lifestyle / TIPS

AIINO, TUTTO PER I NOSTRI DEVICE

Ormai tra smartphone, tablet e vari giriamo con degli uffici in tasca ogni giorno. Sono oggetti che hanno modificato drasticamente la nostra quotidianità, a volte anche in peggio. Di conseguenza sono nati mille accessori ed un mercato parallelo vastissimo per supportare in ogni esigenza i nostri device.

Oggi vi parliamo del marchio italiano Aiino, abbiamo avuto il piacere di conoscere e testare questi prodotti con grande sorpresa, spesso storciamo il naso a pensare di spendere 10, 20 o 30 euro per “un pezzo di plastica” come una cover per iPhone o similari. Non riflettiamo su di un dettaglio fondamentale pero’: l’utilità.

Tolte le cover “di tendenza” e i prodotti dozzinali diretti dalla Cina esiste un mercato di produttori seri con materiali tecnologici all’avanguardia che studiano design e prestazioni per proteggere davvero i nostri dispositivi.

Se pensiamo in questi termini forse spendere 20 euro per una cover ci sembra molto più sensato, soprattutto se questa fa il suo dovere e protegge il valore (con minimo uno 0 in più) del nostro smartphone. Anche in questo caso un progetto ed un’idea alla base di un successo sempre crescente.

Sui vecchi Nokia 3310 cover non ne mettevamo, poi con il primo bumber per iPhone è esploso il mercato, anche agli angoli delle strade. Scegliere un prodotto di qualità è sempre buona cosa soprattutto nel mondo della tecnologia. Aiino realizza decide di modelli e di accessori per tutti i nostri device, compresa una pellicola d’ultima generazione protettiva per lo schermo dei nostri iPhone in vetro spesso 0,26 millimetri. Zero bolle d’applicazione e zero graffi, nemmeno con un coltello.

aiino_simpleflair_2 aiino_simpleflair_3 aiino_simpleflair_4

TIPS

LE MIGLIORI APP PER ARCHITETTI E DESIGNERS

Steve l’ha sempre detto: c’e’ un’app per tutto. Ed il mondo dell’architettura e del design non è da meno, anzi; sono tantissime le applicazioni per iPhone e iPad in commercio, forse troppe.

Rilievi, schizzi, calcoli, 3d, di tutto e di più per portarsi idee e lavoro anche in piena mobilità. Abbiamo fatto una piccola selezione tra le miriadi di possibilità cercando le migliori e più affidabili app che si possono trovare in giro, vediamole:

Real Evaluation: un modo veloce per fare una stima di terreni o fabbricati. Un calcolo del prezzo medio di un immobile in pochi minuti, con una serie di impostazioni per entrare nel dettaglio di costi al metro e non solo.

Theodolite: sfruttando le realtà aumentata e gli strumenti del nostro iPhone possiamo calcolare tutto quello che compete ad un normale teodolite.

Morpholio: un’app spettacolare per fare schizzi e bozze progettuali, disegni ed appunti sia su foglio bianco, sia con una foto di sfondo modificandone il contenuto e progettando live la vostra idea. Foto alla stanza o alla zona di progetto e direttamente disegno su livelli per scatenare la creatività.

Adobe Idea: esattamente le stesse funzioni dell’app precedente con però il marchio Adobe

Architizer: un archivio per consultare tutta (o quasi) l’architettura realizzata dai grandi maestri al contemporaneo più prossimo. Riferimenti a raffica.

AutoCAD WS: il nostro amato (si fa per dire) programma di Cad su iPhone o iPad, più che per modificare ideale per controllare o consultare un progetto in mobilità.

MagicPlan: divertente e potente, un’app per fare un piccolo rilievo di una stanza grazie alla realtà aumentata. Più efficace del previsto.

Convert Units: tutte le unità di misura al mondo da poter convertire, pollici o kelvin non vi faranno più paura.

Architect’s Formulator: ecco l’app che tutti avremmo voluto all’esame di Scienza delle Costruzioni. Calcoli strutturali e non solo per risolvere ogni problema di labilità o stabilità.

Interaction of Color by Josef Albers: il mondo dei colori e soprattutto degli abbinamenti di colore non ha più segreti con questa applicazione, da avere.

Room Planner: semplice ma efficace, un’app per realizzare in pochi passi un appartamento (e non solo), arredarlo e mostrarlo in un rudimentale modello 3d. Ideale per spiegare piccoli progetti in fasi iniziali. Di certo utile.

Paper e Pencil 53: un’app ed una “matita” per realizzare mille progetti ma anche dettagliatissimi disegni con molteplici effetti, forse uno dei programmi di drawing su iDevice più potenti in circolazione. E la Pencil parla da sola: un piccolo prodigio di tecnica e praticità, un vero fiore all’occhiello per un designer o un architetto che vuole lavorare con il proprio iPad.

app_arch_2 app_arch_3

TIPS

BOSCO DI ANDREA PONTI

BOSCO_ANDREA_PONTI_1

Un unico pezzo di legno lavorato a mano dagli artigiani di Kyoto per realizzare Bosco, il tagliere dall’anima high-tech.

Un progetto di Andrea Ponti che strizza l’occhio alla consuetudine di far convivere cucina e rete, per cercare una ricetta e poi condividerla in tempo reale.

Bosco è un tagliere ma grazie ad un meccanismo ad incastro diventa supporto per iPad, da usare mentre con una mano si impasta e con l’altra si controlla la ricetta online.

andreaponti.com

BOSCO_ANDREA_PONTI_2 BOSCO_ANDREA_PONTI_3

lifestyle / TIPS

iPad: la rivoluzione di Newton

Su ogni pagina del web si vede lui: l’iPad, il nuovo nato in casa Apple.
Lo conoscete ormai già, spesso meno di 1,5 cm, schermo da poco meno di 10 pollici e un gran potenziale. Insomma il futuro, come sempre made in Cupertino.
Abbiamo avuto l’iBook, l’iPod, l’iQualsiasicosa e ora l’iPad; ma pochi ricordano il Newton. Probabilmente il primo palmare della storia, erano gli anni 90 ed era ancora una volta Apple. Non fu compreso, fu un flop perché non fu capito, era troppo “avanti” ed e’ vero, oggi un palmare Newton e’ più performante di tanti altri cugini moderni e ricorda davvero tanto il nuovo nato iPad.

Steve Jobs e’ ormai definito il guru della tecnologia moderna, ed e’ vero. In un garage della California 40anni fa aveva già visto il futuro come mai nessuno prima di lui. L’aveva addirittura proposto alle alle major del tempo: Hp, Ibm; ma si misero a ridere: “chi vorrebbe mai un computer in casa?”. Già.

Chi vorrà mai un iPad in casa?
Think Different
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano