ARCHITECTURE

UNA PASSERELLA SU MILANO

Nel 1865, in una Milano appena affacciata all’industrializzazione e alla modernità, venne realizzata l’eclettica Galleria Vittorio Emanuele. Autore di quello che divenne il più famoso salotto milanese fu Giuseppe Mengoni che morendo nel 1877 la lasciò incompiuta. Un incompiuto non colto e non raggiungibile dallo sguardo dell’osservatore. Sguardo rivolto verso l’alto per Milano che, dopo 138 anni, mostra al pubblico un modo differente di concepire la Galleria Vittorio Emanuele: non più tra le vetrine e i famosi caffè, bensì al di sopra di essa.

Una passerella lunga 250 metri attraverserà la galleria in tutta la sua lunghezza, unendo piazza Duomo a piazza della Scala, offrendo una vista mozzafiato dall’alto verso il basso.

Le originali passerelle ideate per la manutenzione della copertura vetrata rivivono per la città di Milano come collegamento visivo  tra il centro storico sottostante e l’imponente complesso di City Life all’orizzonte.  Paolo_Favole_2

In una commistione tra antico e moderno il “terzo passaggio”  verrà progettato dall’architetto Paolo Favole e realizzato da Seven Stars Galleria in collaborazione con Alessandro Rosso Group.

L’inaugurazione avverrà poco prima dell’apertura di Expo Milano 2015. L’accesso sarà possibile tutti i giorni, dalle 7 alle 23, tramite due ascensori veloci posti all’interno del cortile di Via Silvio Pellico 2, adiacente a piazza Duomo.

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano