agenda

PREVIEW VENTURA LAMBRATE, DESIGN WEEK 2016

In zona Ventura Lambrate, la Design Week 2016 sarà dedicata a quei designer che hanno raggiunto il consenso internazionale tramite le passate collaborazioni con questo distretto. Inoltre questo ha voluto ampliare ancora di più la sua caratteristica internazionalità, ospitando espositori da più di 29 Paesi diversi nell’ottica di potenziare ancora di più la dimensione globale – e trasversale – dell’evento.

Tra i temi prescelti, particolarmente interessanti risultano “Thinking traditions” e “Academies”.

Il primo, considerando le tradizioni come punto di partenza di ogni innovazione, permette ai progetti di Tinkah LLC, del gruppo finlandese No Sauna e di molti altri designer di superare i canoni tradizionali del design con nuove ed eccitanti interpretazioni.

Academies” invece si propone di aumentare la consapevolezza delle tendenze di design odierne attraverso l’esposizione dei progetti degli studenti di 27 tra le più importanti accademie di design del mondo. Qualche nome? VIA DESIGN, Royal Academy of Art e University of Lapland.

Lambrate_Design_Week_2016_2

Inoltre, i designer sono stati chiamati ad esprimersi su altri due campi tematici: “Return of…” e “Nationalities”.

Designer storicamente legati a Ventura Lambrate hanno così potuto esprimere l’evoluzione del loro senso di design tramite progetti innovativi e eclettici. Tra i tanti, Studio Molen  di Frederik Molenschot con un progetto innovativo che coinvolgerà l’utilizzo del bronzo,  Lensvelt in collaborazione con Space Encounters, Robert Bronwasser e LABEL/BREED.

Con “Nationalities” invece Milano entrerà a contatto con input creativi provenienti da diverse parti del mondo.

In particolare, il padiglione messicano di GROW ADD donerà un’identità messicana a prodotti che affrontano questioni d’importanza globale come consumo, sostenibilità e responsabilità sociale. Così, partendo dalla ricca tradizione di design messicana, verrà esposta una selezione di oggetti di designer affermati ed emergenti che combinano la tradizione artigianale alle più importanti innovazione tecnologiche.

Viste le promesse che quest’evento porta, non possiamo far altro che aspettare con impazienza l’inizio della Design Week.

Lambrate_Design_Week_2016_3

Illustrazioni thanks to Dezeen.com

agenda / DESIGN

LEVANTE PER PADIGLIONEITALIA

Alessandro Zambelli in occasone della Design Week non presenta solo WIRE per Seletti nello Spazio Rossana Orlandi ma partecipa anche alla mostra “Disfunzione Latina” del collettivo di designer PADIGLIONEITALIA con il progetto Levante.

Il tema della mostra, la disfunzione mediterranea, viene interpretata dal designer come positiva, come la capacità tutta meditarranea di trovare una soluzione per adattare ad uno scopo ciò che non funziona.

Questo pensiero si traduce nel suo progetto: la disfunzione delle ciotole che ondeggiano sulle loro basi viene risolta con un supporto “levante” in grado di renderle stabili.

L’inserimento del tappo di sughero diventa fondamentale e spiega con un gesto pratico la capacità di trovare una soluzione immediata, ricalcando anche la tradizione rurale di ricorrere a questo elemento per riparare gli oggetti domestici.

PADIGLIONEITALIA espone in zona Ventura Lambrate, quartiere del design internazionale, come un’isola italiana aperta al confronto, come i popoli del Meditaranneo hanno navigato seguendo il vento del Levante per trovare nuovi scambi.

Levante_1

Levante_2 Levante_3 Levante_4

PADIGLIONEITALIA, zona Ventura Lambrate – via Oslavia 3.

Pics: Walter Borghetti

_

agenda / lifestyle

DESIGN WEEK 2014 | ALL INFO

 

Arriva a Milano la Design Week 2014, con un calendario fitto di eventi e anche molta confusione. Gli addetti al settore forse hanno le idee più chiare (?) ma la realtà della design week si è aperta a un pubblico sempre maggiore, aumentano in modo esponenziale la sua importanza, complici i tanti eventi in calendario. Perchè tutta questa confusione? Semplice: il numero di nuovi prodotti presentati ed eventi è così alto che riuscire ad avere una panoramica chiara è impossibile.

Due le aree di interesse principali: il Salone Internazionale del Mobile, tra i padiglioni di Fiera Milano (Rho), e il circuito del Fuorisalone, nei vari distretti cittadini.

In fiera trovate le aziende (1400 espositori) e tutto quello che c’è di nuovo sul mercato fino al prossimo salone del mobile. Un appuntamento imperdibile per gli addetti al settore e per i veri appassionati.

In fiera a Rho troverete:

– Il Salone Internazionale del Mobile, insieme  al Salone internazionale del Complemento d’Arredo, suddiviso nei tre settori Classico, Moderno e Design;

Eurocucina (padiglioni 9-11, 13-15) manifestazione di riferimento per tutto il settore cucina;

– il Salone Internazionale del Bagno (padiglioni 22-24) con tutte le novità dai mobili agli accessori per il bagno;

– il SaloneSatellite (padiglioni 13-15) dedicato ai giovani creativi.

Come ogni anno anche un prestigioso evento collaterale e per questa edizione, all’interno del padiglione 9, con “Dove vivono gli architetti” otto importanti nomi dell’architettura apriranno le porte delle proprie abitazioni private, riproponendo spunti  sulle tendenze attuali nel campo della progettazione della casa.

Il Salone del Mobile è presente su tutti i social network ed è anche possibile scaricare gratuitamente l’app aggiornata Salone del Mobile.Milano 2014 per agevolare la visita in fiera.

Chiuso il capitolo Rho Fiera si apre quello del Fuorisalone, con tutto quello che anima Milano durante la Design Week.

Si tratta di una serie di eventi ed esposizioni distribuite sul territorio, per avere un’idea più chiara del calendario ci sono i vari distretti:

Zona Tortona, la più conosciuta ma non per questo sempre la più interessante;

Brera Design District, vale la pena visitare questa zona anche solo per la bellezza del quartiere;

Lambrate Ventura, il polo in fermento e più sperimentale dell’intero circuito;

Porta Venezia in design, in cui convivono design contemporaneo e l’eredità architettonica e decorativa dello stile Liberty di questa zona;

5 Vie, una nuova area nel cuore della città dove convivono arte e design.

Ogni distretto ha un sito web, un calendario di eventi e presentazioni per rendere quasi impossibile riuscire a vedere tutto, ma il bello del fuorisalone è proprio questo, una quantità di appuntamenti talmente fitto da rendere Milano il punto di riferimento internazionale del Design.

A questa edizione partecipa anche Simple Flair con allestimenti ed eventi, per i dettagli basta aspettare solo pochi giorni.

A meno che voi non siate superman o wonder woman sarà impossibile partecipare a tutto, quindi scarpe comode, cavo per caricare l’iPhone sempre in borsa e occhiali da sole per coprire le occhiaie.

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano