DESIGN

HOW TO DISIGN AN ICON, TULIP CHAIR

Non è solo una sedia, non è solo uno dei pezzi più imitati di sempre, è una vera e propria icona. La Tulip Chair è un progetto di Eero Saarinen, il risultato di  cinque anni di indagini e modellini, tante prove per riuscire in un intento non da poco.

L’architetto e designer finlandese voleva infatti occuparsi del “brutto, confuso e inquieto mondo” che caratterizzava le sedie e i tavoli, disegnando una sedia che fosse bella in una stanza.

modernità e approccio purista

Caratterizzata dalla celebre forma a piedistallo, la Tulip disegnata da Saarinen è il risultato della collaborazione con il gruppo di Sviluppo Design di Knoll, azienda che ancora ad oggi produce questa sedia, nell’immaginario collettivo diventata uno degli esempi più conosciuti di “sedia di design”.

Dal ’53 al ’58 Saarinen arriva a definire il progetto per la collezione Tulip, dai modellini alla realtà la Tulip viene realizzata con una base circolare in alluminio laccato in materiale plastico e una scocca in fibra di vetro sagomata, non senza aver coinvolto amici e familiari nel testarla in casa dello stesso Saarinen a Bloomfield Hills.

Il risultato è davvero quello di una sedia bella come voleva Saarinen, emblema della modernità e di un approccio purista al progetto è tra gli esempi sempre attuali di qualità unita alla produzione industriale.

TULIP_CHAIR_KNOLL_SAARINEN_4credits: knoll.com

testo alt
DESIGN

RIEDIZIONI

Ci siamo chiesti più volte se e queale fosse il modo migliore per affrontare la spinosa questione del rapporto tra la storia del progetto e le più recenti proposte contemporanee, oggi guardiamo tutto da un punto di vista diverso, quello delle riedizioni.

Le riedizioni sono pezzi della storia del design che non hanno mai smesso di essere attuali, tornate in produzione ed alcuni non hanno mai smesso di essere dei best seller per le aziende.

Facciamo una carrellata di quali sono gli ultimi progetti tornati recentemente a far parte di cataloghi importanti e con firme altrettanto altisonanti:

RIEDIZIONI_DESIGN_3• 618 di Carlo Scarpa per Meritalia (1964);RIEDIZIONI_DESIGN_2

• tavolo D.552.2 di Gio Ponti per Molteni (1952);RIEDIZIONI_DESIGN_6

• tavolo E 1027 di Eileen Gray per ClassiCOn (1927);RIEDIZIONI_DESIGN_4

• Gilda di Carlo Mollino per Zanotta (1954);

RIEDIZIONI_DESIGN_5• Pollock Arm Chair di Charles Pollock per Knoll (1960).

DESIGN / EXHIBITIONS

KNOLL – MDW 15

Knoll continua a garantire innovazione e qualità con un catalogo di prodotti leggendari nel mondo del design, riattualizzando e inserendo in catalogo alcuni dei progetti disegnati da Ludwig Mies van der Rohe, Florence Knoll, Eero Saarinen, Tobia Scarpa e Marcel Breuer.

Seguendo questo principio nel 2014 ha reintrodotto sul mercato statunitense la Pollock Arm Chair e oggi è pronta per presentarla al pubblico europeo.

“È trascorso più di mezzo secolo dal giorno in cui Charles Pollock ha progettato quella che allora si chiamava ‘Modello 657’, una poltroncina dal design minimale realizzata con tubi di acciaio cromato lucido e pelle naturale. ‘657’ si contraddistingueva per il giusto mix di comfort, funzionalità e, naturalmente, stile – spiega Andrew Cogan, CEO Knoll Inc.. “Il designer ha proseguito poi la collaborazione con l’azienda disegnando la poltrona per uffici direzionali Pollock Executive, che è diventata un best seller della collezione Knoll rimanendo in produzione senza interruzioni dal 1965, a differenza del ‘Modello 657’ che è stato abbandonato negli anni. Oggi Knoll è lieta di reintrodurre in collezione un classico moderno per la casa come la Pollock Arm Chair”.

Si tratta di un prodotto elegante, fondato sull’uso della curva che diventa struttura per trasmettere solidità ed essere portavoce di stile.KNOLL_2

Tra le attività in occasione della Design Week 2015  Knoll celebra il centenario dalla nascita di Harry Bertoia con la mostra “Celebrate Harry Bertoia” dal 14 al 19 Aprile presso lo show-room di Milano.KNOLL_7 Cura l’allestimento OMA e all’interno, oltre ad una collezione di sedute disegnate per Knoll, sculture, gioielli e disegni firmati da Bertoia, senza dimenticare una sezione speciale dedicata alla Diamond Chair.

“una vera e propria scultura fatta d’aria e di acciaio”.

La mostra si sviluppa secondo un percorso sensoriale per approfondire il lavoro del designer attraverso il progetto espositivo di OMA, lo studio co-fondato da Rem Koolhaas che per Knool ha curato anche il progetto per lo stand “This is Knoll” realizzato in occasione dell’edizione 2015 del Salone Internazionale del Mobile.KNOLL_5 KNOLL_6

Tra le novità assolute la Pilot Chair, poltrona moderna e innovativa progettata dallo studio londinese  Barber & Osgerby per arredare ogni tipo di ambiente con uno stile contemporaneo.

KNOLL:

Salone Internazionale del Mobile, Hall 20 Stand C01/D02

Fuorisalone, show-room Piazza Bertarelli 2, Milano.

credits: knoll.com

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano