DESIGN

A CREATIVE AGENCY TURNS INTO A DESIGN STUDIO

Quando l’agenzia creativa Masquepacio è stata scelta per il re-branding di Missana non poteva immaginare che si sarebbe anche cimentata nel disegno degli arredi per la stessa azienda.

La collezione “Toadstool” è stata la conseguenza naturale di anni passati al fianco dell’azienda specializzata in rivestimenti e tappezzerie, studiandone i processi creativi e produttivi, fino a quando l’interesse per la progettazione è aumentato al punto da disegnare un’intera collezione.

Toadstool ha la chiara impronta di uno studio multidisciplinare con un’anima fortemente grafica e visiva, composta da pouf di diverse dimensioni, un tavolo e una panca, il tutto si ispira al Gruppo Memphis e all’architettura di Michael Graves.

Per la collezione Toadstool i rivestimenti di Missana e l’estetica di Masquepacio si sposano felicemente con materiali nobili, pietre, marmo, legno, oro e metalli placcati per offrire un numero infinito di combinazioni.

credits: Masquepacio, Missana.

FASHION / INTERIORS / TRAVEL

THE PELICAN STUDIO

Può un nuovo indirizzo modaiolo rianimare un’arteria cittadina già fornita di edifici del XVII secolo? Ad Amsterdam è successo nel quartiere congestionato del Canal District dove il Pelican Studio ha dato nuova linfa.

Teodoro Kuster e Jelle Lispet hanno non poca esperienza nella comunicazione e nella moda, non sorprende il successo di un concept store fondato su queste capacità unite ad un’ottima conoscenza dei brand e del settore vendite.

Il Pelican Studio di Amsterdam non può vantare una presenza decennale tra i canali della città ma in pochissimo tempo ha reso una via il nuovo epicentro dello shopping, quello distante dalle catene omologate.THE_PELICAN_STUDIO_2

All’interno il progetto è ad opera dello Studio Framework e risaltano le scelte cromatiche, tutti colori pastello, ispirati alla celebre serie TV anni Ottanta “Miami Vice”. Questo aneddoto rende tutto già leggero e attraente, là dove di solito il sistema moda preferisce rinchiudersi in cattedrali utopiche fondate ogni volta su concept boriosi.

Il Pelican Studio non ingloba solo un’ottima selezione di brand (Wood Wood, Ami, ETQ, Samsoe Samsoe, etc) e l’ampio spazio a disposizione è stato animato con bar, spazio eventi, meeting e presentazioni, giusto per non farsi mancare niente.

Lo spazio è praticamente inondato di luce e questo non può che giovare ai colori scelti, ai prodotti in vendita dall’abbigliamanto alle calzature senza dimenticare prodotti di lifestyle.

Senza negare il fascino dello shopping di ottima qualità un bel sorriso lo strappa proprio l’ambiente e questa commistione tra Amsterdam e Miami, gli anni Ottanta e i trend più attuali, sembra quasi di sentire la sigla di Miami Vice.

THE PELICAN STUDIO, Raadhuisstraat 35, Amsterdam.

credits: Framework Studio, Peter Baas

DESIGN / EXHIBITIONS

MARCEL WANDERS FOR LOUIS VUITTON

Se ogni viaggio è diverso, in grado di ispirare e sorprendere, non poteva essere diversa la proposta di Marcel Wanders per la chaise longue multifunzionale inserita nella collezione Objets Nomades di Louis Vuitton.

Questo elemento d’arredo vuole, a detta del designer, riflettere proprio il costante cambiamento a cui ci sottopone ogni nuovo viaggio, fatto di situazioni in evoluzione continua dove anche sapersi adattare diventa fondamentale.

La chaise  long segnata da Wanders può essere infatti anche pouf o poltrona, agganciando o sottraendo ognuno dei quattro elementi che al massimo la compongono, per poi essere comodamente chiusa e riposta, quando il viaggio è finito o in casa c’è bisogno di spazio.

Si tratta di un nuovo elemento della collezione firmata LV, già composta da elementi adatti ad una vita nomade, fatta di continui spostamenti, è disponibile in turchese o nella classica pelle della Maison francese per i più tradizionalisti.

Credits: marcelwanders.com

DESIGN

CIRCUS

Essenza scandinava, un design che mette di buon umore, colori attentamente scelti, il tutto racchiuso in un solo prodotto: Circus. Disegnato da Simon Legald per Normann Copenhagen, questo pouf è l’ennesima prova superata da parte del talentuoso designer danese; fonde sapientemente artigianato e industrializzazione, senza l’aggiunta di dettagli inutili, lavorando con semplicità e mettendo in risalto la necessità.

Il richiamo grafico è evidente e si riferisce ad un tendone da circo, ma l’ultimo arrivato in casa Normann Copenhagen è anche tecnicamente performante, costituito da due diversi tipi di schiuma: una più rigida sulla parte inferiore per mantenere la forma del pouf e una più morbida sulla parte superiore per un comfort ottimale.

La qualità di Circus è la polifunzionalità, con  infiniti modi d’uso può essere utilizzato come estensione per il divano , come seduta per un tavolino o come elemento decorativo  per la camera dei bambini. Disponibile in quattro colorazioni  e in due misure, Circus si presenta come l’evoluzione del classico pouf , grazie al suo design semplificato e un impatto emotivo gradevole .

DESIGN

TOUCH THAT TASTE

Stimolare un senso per provocare la reazione di un altro, questa è la definizione di sinestesia ed è anche il concetto base da cui è partita la designer Martina Barbara Golik per realizzare la  collezione “Touch the Taste!” composta da cinque elementi tessili per la casa. La collezione traduce il gusto in sensazioni tattili e visive, così da poter toccare il sapore del cibo.

La designer polacca ha suddiviso il cibo in cinque categorie di sapori (dolce, salato, umami, amaro e aspro) per dare forma a cinque oggetti tessili (un tappeto, un pouf, una coperta, un paravento, un paio di pantofole) con la combinazione di tecniche e materiali diverse.

Il risultato finale è stato possibile grazie alla partecipazione di un gruppo di dieci persone e di una serie di esperimenti: ognuno doveva cercare di tradurre il gusto e gli odori del cibo in sensazioni visive e tattili. Grazie aI risultati di queste sperimentazioni la designer ha trovato la chiave di lettura per concretizzaredelle sensazioni in una collezione di prodotti.

Dolce è il pouf di forma cilindrica realizzato in gomma piuma e rivestito con tessuto trapuntato che sprofonda sto il peso di una persona;

umami è il tappeto circolare in feltro, lana e gomma da scoprire e calpestare a piedi nudi;

salato è il divisorio realizzato con cinque strati di lana e poliestere da dividere e unire;

amare sono le pantofole fatte di schiuma e feltro, morbidi ma dal peso notevole (2kg ciascuna);

aspra è la coperta in lana grigia e gomma gialla che prende vita con il movimento e invita ad interagire.

Cibo, sensi e sinestesia per una collezione fatta di una forte materialità, tecniche di lavorazione, sperimentazione e funzionalità per toccare con mano anche l’intangibile, rendere concreto l’astratto.

credits: martynagolik.com

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano