DESIGN

DESIGN STORIES: LA GRAFFETTA

gem-clip-1

La Graffetta è un oggetto di design fantastico. Ideata e progettata nel 1899 dal norvegese Johan Vaaler non è mai cambiata, probabilmente il progetto con il maggior rapporto tra longevità e assenza di modifiche nella storia. Oggi la usiamo in tutti gli uffici nello stesso identico modo di come veniva impiegata più di cento anni fa.

Nacque, come i migliori progetti, da un’esigenza: un tempo si usavo gli spilli per tenere uniti i fogli ma questi non solo bucavano i documenti ma per di più non li assicuravano in maniera certa e col tempo il ferro arruginendosi macchiava i fogli stessi. L’avvento della nuova industria e la possibilità di lavorare l’acciaio a prezzi contenuti e in vari modi gettò le basi nel 1855 all’avvento della graffetta esattamente così come la conosciamo oggi.

Negli anni moltissimi hanno cercato di copiarla ma nessun progetto era bilanciato in quel modo ottimale come la graffetta originale, alcune si allentavano altre stringevano troppo, solo la classica graffe funzionava a dovere.

Talmente famosa da diventare anche un simbolo durante la seconda guerra mondiale quando i tedeschi imposero su tutti i bottoni effigi del regime ed i norvegesi con estremo orgoglio piuttosto che chiudersi le giacche con quei bottoni lo fecero con le graffette in segno di protesta.

Come sempre in queste vicende vi è un velo di mistero su chi per primo depositò il brevetto originario tra due progettisti: il norvegese Vaaler o l’americano Samuel B. Fay (da un parte la graffetta classica con estremità tonde e dall’altra quella con un lato piatto e dall’altro una punta); in ogni caso rimane una storia affascinante per un oggetto di design che possediamo tutti.

gem-clip-2

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano