DESIGN

METROPOLIS

La collezione Metropolis di Giacomo Moor si esprime su due fronti: quello pieno dei volumi in legno e quello lineare della struttura in ferro.

Una contrapposizione che diventa ambigua trasformando il portante in leggero, con la struttura di profili a sezione quadrata di 12 e 15 cm. I volumi in legno di noce sembrano appoggiare sui telai metallici in una sorta di equilibrio instabile, celando l’utilizzo di piani d’appoggio dietro la scelta di un materiale come il vetro.

La cura del dettaglio è evidente e aggiunge al progetto una qualità esplicita, lontana dalle produzioni seriali e propria solo dell’artigianato.

GIACOMO_MOOR_3

I volumi in legno sono, in ogni pezzo della collezione, contenitori mimetizzati nel disegno complessivo con la scelta di non usare classiche maniglie ma asole verniciate di nero.

La collezione, progettata da Giacomo Moor in edizione limitata per la Post Design Gallery, si compone di sette pezzi con libreria,consolle, scrivania, armadio, tavolino, parete attrezzata orizzontale e verticale.

La cura del dettaglio è evidente e aggiunge al progetto una qualità esplicita, lontana dalle produzioni seriali e propria solo dell’artigianato.

GIACOMO_MOOR_4 GIACOMO_MOOR_5 GIACOMO_MOOR_6 GIACOMO_MOOR_7 GIACOMO_MOOR_8 GIACOMO_MOOR_9

CREDITS: giacomoor.com, pinterest.com

DESIGN

SELETTI WEARS TOILETPAPER, (R)EVOLUTION IS THE ONLY SOLUTION

La collezione è stata presentata in anteprima durante la Design Week di Milano in Piazza Affari, all’ombra del dito medio di Cattelan, e dopo il lancio ufficiale al Maison e Objet di settembre ora è finalmente in vendita nei negozi.

Il soggetto in questione è la collezione Seletti Wears Toiletpaper, sempre risultato del lavoro congiunto del brand di design italiano Seletti e il magazine Toiletpaper di Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari.

TOILET PAPER - SELETTI


SELETTI_WEARS_TOILETPAPER_2

L’irriverente umorismo e il successo erano annunciati, quello che si aggiunge è una serie di nuovi prodotti.

Questa seconda collezione della linea dai colori pastello porta su piatti, tazze, teiere, scodelle, teglie, vassoi, saponette, specchi e ombrelli le immagini dallo humor nero, tra l’occhio con il piegaciglia e la rana nel panino.

Toiletpaper - Seletti

La combinazione è stata fatale: immagini dissacranti dal sicuro impatto e uso di materiali democratici, dalla latta alla plastica, che hanno reso arte e design accessibili.

Un approccio applicato su un’ampia gamma di prodotti, diventati cult, richiesti in tutto il mondo e in vendita dal MOMA di New York al Palais de Tokyo a Parigi.

Seletti wears Toiletpaper è, in assoluto, la gamma di oggetti per la casa più à la page proposta sul mercato in questo momento” commenta Stefano Seletti e aggiunge “Il suo carattere esclusivo non è rappresentato  dall’inaccessibilità economica ma dall’audacia intellettuale di chi sceglie di acquistarla”.

Toiletpaper - Seletti WHY ME? - SELETTI WEARS TOILET PAPER SELETTI_WEARS_TOILETPAPER_6 TOILET PAPER - SELETTI

DESIGN

ABC ITALIA: LA COLLEZIONE GIO PONTI

Tonalità crema e caffè, bicromie in rigorosi pattern geometrici, ma anche forti tinte di rosa  e blu in tensione con pallidi beige; sono questi i nuovi tappeti presentati dall’azienda italiana ABC Italia in occasione della settimana del Design a Milano.

37 fantasie prese dall’archivio di Gio Ponti, architetto, designer, pittore e scrittore, degli ultimi anni del 900′.

Pavimentazioni, quadri e decori vengono rielaborati per creare tappeti  tessuti a telaio a mano,secondo le tradizionali tecniche, e realizzati con eccezionali materie prime (come canapa, aloe, lana tibetana e seta); un progetto che  contribuisce a completare il complesso tema domestico, a cui Ponti non aveva fatto altro che soddisfare continuamente con rinomati oggetti d’arredo.

Vi potrete così aggiudicare un prodotto funzionale di alta qualità, una vera chicca per arredare la vostra casa, introducendo un pezzo di moderna ed inconfondibile eleganza.

gio_ponti_carpet_1

gio_ponti_carpet_3 gio_ponti_carpet_4 gio_ponti_carpet_5

DESIGN

BBDW: L’ARTIGIANATO MADE IN U.S.A ARRIVA A MILANO

Dopo lo showroom al 5 di Crosby Street a Manhattan il design artigianale di BBDW arriva a Milano, nel quartiere 5vie già alla ribalta per l’ultima Design Week.

Il brand a stelle e strisce porta in Italia gli arredi e le ceramiche disegnate dal fondatore Tyler Hays ma anche i lavori di progettisti americani contemporanei cone Lindsey Adelman, David Weeks, Roll & Hill e Kieran, tra lampade e sculture.

BBBDW_MILANO_1

BBBDW_MILANO_2

Il risultato del lavoro di un designer-imprenditore dal passato tra pittura e scultura si esprime attraverso la ricercatezza del design nordico e la qualità artigianale di tavoli, sedie, divani e complementi tutti interamente realizzati a mano nel laboratorio di Philadelphia.

Un nuvo esordio americano con scenografia meneghina, difficilmente si poteva immaginare  che un americano potesse fare lezione di artigianato in Italia.

BBBDW_MILANO_4 BBBDW_MILANO_5

DESIGN

PEDRALI MDW 2014

La collezione 2014 di Pedrali  si arricchisce di cinque nuove famiglie di prodotti, sulla scia delle proposte precedenti per ricerca, design, funzionalità. Prodotti per la casa, l’ufficio e spazi pubblici caratterizzati da una forte innovazione tecnologica affiancata alla centralità del legno, dell’imbottito e dei materiali plastici.

Tra le novità non solo la prima collezione dedicata ai più piccoli ma una famiglia di sedute di legno, poltroncine imbottite, tre sgabelli alti e due complementi arricchiscono le proposte precedenti di Pedrali.

PEDRALI_MDW_1

Continuano le collaborazioni con diversi designers, tra cui Marc Sadler e Claudio Dondoni, e le nuove proposte vengono anche presentate con il linguaggio innovativo di Pedrali, dallo stand progettato in occasione del Salone del Mobile dallo studio Migliore+Servetto Architects al Magazine Pedrali New Ideas con composizioni geometriche scattate dall’alto per comprendere varietà forme e proporzioni.

pedrali.it
PEDRALI_MDW_3 PEDRALI_MDW_4

Page 1 of 6
1 2 6
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano