ARCHITECTURE

PIET OUDOLF

Piet Oudolf, a molti suona famigliare ad altri risuona come un nome esotico. Dietro a questo nome si impersona uno dei più acclamati landscape designer di oggi.

Il suo approccio progettuale ha cambiato la prospettiva di come oggi si costruisce un giardino, dove prima veniva data priorità alle proprietà dell’inflorescenza come il colore e la forma, con Piet, il focus diventa la pianta stessa.

Ora il design orbita attorno alla pianta come struttura fisica. Le specie selezionate sono elevate a diventare un corpo osservato e apprezzato durante tutto l’anno, anche nei mesi freddi e “morti” dell’inverno. Per Piet la pianta diventa un corpo architettonico di cui si apprezzano la creazione; la struttura; l’apice con la fioritura; la produzione del frutto e dei suoi semi; la disseccazione invernale, e di nuovo la resurrezione coi primi tepori, quando le condizioni climatiche sono favorevoli. con lui si impara che lo spettacolo della natura in un giardino è apprezzabile tutto l’anno, la sua arte va osservarla durante tutto il periodo di trasformazione.

I suoi progetti sono delle opere d’arte in cui ogni centimetro quadrato è ben selezionato per inserire la perfetta varietà di piante. Il risultato è spettacolare. Un’esplosione di bellezza naturale che cresce dalla terra donandoci una composizione mai vista prima.

Ogni elemento funziona perfettamente coll’altro, ma non ci da l’idea di essere studiato al centimetro, al contrario sembra essere il caos a regolare tanta bellezza.

Piet è colui che ha riportato alla moda il concetto di comunità delle piante, nella quale si crea un’armonia non solo visuale ma anche biologica, in cui tutto funzione con un’acutezza ecologica. Piet preferisce infatti utilizzare specie autoctone, che fanno parte del luogo, e reintegrano i protagonisti dell’ambiente come le api e gli uccelli che contribuiscono alla fertilizzazione delle piante per la loro riproduzione, e al contempo si sfamano.

Piet Oudolf ha realizzato progetti importanti in giro per il mondo, fra questi:  la High Line a New York, Millennium Park a Chicago e Battery Park a New York.

Credits: oudolf.com

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano