INTERIORS / TRAVEL

ZINC BAR – MILANO

MAAG DESIGN, un giovane e spensierato collettivo di progettisti eclettici, firma nel 2014 l’interior design dello Zinc Bar, in via Cesare Balbo a Milano. Accomunati da una costante tensione verso il bello e dalla cura quasi maniacale per il dettaglio, combinano insieme inclinazioni e prospettive differenti con il fine di dar vita ad opere architettoniche integre la cui riuscita si manifesta nell’abilità di essere spazi intatti e completi, in perfetto equilibrio con il contesto.

Zinc va pronunciato alla francese ed il tono deve rimanere colloquiale.

Uno spirito informale infatti pervade lo spazio e gli arredi, riflettendosi negli equilibri mai determinati che rendono vivo e vissuto il luogo.

ZINC_BAR_2 ZINC_BAR_3

La contemporaneità si manifesta nella riproposizione fresca, personale e consapevole della tradizione; la conciliazione persistente tra finito e semilavorato scaturisce dalla tensione incessante verso il vizio, accentuata dalla coltre color vinaccia che invade il soffitto ed alcune pareti, mitigata dall’eleganza attraverso cui le differenti parti si incontrano e dall’accostamento di materiali selezionati con attenzione e cura.

Il banco del bar è il fondamento dello spazio: tiene in pugno l’incrociarsi delle relazioni, punto di incontro tra l’atto creativo attraverso cui i divergenti elementi si miscelano e, di fronte, la loro degustazione come prodotti compiuti.

Lo zinco del banco sfoca le linee nette di bottiglieria e boiserie alle spalle, capovolge immagini e silhouette, configurandosi appunto come il fulcro da cui lo spazio si libera e sbroglia.

I bicchieri per il martini cocktail ed i faretti incassati in cilindri d’acciaio lucido puntualizzano i dettagli e giocando timidamente con le fattezze peculiari di ciascun materiale, ne accrescono l’intensità, ne attenuano i contrasti.  Gareggiando con le componenti metalliche e con gli specchi retroilluminati partecipano alla creazione di trasparenze, profondità, flessioni e riflessioni, spezzano la rigorosa continuità spazio-temporale del luogo e la scura cromia predominante.

Le luci della sala sono in acciaio e a pantografo, volte alla flessibilità, capaci di adattarsi alle differenti atmosfere della notte. Il cotto del pavimento nelle sue infinite tonalità di grigio sottende l’intero atto percettivo, trasformando delicatamente il tono al variare del punto di vista.

ZINC_BAR_4 ZINC_BAR_5 ZINC_BAR_7

ZINC_BAR_8 ZINC_BAR_12 ZINC_BAR_13

MAAG DESIGN – Alexia Caccavella, Marinella Ferrari, Alessandro Rossi, Giada Torchiana

ph credit: Giovanni Nardi

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano