INTERIORS

Graça Apartment by Fala Atelier

Un appartamento a Lisbona da ristrutturare e lo stato di fatto non presentava particolari pregi, ma una serie di errori da cancellare. Fala Atelier si trova così ad intervenire all’interno di un edificio senza alcun pregio architettonico, frammentato al suo interno in una serie di piccole stanze in alcuni casi prive di luce.

La ristrutturazione cambia lo spazio notevolmente e l’appartamento perde quella vecchia divisione in piccoli ambienti in favore di un unico grande spazio separato dalle stanze private attraverso una parete curva.

 

 

Non un semplice soggiorno ma una galleria

La zona giorno diventa un ampio ambiente che include salotto e cucina, concepita come una galleria piuttosto che come un classico soggiorno. Le porte all’interno di questo spazio sono dipinte a mano in varie tonalità di blu e sospese dal terreno, come fossero dei quadri, sviluppando un forte contrasto tra le forme morbide della parete curva e gli elementi geometrici dei pannelli monocromatici.

Il progetto di Fala Atelier introduce anche un ambiente nuovo e del tutto inaspettato per un appartamento al secondo piano: un cortile esterno che diventa la naturale prosecuzione all’aperto del soggiorno, inondato dalla luce che riflette sui materiali scelti dallo studio.


 

Photo Credit: Fernando Guerra.

Realated post:

EXHIBITIONS / interviews / lifestyle

FRANCESCA FUSARI aka SELAPENNAMIDISEGNA

Quante strade possono essere percorse per arrivare allo stesso punto di arrivo? Tante, forse infinite, e la storia di Francesca Fusari  è una strada in divenire, con importanti tappe e tanti incroci. Francesca aka selapennamidisegna è come uno chef stellato che racconta di cucinare con la nonna fin da bambino, solo che lei è un’illustratrice e tra le mani, fin da piccola, ha sempre avuto i fogli da disegno.

francesca_fusari

“Fin da piccola ho sempre sentito il disegno come una parte bella di me, uno sfogo, l’esigenza di dire, e forse dirmi, delle cose e il pennarello nero su carta bianca mi è sembrato lo strumento migliore, quello che ho sentito più mio”, ci ha raccontato Francesca.

Questa capacità di esprimersi attraverso le proprie illustrazioni non è stata una costante, Francesca per alcuni anni ha smesso di farlo fino a quando l’esigenza di disegnare non è tornata a bussare alla porta.

“Per alcuni anni ho come riposto questa parte di me in un cassetto, poi all’università un professore ci fece vedere il film “L’anno scorso a Marienbad” e, non so spiegare perché, ma avevo un foglio davanti e invece di scrivere ho sentito l’urgenza di disegnare, di fissarne dei frammenti. Una frase e una posa, come una polaroid per imprimere  dei ricordi. E così il cassetto l’ho riaperto e non l’ho più chiuso.”

E’ una sorta di magia

Questo approccio è diventato il leitmotiv delle illustrazioni di Francesca: disegni associati a parole, testi di canzoni, frasi di un film, parole ascoltate in ogni frangente, e il risultati ci sono, non si fanno troppo attendere.

Le storie raccontate da Francesca attraverso i suoi disegni diventano ben presto, per chi la segue, un quadro dove immedesimarsi e come ogni creativo di talento si ritrova a rispondere a richieste crescenti di chi vuole che la propria storia venga raccontata attraverso il tratto deciso di selapennamidisegna.

“La mia linea non riuscirei a immaginarla diversa da com’è, pulitaessenzialesenza esitazioni. Tutto quello che vedo mi può colpire e diventare bisogno di accendere il computer e fare un disegno, raccontare una storia. Solo io so com’è nata, ma mi piace che tutti possano vederci qualcosa del tutto personale. E’ una sorta di magia, se ci si pensa.”

L’effetto sorpresa arriva sui social, perché attraverso Facebook e Instagram Francesca lascia che il suo lavoro venga conosciuto come selapennamidisegna.

“Hanno iniziato a scrivermi ragazze e ragazzi chiedendomi lavori su commissione, raccontandomi di loro, delle loro storie, di tutto, a fondo. Mi mandano foto, il titolo di una canzone, una frase di un libro, mi parlano del significato che avrà la mia illustrazione per loro, della persona a cui sarà dedicata. Ed ecco che io queste persone me le immagino davvero, protagoniste di questi pezzi di vita e in cui metto il mio, che è la parte più bella, perchè ogni disegno è un po’ mio e un po’ loro e un po’ di tutte gli altri che ci rivedono sè stessi.”

FRANCESCA_FUSARI_4

Francesca è l’illustratrice scelta da Simple Flair

Francesca non è solo un’illustratrice e si divide tra i suoi disegni e i progetti di architettura perché, come se non bastasse, il suo percorso di studi è passato dalle aule del Politecnico di Milano dove si è laureata in Architettura.

“L’architettura è molto importante nei miei disegni, questa mia passione (e lavoro) mi porta a voler ambientare in tutto e per tutto ogni mia storia. Lo studio dei dettagli, in un interno o in un esterno, non è mai un caso. Si tratta di architettura non solo delle persone e dei loro gesti, ma anche delle superfici in cui vivono, parlano, si muovono.”

E’ stata Francesca (@selapennamidisegna) ad illustrare per Simple Flair le cartoline che hanno accompagnato il regalo di Natale che abbiamo scelto quest’anno, ci è sembrata una scelta naturale: amiamo lavorare con persone di talento, con chi non fa alcuna fatica ad entrare nel nostro mondo, con chi sorride e Francesca, vi assicuro, non è solo brava ma porta un’energia positiva in ogni progetto sviluppato insieme.

Francesca è su Facebook e Instagram!

© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano