DESIGN

ARTHUR HOFFNER, FOUNTAINS

Un progetto scoperto durante l’ultima edizione di Operae, quello di Arthur Hoffner è un lavoro che ci ha subito colpito per la sua forza comunicativa.

Idea e realizzazione si sono completati con un’alchimia misurata e colorata che non è passata inosservata.

Designer francese, classe 1990, Arthur ci ha raccontato il suo approccio al progetto come racconto sulle forme, sui dettagli, sulle apparenze contemporanee. Oggetti con un legame tra forme antiche ed applicazioni, materiali e colori protagonisti della nostra società.

un’alchimia misurata e colorata

Fountain è d’impatto.

Un’ambientazione domestica, quasi una natura domestica, che suscita una sensazione di meraviglia. Oggetti all’apparenza inutili ma al contrario utili al nostra esigenza di avere ed essere protagonisti dell’effimero.
Al limite tra gadget e magia, questo progetto si relaziona tra materia e acqua in movimento. Oggetti d’uso comune, come spugne, imbuti e tubi combinati e composti per generare un ciclo infinito d’acqua.

Come una metafora della quotidianità.


 

 

agenda / interviews

5 OGGETTI DI ALICE STORI LIECHTENSTEIN

In occasione di Operae, la fiera dedicata al design indipendente a Torino, incontriamo Alice Stori Liechtenstein, la curatrice per l’edizione 2017.

Alice Stori Liechtenstein per l’edizione 2017 di Operae ha individuato nel tema Why Design la lente interpretativa con cui guardare ai progetti esposti dal 3 al 5 Novembre a Torino, quest’anno all’interno del Lingotto.

Oggi la curatrice si racconta attraverso 5 oggetti, senza limiti di genere, funzione e forma, perché su simple flair all is design.

La curatrice di Operae 2017

I 5 oggetti di Alice Stori Liechtenstein:

La Superleggera di Gio Ponti. Elegante, non pretenziosa, senza tempo. Appare fragile ma é incredibilmente stabile e comoda perché fatta ad arte. Trovo che sia la sedia per eccellenza.

• La penna di Muji. Mi piace prima di tutto come scrive, ma anche la sua neutralità, il fatto che non ci sono scritte. Ne ho sempre una dietro e non m’importa di quale colore.

• Moleskine. Si abbina perfettamente alla penna ovviamente. Ho sempre dietro un taccuino perché amo scrivere liste di cose e quando mi annoio disegno. Preferisco il formato piccolo con la carta spessa.

• La caffettiera Bialetti. Mi piace il rumore che fa il caffè uscendo, mi piace la semplicità dell’oggetto. Per me é la quintessenza dell’italianità. E poi dura una vita.

• Tavolo Isochrone di mischer’traxler. È un tavolo che mischer’traxler hanno realizzato per me durante il loro soggiorno a Schloss Hollenegg. È un oggetto prezioso ma fatto però con materiali semplici.

Photo Credit: Cassina, Muji, Moleskine, Bialetti, mischertraxler.com

agenda / DESIGN / EXHIBITIONS

DOVE CI VEDIAMO IN AUTUNNO?

Un autunno che racconta il design da tanti punti rivista, attraverso manifestazioni diverse e complementari che ruotano intorno al mondo del progetto e lo rendono protagonista.

• Biennale di design di Lubiana. La venticinquesima edizione della edizione più longeva dedicata al design è stata affidata alla curatela dell’italiana Angela Rui e della slovena Maja Vardjan e si intitola “Faraway, So close”. Incursioni dai maggiori protagonisti del mondo del progetto per raccontare il progressivo ritorno alle campagne attraverso la Biennale di Design in corso fino al 25 Novembre.

• Brera Design Days. come recita il sito web: “un ciclo di incontri, mostre, workshop incentrati sul tema Progetto e innovazione tra digitale e territorio”. Per continuare il dialogo tra Milano e il design l’appuntamento è in Brera dal 6 al 12 ottobre.

• Venice Design Week. Anche Venezia ha la sua design week ed è aperta non solo agli addetti al settore ma anche ad appassionati e curiosi alla ricerca di nuovi stimoli tra esposizioni, workshop e eventi. Quello dal 7 al 15 ottobre è un bel periodo per tornare a Venezia, da non sottovalutare la concomitanza con la Biennale d’Arte.

Tutti gli appuntamenti da non perdere

• Milano Design Film Festival. Una manifestazione che utilizza codici espressivi del linguaggio audiovisivo per raccontare la cultura del progetto. Film d’autore e di registi esordienti per svelare modi d’abitare, design, architettura, city planning e sustainability. L’appuntamento è al Cinema Anteo dal 19 al 22 Ottobre.

• Operae. l’edizione curata da Alice Stori Liechtenstein offre una lettura più aperta del design, dai confini indefiniti e con la voglia di innescare un cambiamento. A Torino dal 3 al 5 Novembre.

Ordine Disordine Caos. Arriva il secondo appuntamento della trilogia curata da Riccardo Crenna e Simona Flacco di simple flair con Davide Fabio Colaci per The Box Milano, supportati da Arper. Il secondo appuntamento indaga il tema del disordine attraverso il progetto di Astrid Luglio. L’appuntamento è il 29 Novebre da The Box Milano, in Piazza Bertarelli 4. Qui è vietato mancare!

Photo Credit: Visit Lubiana, MDFF.

DESIGN / EXHIBITIONS

SEA ME NOW

Studio Nienke Hoogvliet ha una vocazione personale e poetica verso il design e nella sua sede di Deft  ne esplora diverse applicazioni, dal tessuto al prodotto.
L’interesse verso i materiali naturali viene espresso nella sua totalità attraverso il progetto Sea me Now, una collezione che utilizza le alghe come materiale di progetto.

NH-SEAWEED_2

una collezione che utilizza le alghe come materiale di progetto

Ogni pezzo della collezione è realizzato a partire dalle alghe e durante le diverse lavorazioni da ogni scarto viene ricavato un  nuovo prodotto o una sua componente, in pratica nulla è lasciato al caso ed è il risultato di anni di studio.

La ricerca sulle potenzialità delle alghe condotto dallo studio Nienke Hoogvliet ha portato alla produzione di una gamma di materiali: un filato, un colorante naturale con una palette cromatica varia e una bio-plastica.

Per dimostrare tutte queste applicazioni lo studio olandese ha sviluppato la collezione Sea Me Collection, dalle sedute al tavolo fino alle ciotole tutto è realizzato partendo dalle alghe, e dopo averla toccata con mano ad Operae possiamo dire che in questo caso ricerca, sostenibilità e valore etico riescono a trasformarsi nella pratica in collezione vendibile, dove l’estetica non è quella del DIY ma del design da galleria.

NH-SEAWEED_2

agenda / EXHIBITIONS

OPERAE 2015

Operae per la sua sesta edizione continua ad essere l’appuntamento annuale dove design, artigianato, impresa, distribuzione, istituzioni e media si incontrano a Torino per dare vita ad una manifestazione dedicata al design indipendente.

Per l’edizione 2015 l’appuntamento è dal 6 all’8 Novembre all’interno del Palazzo Cavour, nel cuore della città e tra gli esempi più significativi dell’architettura barocca del Settecento, sarà la location dove i designer selezionati potranno esporre i propri progetti.

Le candidature sono aperte fino al 18 settembre e si rivolge a designer, studi di design, artigiani, editori, gallerie di design che in questa occasione potranno esporre, entrare in contatto con aziende, stampa e pubblico per vendere i propri prodotti ed accelerare il meccanismo di crescita attraverso le sinergie che Operae attiva.

Tra le novità di questa edizione lo sviluppo curatoriale è stato affidato ad Angela Rui, editor e curatrice, per sottolineare la volontà già espressa con il titolo “Qui/Ora. Sotto effetto presente” di esprimere una rappresentazione avanguardistica del presente.

“Lo scopo” dice Angela Rui “non sarà quello di validare statement sul futuro del design ma fornire una visione d’insieme che fotografa la condizione presente dentro cui si muove il progetto, imperfetto e ingenuo, e per questo anche estremamente ingegnoso”.

Tra le attività di questa edizione anche una mostra per esporre i prodotti realizzati dalla collaborazione tra dodici designer italiani e altrettanti artigiani piemontesi, tra cui due selezionati attraverso il concorso “Young Guns” con il bando disponibile sul sito internet opere.biz rivolto a designer italiani under 28 (candidature fino al 20 luglio).

In concomitanza con Operae Torino sarà animata dall’evento Artissima Art fair dedicato alle arti contemporanee  e Contemporary Art Torino che comprende anche il festival di musica elettronica ClubToClub.

L’appuntamento è fissato, le candidature sono aperte e di buoni motivi per essere a Torino dal  6 all’8 Novembre ce ne sono molti.

Maggiori info: operae.biz

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano