INTERIORS

LATEST FROM UBALT

L’ultimo progetto firmato Ubalt non racconta la storia di una classica ristrutturazione, non si tratta infatti di un’abitazione e nemmeno di uno spazio commerciale.

Quasi centro metri quadri a Parigi per uno studio destinato alla fisioterapia, con la necessità di aggiungere nuovi spazi e la risposta degli architetti trae ispirazione proprio dall’attività che viene svolta all’interno.

 

 

Il lessico cromatico del corpo umano

Ogni elemento, materiale e tessuto evoca il rapporto con il corpo umano, senza dimenticare un obiettivo importante del progetto come quello di rendere accogliente un ambiente dalle dimensioni ridotte.

L’altezza considerevole degli spazi è sottolineata da elementi di tessuto che ne sottolineano la verticalità, celando e evidenziando le funzioni distribuito lungo le pareti, mentre il colore dominante è il rosa tenue che richiama il colore della pelle.

Il lessico cromatico generalmente associato al corpo viene utilizzato nelle scelte progettuali, realizzando un ambiente dove cura e benessere sono al centro del concept sviluppato dal team di architetti parigini.

INTERIORS

DAUPHINE APARTMENT IN PARIS

Entrare all’interno dell’appartamento Dauphine è come ritrovarsi in un turbine di spunti progettuali: a primo impatto il progetto appare minimale, con il vuoto utilizzato per riempire gli spazi, ma un occhio più attento non può non notare la rimarcata creatività nel rispondere ad esigenze concrete con proposte inusuali.

E’ un percorso dall’ingresso fino alla ricerca dei singoli arredi, fondamentali per un progetto dove non si ricorre alla confusione per nascondere il progetto: qui tutto è chiaro e immediato.

Lo studio RMGB ha realizzato un pied-à-terre di 50mq a Parigi, utilizzando in ogni scelta funzionale ed estetica lo stesso codice progettuale, con un risultato finale di sicuro effetto.

L’ingresso è concepito come un filtro neutro tra l’esterno e l’interno, un percorso per arrivare all’ambiante principale disegnato per ottenere uno spazio fluido dove le divisioni interne non sono nette ma soltanto suggerite.

Ad imporsi nell’ambiente principale il salotto con i volumi rossi dei divani e la superficie bianca in corian della cucina, un ampio spazio di lavoro dove notare oltre al minimalismo assoluto, i ripiani in materiali diversi, affiancati ognuno con una funzione: la spugna per i piatti bagnati, il marmo come tagliere e il sughero per i contenitori ancora caldi. In questo modo gli aspetti funzionali della cucina, come i fornelli, si mimetizzano tra quelli decorativi come i piani in materiali eterogenei.

Oltre al corona e al cemento l’appartamento Dauphine è scaldato dalla presenza del legno, per i volumi del salotto, nella camera da letto e nel bagno ispirato ai parrucchieri d’un tempo con i suoi vani portaoggetti.

Ultimo elemento funzionale è il pannello divisorio da aprire e chiudere elettronicamente per adattare lo spazio alle diverse esigenze, nei giorni dedicati alla privacy e quelli più adatti ad uno spazio totalmente open.

credits: www.rmgb.fr

INTERIORS

RUE DU JAPON: A WONDERFUL MIXTURE OF DESIGN

È un appartamento di 150mq con giardino a Toulouse. Due piani di ambienti moderni, dominati dal bianco, il nero e il caldo colore del legno, che accentuano l’atmosfera familiare senza rinunciare all’austerità del design contemporaneo.

Il progetto è dello studio RMGB di Parigi, il cui buon gusto ed ecletticità non hanno bisogno di presentazioni.

JAPON_11

Questa volta, la sfida intrapresa era quella di rinnovare una vecchia struttura cittadina, coniugando diversi stili e influenze ma mantenendo al contempo l’ambiente piacevolmente vivibile per una famiglia.

Al secondo piano, tutto è monolitico: la stanza del figlio progettata come una camera d’hotel, il vanity del bagno in Corian, e la doccia che appare come un cubo in vetro fumè. Al primo piano invece i toni della stanza della figlia sono più tenui e il bagno, rivestito in cemento ha come protagonista la vasca Vieques di Patricia Urquoila.

Il tutto conduce al piano terra dove due atmosfere si contrappongono con forza. Mentre la cucina e l’entrata rispondono a canoni di design più contemporanei con decorazioni scure e pavimenti in betulla, la sala da pranzo/soggiorno presenta caratteristiche più classiche – in primis il parquet a spina di pesce.

E, a fare da sfondo alla transizione fra questi due ambienti, un’amplia vetrata apre l’interno della casa verso il ricco e pacifico giardino.

Inutile dire, ci siamo innamorati del risultato.

JAPON_15

credits: www.rmgb.fr

ARCHITECTURE / INTERIORS

APPARTEMENT TROCADERO

E’ un nome ricorrente tra le pagine di riviste e siti web di settore e sembra essere destinato ad entrare nell’olimpo dei progettisti più richiesti. Rodolphe Parente ci ricorda Dimore Studio e lo fa con una coerenza stilistica propria, fatta di un’eleganza innata e una sperimentazione che lo ha condotto a progetti da copertina.

L’appartamento in questione è a Parigi, 350 metri quadri nel quartiere Trocaderò in un contesto di pregio dove il rispetto dell’esistente era essenziale da coniugare con una consistente collezione d’arte e design dei proprietari.

Il risultato riesce ad essere spontaneo, nonostante i materiali scelti siano sofisticati, e caldo, adatto alla vita familiare.

Marmo e ottone tornano in ogni stanza con audacia, ma a questi materiali freddi se ne affiancano altri caldi, come i tessuti, il legno di quercia e noce con un colpo di coda finale tutto dedicato all’arte dei singoli pezzi della collezione posizionati con maestria all’interno di ogni ambiente.

credits: rodolpheparente.com, Olivier Amsellem.

ARCHITECTURE / INTERIORS / TRAVEL

LA DEMEURE, PARIS

Se non avete mai osato combinare stili diversi ed ardite a conoscerli ed interpretarli, non potete tralasciare La Demeure. Albergo recentemente riaperto, dopo il restylIng  dello studio Flavie+Paul; che nel loro sito  si presentano così: ”Il disegno complessivo è un processo innovativo necessario per le imprese:

la creazione di un prodotto e la sua produzione, i luoghi di produzione e di vendita e la stessa immagine,  sono progettati congiuntamente e nella loro interezza.

Questo approccio multidisciplinare garantisce la coerenza e la creatività del progetto. Il design globale è un investimento strategico indispensabile per il vostro business.”

 

 Due giovani designer, Flavie Papin e Paul Jouan, che portano un alto livello creativo con una totale reinterpretazione dello stile parigino: “La famiglia Cauet è stata una grande influenza per noi e per l’impegno verso questo albergo. L’idea di avere un posto arredato  quasi come se fosse una casa, accogliente e con un senso di benvenuto, e al contempo confarsi allo stile rigoroso di Haussmann e al suo carattere francese.

Rendendoci conto delle necessità dei  clienti e di  come reagivano all’interno delle  stanze d’albergo, abbiamo voluto iniettare un pratico e funzionale approccio all’aspetto, alla composizione e alla decorazione, l’idea rimane sempre quella di far sentire a casa il cliente.”

LA_DEMEURE_7E da questo elegante ingresso con una facciata bianca e dalle ringhiere che fanno eco ad uno stile liberty si passa alla Rececption ben illuminata e super moderna; un open-space che gode di una  pavimentazione ad intaglio colorato in legno dalle essenze diverse, comode poltrone ed un largo e funzionale tavolo dove  dei graziosi pouf cilindrici e da un computer si può accedere ai diversi servizi dell’albergo. Il Lounge space ha tinte decise: nero, rosso e bianco, smorzati da moquette morbide e poltrone in tinta color cammello. Gli spazi comuni sono  vivaci e conviviali ed includono al loro interno la Pasticceria Carl Marletti , la Caffetteria the Brûlerie des Gobelins e la veranda  al pianterreno, dove la  colazione vi verrà servita dalle 7 alle 10, avvolti dalle incantevoli carte da parati De Gournay  che vi porteranno in un’esotica foresta tropicale. Se questo vi sembra troppo, potrete sempre tornare a rilassarvi  in un gusto un po’ retrò, immergendovi nelle grandi vasche da bagno che troverete una volta oltrepassato delle diafane tende stampate all’interno delle camere.LA_DEMEURE_2 LA_DEMEURE_7 LA_DEMEURE_10

credits: Kristen Pelou



Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano