DESIGN

METROPOLIS

La collezione Metropolis di Giacomo Moor si esprime su due fronti: quello pieno dei volumi in legno e quello lineare della struttura in ferro.

Una contrapposizione che diventa ambigua trasformando il portante in leggero, con la struttura di profili a sezione quadrata di 12 e 15 cm. I volumi in legno di noce sembrano appoggiare sui telai metallici in una sorta di equilibrio instabile, celando l’utilizzo di piani d’appoggio dietro la scelta di un materiale come il vetro.

La cura del dettaglio è evidente e aggiunge al progetto una qualità esplicita, lontana dalle produzioni seriali e propria solo dell’artigianato.

GIACOMO_MOOR_3

I volumi in legno sono, in ogni pezzo della collezione, contenitori mimetizzati nel disegno complessivo con la scelta di non usare classiche maniglie ma asole verniciate di nero.

La collezione, progettata da Giacomo Moor in edizione limitata per la Post Design Gallery, si compone di sette pezzi con libreria,consolle, scrivania, armadio, tavolino, parete attrezzata orizzontale e verticale.

La cura del dettaglio è evidente e aggiunge al progetto una qualità esplicita, lontana dalle produzioni seriali e propria solo dell’artigianato.

GIACOMO_MOOR_4 GIACOMO_MOOR_5 GIACOMO_MOOR_6 GIACOMO_MOOR_7 GIACOMO_MOOR_8 GIACOMO_MOOR_9

CREDITS: giacomoor.com, pinterest.com

DESIGN

SEAMS DI BITOSSI CERAMICHE

Nuovo arrivato in casa Bitossi Ceramiche, è Seams, l’ultima collezione del designer Benjamin Hubert  dalle forme morbide essenziali e dai colori matt.

La collezione nasce dallo studio del processo di produzione di massa modificando fasi e tecniche della lavorazione della ceramica. I passaggi tradizionali implicano una realizzazione dello stampo, sulla base del prototipo iniziale, composto da più parti dove avviene il colaggio del materiale ceramico.

seams-benjamin-hubert-bitossi-ceramiche-04_MGbig

In questa fase cruciale Benjamin Hubert  sfrutta il difetto di giuntura tra le parti dello stampo, che solitamente vengono rimosse, per conferire all’oggetto una particolarità unica e mutevole ad ogni colaggio. Queste “cuciture”, da qui il nome Seams, compongono un motivo decorativo mai uguale e possibile dalla semplice rotazione in senso orizzontale delle parti dello stampo.

Presentata in anteprima alla Design week di Milano e al London Design Festival la collezione  è composta da 5 pezzi, un ritorno alle origini dei must della produzione ceramica: ciotola, vaso e bottiglia dai colori pastello rigorosamente opachi con contrasti tra esterno e interno.

Sguardo al Basic per Bitossi ceramiche che fa di questa collezione un trampolino di lancio per  un design semplice, estremamente curato ed unico

seams-benjamin-hubert-bitossi-ceramiche-01_MGbigseams-benjamin-hubert-bitossi-ceramiche-A_MGbig

DESIGN

IGLOO di FontanaArte

Innovazione, duttilità e stile, queste sono le tre parole chiave della pluridecorata azienda meneghina “FontanArte”, leader nella produzione degli spot lights a sospensione. Nata nel 1932 da Luigi Fontana e dal celebre architetto  Giò Ponti, continua a stupire lanciando sul mercato IGLOO progettata dallo Studio KLASS.

IGLOO   è  un sistema di illuminazione  modulare autoportante che, grazie ad un insieme di connessioni elettromeccaniche con curve e distanziali, consente  il collegamento consecutivo di più apparecchi (fino a duecento moduli) senza la necessità di “calate di alimentazione”  supplementari.

In questo modo il lighting designer ha la possibilità di creare composizioni aperte e flessibili. La versatilità è la chiave di questo prodotto in quanto rende possibile un’illuminazione diffusa in spazi di ogni dimensione adattandosi a qualsiasi esigenza e necessità di illuminazione con facile installazione degli elementi sia in verticale che in orizzontale.

Il modulo Igloo ed i sistemi creati con i suoi elementi sono regolabili con appositi light dimmer per sorgenti luminose a LED.

Igloo è quindi un modulo versatile, duplicabile all’infinito e modulabile, adatto sia ad ambienti contract in ambito retail, hospitality, ufficio e commercial.

“Quindi perché illuminare la nostra vita con una luce mediocre.”?

IGLOO_FONTANAARTE_2

IGLOO_FONTANAARTE_3 IGLOO_FONTANAARTE_4

IGLOO_FONTANAARTE_5

DESIGN

ABC ITALIA: LA COLLEZIONE GIO PONTI

Tonalità crema e caffè, bicromie in rigorosi pattern geometrici, ma anche forti tinte di rosa  e blu in tensione con pallidi beige; sono questi i nuovi tappeti presentati dall’azienda italiana ABC Italia in occasione della settimana del Design a Milano.

37 fantasie prese dall’archivio di Gio Ponti, architetto, designer, pittore e scrittore, degli ultimi anni del 900′.

Pavimentazioni, quadri e decori vengono rielaborati per creare tappeti  tessuti a telaio a mano,secondo le tradizionali tecniche, e realizzati con eccezionali materie prime (come canapa, aloe, lana tibetana e seta); un progetto che  contribuisce a completare il complesso tema domestico, a cui Ponti non aveva fatto altro che soddisfare continuamente con rinomati oggetti d’arredo.

Vi potrete così aggiudicare un prodotto funzionale di alta qualità, una vera chicca per arredare la vostra casa, introducendo un pezzo di moderna ed inconfondibile eleganza.

gio_ponti_carpet_1

gio_ponti_carpet_3 gio_ponti_carpet_4 gio_ponti_carpet_5

DESIGN

TABU DI EUGENI QUITLLET

Una reinterpretazione della tradizione artigianale dove si usa la massima tecnologia esistente: la natura stessa, combinata con la migliore tecnologia prodotta dall’uomo: la robotica. Così nasce Tabu, un concept che unisce i migliori legni provenienti da foreste certificate e sostenibili con metodisti di taglio e gestione del materiale interamente robotizzato e computerizzato. 

Realizzata in varie versioni è completamente certificata FSC ed è stata presentata all’ultimo salone del Mobile di Milano; frassino, rovere naturale o tinto e noce con finitura colorata sono le possibilità proposte dal designer Eugeni Quitllet.

Tabu-chairs-Quitllet-2

Tabu-chairs-Quitllet-3 Tabu-chairs-Quitllet-4 Tabu-chairs-Quitllet-1

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano