DESIGN

COLORS AND GLASS

Non vogliamo parlare di trend (anche se lo è) ma di bellezza, perché i diversi prodotti che nel corso dei mesi abbiamo pubblicato in vetro colorato ci piacciono senza se e senza ma.

Una mini classifica di tre prodotti, comun denominare è il materiale:

Shimmer disegnato da Patricia Urquiola per Glas Italia, da osservare rigorosamente sotto una fonte di luce per apprezzarne il gioco cromatico dato dalle sfumature;patricia-urquiola_shimmer_2

Shaping Colour dello Studio Germans Ermičs, tove l’incastro tra forme curve e perpendicolari danno vita ad un movimento di linee accentuato dalle sfumature di colore;Shaping_Colour_Germans_Ermics_simpleflair_low-table

Orizon e Galilea Table disegnato da Ini Archibong, sono la combinazione tra vetro colorato e marmo, tra giochi di luci e illusioni ottiche con i colori che virano dal rosa al blu più intenso.Orion_Galilee_1-1

C’è solo l’imbarazzo della scelta.

DESIGN

FROM CHURCH TO CREDENZA

Credenza è una collezione di mobili esposti da Spazio Pontaccio per la Design Week che strega e intriga, in primis per nasce con l’idea di conciliare lo stile contemporaneo di Patricia Urquiola con l’espressività artistica di Federico Pepe – fondatore di Le Dictateur.

Questi mobili dal forte carattere uniscono un design tecnico, a tratti sinuoso a tratti spigoloso, con l’uso di materiali tradizionali declinati in una nuova forma.

Ispirandosi alle grandiose vetrate della chiesa di Sainte-Chapelle di Parigi, il duo ha voluto inserire nel loro progetto il vetropiombo così da riprendere una delle tecniche di lavorazione più antiche nella cultura italiana ad oggi pressoché abbandonata.

Ma quello che incanta maggiormente è l’accostamento della variazione di blu del corpo della credenza con le linee decise delle vetrate tonde.

Quest’ultime sono in effetti elaborate in funzione del concetto di luce, che da dentro spinge il profilo della credenza oltre i suoi limiti spaziali.

Un oggetto unico, per unire tradizione e innovazione.

credits: spaziopontaccio.it

DESIGN

WINK

Wink è un emblema anni Ottanta, disegnata da Toshiyuki Kita, e rappresenta un modo di concepire lo spazio abitativo che solo dopo decenni sarebbe diventato comune. Stile informale, con humor e senso pratico, è tra gli oggetti che hanno permesso al design di fare curve inaspettate, per cambiare rotta o tornare sul sentiero rettilineo.

Posizione regolabile, struttura in acciaio, la possibilità di personalizzare tessuti e le celebri orecchie di Topolino sono solo alcuni degli aspetti che permettono a Wink di essere ancora un pezzo forte del catalogo Cassina fino alle ultime MutAzioni presentate in occasione di Imm Cologne 2016.

DESIGN

SHIMMER, Patricia Urquiola

Una delle designer di talento e più creative del momento, Patricia Urquiola ha progettato per Glas Italia la collezione SHIMMER, una linea realmente seducente. Presentata al Salone del Mobile 2015, designer e architetto di origine spagnola residente a Milano, famosa per i suoi originali design di oggetti e arredamento crea una collezione di tavolini, mensole e scaffali magici e di assoluto fascino.

Esponendoli ad una fonte di luce o ammirandoli da diverse angolazioni percepiamo un gioco cromatico emozionante.

Ogni prodotto è stato progettato con un idea di immaterialità, composti da cristallo stratificato e incollato che si intersecano tra loro, frantumando lo spazio e la materia dell’altro. Sono prodotti in una speciale finitura multi-cromatica iridescente, questa combinazione crea una finitura semi-trasparente, con successivi riflessi brillanti e uno spettro di luce rifratta, estratta dalle morbide forme tondeggianti diffondendo nell’ambiente un senso di bellezza indefinibile.

patricia-urquiola_shimmer_2 patricia-urquiola_shimmer_3 patricia-urquiola_shimmer_4

DESIGN

B & B ITALIA – MDW 15

La linea di arredi da esterni disegnata da Patricia Urquiola per B&B Italia prende il nome “Butterfly  dalla forma a “farfalla” disegnata dall’angolo esterno del bracciale affiancato allo schienale. Il divano fonda il proprio sistema compositivo sul principio della modularità e dall’accostamento tra elementi diversi nascono composizioni libere e versatili, adatte ad esigenze diverse.URQUIOLA_BUTTERFLY_4

Per realizzare un divano angolare o uno lineare l’elemento base da cui partire è in ogni caso il pouf, perno centrale a cui accostare, tramite semplici giunzioni,lo schienale e/o il bracciolo.

Forme sinuose, morbide, accoglienti, per portare anche in situazioni outdoor lo stesso comfort dei divani indoor.

credits: bebitalia.com

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano