composto da Yael Mer e Shay Alkalay sbarca in città con una mostra caratterizzata dall’uso del colore dallo studio dei pattern ad esso applicato.

• Ladies&Gentlemen, via Cesare Correnti 14; All’interno di un appartamento storico disabitato da anni è ospitato il meglio della nuova artigianalità italiana, selezionata per celebrare il progetto e i suoi artefici.

• Casa Vitra, via Maroncelli 14; Vitra presenta il primo temporary store dedicato alle sue collezioni di accessori, offrendo una colorata varietà di oggetti dal design contemporaneo.

• 50 MANGA CHAIRS by Nendo, Piazza S. Simpliciano, 7; Partendo dall’ispirazione tratta dalle linee e dai reticoli dei manga giapponesi, 50 sedie in acciaio dal design unico e sempre differente.

• Vestae Albergo Diurno, Piazza Oberdan; 20 studenti della Creative Academy hanno lavorato sotto la guida di Alberto Nespoli e Domenico Rocca per progettare un’indimenticabile collezione ispirata al wellness

• MINI Living, via Vigevano 18; Uno spazio in cui vengono esposti i progetti di moda, design, food e green di giovani designer dal talento innegabile. Per la prima volta il concetto di “Creative use of Space” applicato al mondo delle abitazioni urbane.

• The Restaurant by Caesarstone, via Bensana 12; Caesarstone ha collaborato con il designer inglese Tom Dixon per l’elaborazione di quattro cucine concettuali ispirate agli elementi dell’acqua, fuoco, aria e terra.

• BULGARI Hotel, Via Privata Fratelli Gabba, 7b; All’interno di uno degli hotel più incantevoli di Milano, è esposta un’installazione d’arte ispirata all’iconico anello B.zero1.

• Gufram on the Rocks, Galleria Carla Sozzani, Corso Como 10; In occasione del MiArt e della Design Week, la galleria Carla Sozzani presenta una mostra che racconta i primi 50 anni di Gufram attraverso i suoi progetti più iconici.

• Spazio Rossana Orlandi, via Bandello 14; Vero e proprio luogo di culto del design, per quest’edizione della Design Week presenta più di 70 designer in ascesa affiancando all’esposizione l’apertura di un ristorante arredato con pezzi della sua collezione

photo credits: Simple Flair

DESIGN

RAW EDGES: PROJECTS WE LOVE

Lo Studio Raw Edges non ha bisogno di presentazioni e ancor meno di ricevere riconoscimenti perché di premi, nel corso degli anni, ne hanno collezionati tanti da poter riempire una sala trofei se il loro non fosse uno studio ma una squadra di calcio.

Si tratta del duo composto da Yeal e Shay, designer con radici a Gerusalemme e una storia lavorativa costruita a Londra, città d’elezione dove dopo gli studi al Royal College of Art hanno deciso di aprire il proprio Studio, un luogo fisico e mentale per dare spazio alla curiosità che li ha guidati nelle scelte progettuali dagli arredi alle installazioni.

Hanno dei tratti distintivi molto chiari e riconoscibili, un viaggio attraverso i loro progetti racconterebbe di pattern e colori in movimento, il tutto condito con una buona dose di humor.

Tra i progetti, abbiamo selezionato:

 StackUp_4

 AirBnb_1

Endgrain_1

Picnic_1

Store_Flooring_2

Non è un caso che la nostra rassegna si concluda proprio con il parquet Herringbone. Il motivo, in verità, è anzi semplice: stiamo aprendo la strada a quello che racconteremo durante la tanto attesa Design Week 2016. Stay tuned.

credit: raw-edges.com

DESIGN

SMART LIGHT

raw-edges-smartlight_1

Alzi la mano chi la sera non mette in carica il proprio smartphone. Da Raw Edges arriva un progetto, che per ora è solo un concept, e coniuga questo gesto ormai naturale con l’esigenza di avere una luce sul comodino.

Un supporto con un paralume in materiale plastico dove appoggiare il telefono e sfruttando l’ormai immancabile e potente led il tutto si trasforma in una comoda luce da lettura; è vero il led consuma ma è altrettanto vero che il vostro smartphone è in carica, forse si surriscalderà ma il tutto dipende dal tempo di utilizzo.

Un’idea come sempre semplice ma decisa che unisce due esigenze in un unico oggetto, da avere. Oppure da riprodurre.

raw-edges-smartlight_2

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano