DESIGN / video

5 MOTIVI PER SCOPRIRE KOMOREBI

Komorebi è il progetto di Leslie Nooteboom, giovane laureando al Royal College of Art di Londra, una lampada con effetti inattesi quanto desiderati.

Quanti motivi ci sono per raccontare Komorebi, il progetto di Leslie Nooteboom? Diversi e tutti convincenti.

1• il designer è giovane e questo è il progetto sviluppato per la sua laurea anche se non sembra affatto il progetto di una laureando;
2• komorebi non ha nulla da invidiare alle lampade più vendute del momento, per concept e ricerca stilistica;
3 • l’estetica colpisce ancora prima di scoprire il concept;
4 • risolve un problema e lo fa in modo poetico, senza scadere nel solo funzionalismo;
5 • il risultato finale incanta, nel senso che lascia a bocca aperta e sembra ipnotico nel suo gioco di luci e ombre.

Una lampada per la luce naturale

Leslie Nooteboom, dopo aver cambiato più volte città, arriva alla conclusione che spesso si trova ad affrontare chi ha dovuto cercare casa almeno una volta: è davvero troppo difficile trovare una casa nelle grandi città che abbia tutto per essere definita tale e ad un costo accessibile.

Leslie Nooteboom più di ogni altra cosa avverte la mancanza di luce naturale in ambienti indoor e il suo progetto Komerebi riesce a portare questa luce dove non c’è, con un effetto finale da rimanere a bocca aperta. La luce che filtra tra gli alberi o attraverso le tende chiuse, anche quando non ci sono alberi e finestre, questo è quello che Komorebi riesce a fare. Vedere il video per credere.

Photo Credit: Renée Kemps

DESIGN

ASTEP CREATES NEW PRODUCTS FOR THE HOME

Innovazione e rispetto per il passato. Per Astep oltre ad essere un motto è un vero e proprio stile di vita, tramandato da generazione in generazione. Così Alessandro Sarfatti, nipote di Gino Sarfatti, porta avanti il nome di una delle più importanti aziende di design dell’illuminazione su mercato internazionale. Il nuovo progetto si chiama Candela. Questo prodotto, nato dalla creatività di Francisco Gomez Paz, è in grado di generare la propria elettricità grazie a un effetto termoelettrico scoperto 200 anni fa da Thomas Seebeck.

 

Innovazione e rispetto per il passato.

Si tratta di un sistema innovativo, l’effetto Seebeck appunto, che genera elettricità dal calore di una fiamma alimentata da bioetanolo, un combustibile naturale prodotto dalla fermentazione delle biomasse.

In questo modo la lampada può contemporaneamente illuminare e ricaricare dispositivi portatili tramite una porta USB. Candela può essere accesa semplicemente con un fiammifero o un accendino e può essere utilizzata sia negli spazi esterni sia negli interni grazie al fatto che la sua fiamma non produce fumo.

Un passo per volta, nel rispetto della tradizione, passato e presente si fondono in un atmosfera soffusa ed estremamente tecnologica.

ARCHITECTURE / DESIGN / INTERIORS

OCTOBER: 1st WEEK, BESTS

A guardare bene i puntini da connettere, un filo conduttore comune in grado di congiungere contenuti diversi c’è sempre stato, quello che cambia è raccontarlo nel modo più chiaro possibile.
Il sabato è il giorno dei tempi dilatati, della sveglia posticipata e del movimento più lento sul touch screen, per captare con più attenzione quello che durante la settimana scorriamo senza aver tempo di leggere.

Una selezione tra i contenuti pubblicati e le news dell’ultima ora per avere ben chiaro quello che è accaduto negli ultimi giorni

Questa settimana sono in evidenza storie di artigianato, vicinanza alle tendenze senza mai diventarne schiavi, di scelte meticolose nei materiali nelle lavorazioni. Ad oggi, di ognuna di queste realtà, sono un punto di riferimento per la progettazione.

LIBRIZZI_CASA_Z_2

Il meglio della settimana



Casa Z – questo progetto dello Studio Librizzi esalta un piccolo spazio con scelte fatte per coniugare ottimo artigianato, disegno su misura, icone del design e soluzioni per piccoli spazi. La parete divisoria mobile tra cucina e salotto rivestita in acciaio, il legno caldo contrapposto alla resina della pavimentazione sono note armoniche in un progetto circolare, con un inizio ed una fine e senza sbavature.


Egg Collective
– un trio tutto al femminile di base a New York e queste sono solo le premesse per raccontare il percorso di Egg Collective un brand che riesce ad affiancare design di pregio, artigianale e destinato a durare nel tempo, con artisti selezionati per essere rappresentati. La patina del tempo è il valore aggiunto che Egg Collective prevede in ogni prodotto per far sì che non solo duri ma migliori nel tempo.


Pietro_Russo_Pagoda_4

Tra design e interni




Interview, Pietro Russo – una chiacchierata con chi la progettazione l’ha scelta consapevolmente, dopo aver studiato pittura e scenografia Pietro Russo è approdato nel mondo del design e degli interni. Una visione ben chiara della progettazione, indirizzata al recupero delle lavorazioni tradizionali e portata alla produzione di vere icone, e fatta per “le storie delle persone che abitano o abiteranno le loro nuove case sono fondamentali”.

Caffè Paradiso – Questo progetto di ristrutturazione curato da Nomos è un nuovo spazio commerciale dove si respira un’atmosfera calda e avvolgente, dominata dai colori della pavimentazione. All’interno il bancone dai brodi curvi, i rombi a parete e gli archi esistenti dialogano secondo un linguaggio geometrico spontaneo.


Cafe_Paradiso_Geneve_1

DESIGN / TRAVEL

EGG COLLECTIVE: A NEW YORK-BASED DESIGN COMPANY

Egg Collective è un’azienda ma non una delle tante con base a New York, è il risultato del lavoro di un team tutto al femminile, tre designer con lo stesso background nel mondo dell’architettura e una visione ben chiara del progetto.

Artigianalità e la capacità di declinare un gusto classico con il mercato contemporaneo ha portato Egg Collective a sfornare prodotti di qualità con una semplicità disarmante, riuscendo anche a spaziare dagli arredi in legno alle luci.

Egg_Collective_Howard_Pete&Nora_Lawson_1

Combina materiali naturali e forme semplici



Ogni pezzo è l’unione di artigianato locale, materiali di pregio e un’attenzione innata verso la forma, i dettagli e le superfici.
Questo brand combina materiali naturali e forme semplici, il risultato è elegante ma anche fatto per cambiare nel tempo, diventare più bello con la patina del tempo che questi materiali acquisiscono solo con gli anni.

Egg_collective_Burke_Hawley

EGG COLLECTIVE, 304 Hudson Street No. 307,  New York, NY 10013.
credits: egg collective.com

DESIGN

SPACE FRAMES

Volumi astratti, disegnati ispirandosi agli archetipi dell’architettura come archi e colonne, sono gli Space Frames disegnati dallo Studio Mieke Meijer. Questa collezione di oggetti gioca con le forme e con la luce, con un aspetto scultoreo, strutture in legno e tessuto, sono la dimostrazione di come ogni lavoro dello studio di Eindhoven riesca ad attraversare le divisioni tra architettura, design e arte.SPACE_FRAMES_2

Da posizionare liberamente nello spazio, ognuno di questi elementi riesce ad interagire con lo spazio tra luci e ombre.

SPACE_FRAMES_6

credits: miekemeijer.com

Page 1 of 6
1 2 6
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano