ARCHITECTURE / INTERIORS / TRAVEL

OLYMPIC STUDIOS

Nel 1906 cinema poi teatro e nel ’66 casa di registrazione per i più grandi come Rolling Stones, Jimi Hendrix, Prince e Madonna. Dopo un periodo di abbandono viene rilevato da una nuova proprietà e trasformato ancora in cinema ma con qualcosa di diverso.

Siamo a Londra ed è il progettista Simone McEwan (Design & Consultancy) a realizzare questo recupero degli OLYMPIC STUDIOS: due sale, un ristorante, un caffè ed un’area members esclusiva; in piena sintonia con alcuni dei trend del momento come ottoni, pezzi vintage, pavimenti in legno e lampadari industriali.

Olympic-Studios-2

Un luogo dal fascino assicurato non solo per il progetto attuale ma per tutta la carica che riesce a trasmettere dovuta alla sua grande storia, un passato d’autore per uno spazio che oggi offre due sale completamente in velluto rosso con tecnologia d’avanguardia Dolby “Atoms” 3D System, il massimo che il mercato può offrire.

Se passate da Londra di certo merita una visita, la forza comunicativa che i nuovi trend lasciano in progetti, soprattutto fruibili al pubblico, è sempre disarmante; pochi gesti per sottolineare un modo d’essere definito anche negli interni.

Olympic-Studios-3 Olympic-Studios-4

Olympic-Studios-6 Olympic-Studios-8

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano