lifestyle / TRAVEL

OPEN, NON SOLO LIBRI

Il settore dell’editoria è in crisi. Le persone acquistano meno libri, quotidiani e riviste, ma le stesse persone leggono più di prima: leggono in modi e luoghi nuovi. Immaginare un nuovo concetto di libreria più ampio, digitale e collaborativo è la risposta a questa crisi.

Così dice Giorgio Fipaldini ideatore e Amministratore Delegato di Open, la nuova libreria aperta a Milano in zona P.ta Romana da qualche mese.

Uno spazio unico nel suo genere, primo in Italia, con più di 1000 mq

dedicati alla contaminazione tra leggere, navigare, pensare, ideare e scoprire. Divani, poltrone e sgabelli fino ad un tavolo da 20 metri per scrivere e condividere idee; tre meeting room, varie zone di co-working, wifi libero ed un gourmet bar per fare da cornice ad un progetto ambizioso ma di sicuro nella giusta direzione.

OPEN è prima di tutto una libreria, con una selezione di libri decisamente ottima e ricercata, un luogo dove trovare il titolo che cercavi da tempo e anche quello appena uscito. Dove però regna il relax, e lo si capisce subito. Spazi e funzioni diverse che dialogano tra loro in modo ottimale creando ambienti accoglienti e unici arredati grazie alla collaborazione della azienda italiana di design Lago ed il progetto di UdA Architetti.

Tablet, e-reader, quotidiani da tutto il mondo, app, assistenza continua, ospitalità e cortesia per condire uno spazio che mancava sul panorama non solo milanese ma italiano.

open_1

open_2

Come detto, contaminazione perché qui coesistono varie nature dai lettori ai professionisti che siedono nelle aree di co-working, fino al momento dell’aperitivo in cui ogni giorno è possibile incontrare e parlare con persone sempre diverse ed alla ricerca di nuovi progetti.

Un calendario ricco di programmi da workshop a laboratori fino a presentazioni ed incontri pensati per tutto il target variegato ed esigente di OPEN. Il corner food offerto da Ottimomassimo aderisce al progetto in modo impeccabile diventando sia risorsa per i clienti che punto focale nell’ottica di questo nuovo progetto.

A breve si aggiungerà una terrazza di 250 mq per usufruire anche di uno spazio esterno. Un luogo che merita una visita ma state attenti, una volta passati non potrete che voler tornare presto.

open_3 open_4 open_5 open_6

Info: viale Monte Nero 6, Milano | www.openmilano.com

_

food / lifestyle

L’ABBOTTEGA DI VIA MURATORI

Una bottega (o meglio l’Abbottega), ma anche e soprattutto un ristorante che rimane aperto dal mattino al dopo-cena.
Dalla colazione e  senza saltare alcun pasto, le proposte della cucina pescano gli ingredienti dalla tradizione, quella di Lazio, Umbria e Maremma Toscana.
Come suggerisce il nome, qui si può entrare anche per comprare gli ingredienti e cimentarsi nella cucina di casa propria dopo aver sbirciato a lungo tra i prodotti esposti e che portano sull’etichetta ben impresso il nome Abbottega. 
Questa prima volta tra le pareti in mattoni sbiancati di via Muratori abbiamo provato il brunch che ogni sabato e domenica viene proposto dalle 11 alle 16.  
Un sostanzioso menù da 18 euro che comprende, oltre a pane sciapo tostato viterbese, burro e marmellata, fojetta di vino e succo d’arancia, anche la scelta di tre portate tra uova, primi caldi, carne, verdure e dolci.
Menzione speciale per la cheese cake, dolce conclusione accompagnata da caffè, per questa volta espresso e non americano.

Abbottega
via Muratori 11, Milano.

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano