lifestyle

MICRO PARCHI DI NEW YORK

Le nuove tendenze politiche delle città più importanti del mondo è senza dubbio quella di creare più spazi verdi pubblici. Nella storia grandi architetti hanno contribuito a queste verdi trasformazioni. Un esempio è il grande successo dell’High Line. A New York, oltre ai grandi parchi che disegnano e delineano le aree più importanti della città come Central Park, Battery Park o Prospect Park, esistono dei micro parchi sparsi per la città.

Proprio perché micro parchi sono più difficili da trovare e sono quindi poco vissuti dai cittadini e dai milioni di turisti.

La maggior parte di questi microspazi pubblici si trova nell’upper east side di Manhattan. E di solito sono spazi interstiziali fra due grandi building. Tra i più famosi vi sono:

Paley Park sulla 53th strada (la stessa del MOMA) tra Madison Ave e 5th Ave. Questo giardino vi stupirà, ogni persona che cammina indaffarato davanti al parco non può che rimanere stupito da questo spazio. Il giardino chiuso su due lati e aperto sul fronte strada è uno scrigno che contiene una collezione di Gladitsia triacanthos (gledischia). Il terzo lato è chiuso da una cascata d’acqua che fa da fondale sia visivo che sonoro. È un posto magico dove potersi riparare dal rumore della città. Progettato magistralmente da Zion and Breene Associates.

microparchi_newyork_2microparchi_newyork_6

Un altro micro parco poco esplorato è Greenacre Park. Si trova sulla 51 esima strada fra la terza e la seconda avenue, anche questo spazio vi sorprenderà. Quest’oasi verde presenta soprattutto una collezione di piante sempre verdi, non solo conifere ma anche, Rhododendri e specie a foglia larga non caduca. Anche qui il fondale è dominato da una spettacolare fontana che fa sobbalzare l’acqua su un gioco di blocchi di diversa altezza. Disegnato da Hideo Sasaki e da Harmon Goldstone.

microparchi_newyork_5 microparchi_newyork_4
microparchi_newyork_3

Altri esempi sono: The Elevated Acre, Williamson Memorial Park, McGraw-Hill Park, IBM Atrium – 590 Madison Ave.

Credits: Rosemary O’Brien, Sharon VanderKaay, Jim henderson, Dafne Dimitriadi, 

 

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano