ARCHITECTURE / DESIGN / INTERIORS

OCTOBER: 1st WEEK, BESTS

A guardare bene i puntini da connettere, un filo conduttore comune in grado di congiungere contenuti diversi c’è sempre stato, quello che cambia è raccontarlo nel modo più chiaro possibile.
Il sabato è il giorno dei tempi dilatati, della sveglia posticipata e del movimento più lento sul touch screen, per captare con più attenzione quello che durante la settimana scorriamo senza aver tempo di leggere.

Una selezione tra i contenuti pubblicati e le news dell’ultima ora per avere ben chiaro quello che è accaduto negli ultimi giorni

Questa settimana sono in evidenza storie di artigianato, vicinanza alle tendenze senza mai diventarne schiavi, di scelte meticolose nei materiali nelle lavorazioni. Ad oggi, di ognuna di queste realtà, sono un punto di riferimento per la progettazione.

LIBRIZZI_CASA_Z_2

Il meglio della settimana



Casa Z – questo progetto dello Studio Librizzi esalta un piccolo spazio con scelte fatte per coniugare ottimo artigianato, disegno su misura, icone del design e soluzioni per piccoli spazi. La parete divisoria mobile tra cucina e salotto rivestita in acciaio, il legno caldo contrapposto alla resina della pavimentazione sono note armoniche in un progetto circolare, con un inizio ed una fine e senza sbavature.


Egg Collective
– un trio tutto al femminile di base a New York e queste sono solo le premesse per raccontare il percorso di Egg Collective un brand che riesce ad affiancare design di pregio, artigianale e destinato a durare nel tempo, con artisti selezionati per essere rappresentati. La patina del tempo è il valore aggiunto che Egg Collective prevede in ogni prodotto per far sì che non solo duri ma migliori nel tempo.


Pietro_Russo_Pagoda_4

Tra design e interni




Interview, Pietro Russo – una chiacchierata con chi la progettazione l’ha scelta consapevolmente, dopo aver studiato pittura e scenografia Pietro Russo è approdato nel mondo del design e degli interni. Una visione ben chiara della progettazione, indirizzata al recupero delle lavorazioni tradizionali e portata alla produzione di vere icone, e fatta per “le storie delle persone che abitano o abiteranno le loro nuove case sono fondamentali”.

Caffè Paradiso – Questo progetto di ristrutturazione curato da Nomos è un nuovo spazio commerciale dove si respira un’atmosfera calda e avvolgente, dominata dai colori della pavimentazione. All’interno il bancone dai brodi curvi, i rombi a parete e gli archi esistenti dialogano secondo un linguaggio geometrico spontaneo.


Cafe_Paradiso_Geneve_1

INTERIORS / TRAVEL

CAFE’ PARADISO GENEVE

Il Café Paradiso è il risultato della riqualificazione di uno spazio commerciale in una ex area industriale di Ginevra, ad opera di Nomos. All’interno il bancone dai brodi curvi, i rombi a parete e e gli archi esistenti dialogano secondo un linguaggio geometrico spontaneo.
Il progetto si amplifica e si estende dal piano terra al primo con la pavimentazione a fare da legante, un terrazzo di marmo bianco e nero di Carrara e rosso di Verona.

Cafe_Paradiso_Geneve_2

Un linguaggio geometrico spontaneo



I colori del pavimento sono quelli che poi ritroviamo all’interno dello spazio, con una predominanza di bianco per l’involucro architettonico e di nero per gli arredi, il richiamo all’Italia fatto attraverso la scelta dei materiali è sottolineato dal lampadario in ottone vintage, materiale a sua volta presente in diversi dettagli progettuali.

Un’atmosfera calda ed avvolgente, peccato che le foto non possano raccontare anche il profumo di caffè che immagino si respiri all’interno.

Cafe_Paradiso_Geneve_9
credits: Miguel de Guzman

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano