INTERIORS

CASA CSF, MODERNISM REDISCOVERED

Il Movimento Moderno non è solo storia ma attualità e sul perché questo filone architettonico continui ad essere in auge potremmo parlare e scrivere per ore. Dagli arredi alle case, qualsiasi progetto parli attraverso lo stile del Movimento Moderno è destinato a rubare la scena, ad attirare l’attenzione di esperti di settori e trend forecaster.

L’occasione di seguire la ristrutturazione di un’abitazione disegnata negli anni ’40 da Zenon Lotufo a San Paolo non capita tutti i giorni e l’architetto Felipe Hess ha portato a termine questo compito bilanciando spirito conservativo e innovativo.

L’abitazione è stata ristrutturata per rispondere alle esigenze di nuovo nucleo familiare e alle abitudini di uno stile di vita contemporaneo, per questo gli spazi esistenti sono stati rinnovati e nuovi ambienti sono stati aggiunti.

 

 

Il fascino senza tempo del Movimento Moderno

Il carattere fortemente modernista è rimasto, le forme organiche sono state conservate e il nuovo volume aggiunto si appoggia delicatamente a quello esistente in completa armonia con il resto della costruzione.

Il Movimento Moderno continua a parlare un linguaggio contemporaneo, con interventi di ristrutturazione o meno, le forme e gli stili raccontano progetti emozionali.

 

Photo Credit: Fran Parente

Realated post:

agenda / DESIGN / EXHIBITIONS / lifestyle

I MIGLIORI EVENTI DI DESIGN DEL 2016 E DOVE ANDARE NEL 2017

Fine anno, tempo di bilanci e classifiche, non solo per ricordare quello che è stato ma provare a immaginare quello che accadrà il prossimo anno. Oggi i fari sono puntati su eventi, fiere, design week e tutto il bagaglio di appuntamenti annuali che nel 2016 hanno animato un settore dove la ricerca passa sempre di più attraverso queste occasioni di incontro. Non solo una classifica dalla posizione numero dieci alla numero uno per indicare quello che ci è piaciuto di più, ma per ipotizzare quali saranno gli eventi imperdibili del prossimo anno.

Il design e i suoi appuntamenti 

10. DESIGN MIAMI. Decima posizione solo perché l’edizione 2016 non si è ancora svolta, ma dalle anticipazioni ci sarà molto da vedere e rimane l’appuntamento annuale più interessante per chi ama le gallerie di design con le loro collezioni esclusive. Non vediamo l’ora di scoprire la collezione di Cristina Celestino per Fendi.

9. MAISON&OBJET. Continua la sua espansione con nuove edizioni in giro per il mondo e rimane di grande interesse, anche solo perché con l’edizione di gennaio è tra i primi appuntamenti annuali dove scoprire cosa si vedrà durante tutto l’anno.

8. IMM COLOGNE. Se quello di Parigi è uno dei primi eventi dell’anno, quello di Colonia ha il primato assoluto e si propone proprio come anticipazione di quello che sarà presentato durante le design week successive.

7. ICFF. Siamo a New York City e l’edizione 2016 ha sicuramente segnato una sua importante crescita, più contenuti interessanti e maggiore partecipazione mediatica dal resto del mondo. Aspettiamo solo di vedere se quella del 2017 ne sarà la conferma.

6. NORTHMODERN. Mecca degli amanti del design nordico si pone come obiettivo quello di trasformare Copenhagen in uno dei punti di riferimento per brand di design e lifestyle.

5. MODERNISM WEEK. Non è una fiera, qui non si decide di andare per scoprire novità di settore, qui si partecipa per scoprire tesori del Modernismo generalmente chiusi al pubblico.

4. LONDON DESIGN FESTIVAL. Non è un mistero, Londra aspira ad assomigliare alla kermesse milanese dedicata al design, con un calendario fitto di eventi oltre che alla presentazione di prodotti. Non è nella top 3 ma la voglia di esserlo è chiara.

3. DUTCH DESIGN WEEK. Qui il contenuto è di ricerca, spesso legato alle scuole e ai giovani designer, ed è proprio questo fattore ad aumentare il ranking. Una visione chiara che dovrebbe diventare contagiosa.

2. BIENNALE VENEZIA. Ricca di contenuto, con un’atmosfera propria dell’architettura più che del design, quella di Aravena sarà per le prossime edizioni un termine di paragone difficile da superare. E’ in corso fino a Domenica e per aiutarvi ecco la nostra guida per non perderne il meglio.

1. MILAN DESIGN WEEK. Nonostante tutto e nonostante tutti Milano, se bisogna sceglierne una, rimane la capitale del design. E’ questo l’evento più atteso ma deve essere anche uno stimolo a fare sempre meglio, aggiornarsi e rinfrescarsi con nomi nuovi e un’immagine meno storica, più contemporanea. Orgoglio italiano, copiato in tutto il mondo, l’unica versione originale di questa design week è quella di Aprile da vivere a Milano. L’anno scorso vi abbiamo raccontato day by day il nostro programma, bisogna aspettare ancora qualche mese per scoprire cosa faremo per la prossima edizione.

DESIGN

MODISTE FURNITURE

Rivisitatori del modernismo; così si definiscono, secondo le loro stesse parole, gli architetti d’interni che hanno fondato e ideato “Modiste Furniture”. Di base a Rotterdam, Joeri Horstink e Jelle Baars hanno realizzato una collezione d’impatto e coerente; basata su concetti chiari e decisi. Materiali li lunga durata, pregiati e non solo con una cura speciale per il dettaglio, sia materico che costruttivo.

Nuove prospettive per una tradizione modernista che strizza l’occhio ai trend senza dimenticare le linee del passato e la qualità del progetto. Anche lo sguardo meno attento, ad una vista d’insieme, ne percepisce subito la coerenza e la forza stilistica; versatili ma di carattere.

Materiali li lunga durata, pregiati e non solo con una cura speciale per il dettaglio, sia materico che costruttivo.

Modiste_Furniture_2

Modiste_Furniture_3

Modiste_Furniture_4 Modiste_Furniture_5

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano