DESIGN

FOGIA COLLECTION 2016

Fogia è un brand di arredamento svedese che riesce sempre a rinnovarsi e la nuova collezione che propone conferma il nostro giudizio positivo. Unendo all’utilizzo di materiali tradizionali le più moderne tecnologie, questa collezione si propone come un elegante e colorata selezione di arredi in linea con i canoni del design contemporaneo – ma non per questo banali.

Tra i pezzi della collezione, risalta senza dubbio il tavolo Supper. È un tavolo che ha infatti il pregio di coniugare l’eleganza con la funzionalità: senza nulla togliere alla sua leggerezza visiva può estendersi, così adattarsi al meglio tanto all’uso quotidiano quanto a occasioni più speciali.

FOGIA_TABLE

Invero, Fogia sembra aver concepito tutta la collezione intorno all’equilibrio fra estetica e comodità, fattore importante perché queste meraviglie del design siano vivibili oltre che belle.

FOGIA_SLING

Anche il mini sofa Sling merita una menzione speciale. Il contrasto che crea la rigida struttura in metallo a confronto con le tonalità morbide della tappezzeria è infatti il risultato di un approccio nuovo ed encomiabile alla tradizione scandinava che la pone più al passo coi tempi.

Il resto della collezione verrà presentato alla Stockholm Furniture Fair 2016 e noi siamo già impazienti di vedere cosa Fogia ci ha riservato.

 credits: fogia.se

DESIGN

METROPOLIS

La collezione Metropolis di Giacomo Moor si esprime su due fronti: quello pieno dei volumi in legno e quello lineare della struttura in ferro.

Una contrapposizione che diventa ambigua trasformando il portante in leggero, con la struttura di profili a sezione quadrata di 12 e 15 cm. I volumi in legno di noce sembrano appoggiare sui telai metallici in una sorta di equilibrio instabile, celando l’utilizzo di piani d’appoggio dietro la scelta di un materiale come il vetro.

La cura del dettaglio è evidente e aggiunge al progetto una qualità esplicita, lontana dalle produzioni seriali e propria solo dell’artigianato.

GIACOMO_MOOR_3

I volumi in legno sono, in ogni pezzo della collezione, contenitori mimetizzati nel disegno complessivo con la scelta di non usare classiche maniglie ma asole verniciate di nero.

La collezione, progettata da Giacomo Moor in edizione limitata per la Post Design Gallery, si compone di sette pezzi con libreria,consolle, scrivania, armadio, tavolino, parete attrezzata orizzontale e verticale.

La cura del dettaglio è evidente e aggiunge al progetto una qualità esplicita, lontana dalle produzioni seriali e propria solo dell’artigianato.

GIACOMO_MOOR_4 GIACOMO_MOOR_5 GIACOMO_MOOR_6 GIACOMO_MOOR_7 GIACOMO_MOOR_8 GIACOMO_MOOR_9

CREDITS: giacomoor.com, pinterest.com

DESIGN

IGLOO di FontanaArte

Innovazione, duttilità e stile, queste sono le tre parole chiave della pluridecorata azienda meneghina “FontanArte”, leader nella produzione degli spot lights a sospensione. Nata nel 1932 da Luigi Fontana e dal celebre architetto  Giò Ponti, continua a stupire lanciando sul mercato IGLOO progettata dallo Studio KLASS.

IGLOO   è  un sistema di illuminazione  modulare autoportante che, grazie ad un insieme di connessioni elettromeccaniche con curve e distanziali, consente  il collegamento consecutivo di più apparecchi (fino a duecento moduli) senza la necessità di “calate di alimentazione”  supplementari.

In questo modo il lighting designer ha la possibilità di creare composizioni aperte e flessibili. La versatilità è la chiave di questo prodotto in quanto rende possibile un’illuminazione diffusa in spazi di ogni dimensione adattandosi a qualsiasi esigenza e necessità di illuminazione con facile installazione degli elementi sia in verticale che in orizzontale.

Il modulo Igloo ed i sistemi creati con i suoi elementi sono regolabili con appositi light dimmer per sorgenti luminose a LED.

Igloo è quindi un modulo versatile, duplicabile all’infinito e modulabile, adatto sia ad ambienti contract in ambito retail, hospitality, ufficio e commercial.

“Quindi perché illuminare la nostra vita con una luce mediocre.”?

IGLOO_FONTANAARTE_2

IGLOO_FONTANAARTE_3 IGLOO_FONTANAARTE_4

IGLOO_FONTANAARTE_5

DESIGN

SELETTI WEARS TOILETPAPER, (R)EVOLUTION IS THE ONLY SOLUTION

La collezione è stata presentata in anteprima durante la Design Week di Milano in Piazza Affari, all’ombra del dito medio di Cattelan, e dopo il lancio ufficiale al Maison e Objet di settembre ora è finalmente in vendita nei negozi.

Il soggetto in questione è la collezione Seletti Wears Toiletpaper, sempre risultato del lavoro congiunto del brand di design italiano Seletti e il magazine Toiletpaper di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari.

TOILET PAPER - SELETTI


SELETTI_WEARS_TOILETPAPER_2

L’irriverente umorismo e il successo erano annunciati, quello che si aggiunge è una serie di nuovi prodotti.

Questa seconda collezione della linea dai colori pastello porta su piatti, tazze, teiere, scodelle, teglie, vassoi, saponette, specchi e ombrelli le immagini dallo humor nero, tra l’occhio con il piegaciglia e la rana nel panino.

Toiletpaper - Seletti

La combinazione è stata fatale: immagini dissacranti dal sicuro impatto e uso di materiali democratici, dalla latta alla plastica, che hanno reso arte e design accessibili.

Un approccio applicato su un’ampia gamma di prodotti, diventati cult, richiesti in tutto il mondo e in vendita dal MOMA di New York al Palais de Tokyo a Parigi.

Seletti wears Toiletpaper è, in assoluto, la gamma di oggetti per la casa più à la page proposta sul mercato in questo momento” commenta Stefano Seletti e aggiunge “Il suo carattere esclusivo non è rappresentato  dall’inaccessibilità economica ma dall’audacia intellettuale di chi sceglie di acquistarla”.

Toiletpaper - Seletti WHY ME? - SELETTI WEARS TOILET PAPER SELETTI_WEARS_TOILETPAPER_6 TOILET PAPER - SELETTI

DESIGN

ABC ITALIA: LA COLLEZIONE GIO PONTI

Tonalità crema e caffè, bicromie in rigorosi pattern geometrici, ma anche forti tinte di rosa  e blu in tensione con pallidi beige; sono questi i nuovi tappeti presentati dall’azienda italiana ABC Italia in occasione della settimana del Design a Milano.

37 fantasie prese dall’archivio di Gio Ponti, architetto, designer, pittore e scrittore, degli ultimi anni del 900′.

Pavimentazioni, quadri e decori vengono rielaborati per creare tappeti  tessuti a telaio a mano,secondo le tradizionali tecniche, e realizzati con eccezionali materie prime (come canapa, aloe, lana tibetana e seta); un progetto che  contribuisce a completare il complesso tema domestico, a cui Ponti non aveva fatto altro che soddisfare continuamente con rinomati oggetti d’arredo.

Vi potrete così aggiudicare un prodotto funzionale di alta qualità, una vera chicca per arredare la vostra casa, introducendo un pezzo di moderna ed inconfondibile eleganza.

gio_ponti_carpet_1

gio_ponti_carpet_3 gio_ponti_carpet_4 gio_ponti_carpet_5

Page 1 of 6
1 2 6
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano