DESIGN

NEW IN: PAIR, PLURALIS, OXFORD BY FRITZ HANSEN

Quella presentata da Fritz Hansen alla Stockholm Furniture Fair di febbraio è una visione elegante del design d’ufficio. Sono tre le novità tutte connesse ad un ambiente generalmente legato a momenti di stress come quelli destinati al lavoro e sono al sedia Pair, il tavolo Pluralis e il rilancio della sedia Oxford.

La sedia Pair disegnata dall’inglese Benjamin Hubert mantiene il design minimalista ma viene presentata nella sua versione d’ufficio con l’aggiunta di ruote e, grazie alle molteplici possibilità di configurazioni, questa seduta si adatta facilmente a qualsiasi ambiente. Pair si ispira al linguaggio del design della metà del secolo scorso sintetizzando storia e innovazione attraverso la una struttura in compensato associata ad uno schienale in policarbonato stampato a iniezione.

Una visione elegante del design d’ufficio

Il tavolo Pluralis disegnato da Kasper Salto è il classico esempio di arredo versatile, adatto alle diverse attività da svolgere durante una giornata lavorativa, dalla lettura di una mail ad una riunione formale. Questo tavolo leggero e funzionale  è l’espressione del design semplice che diventa sinonimo di accogliente.

La sedia Oxford, originariamente disegnata da Arne Jacobsen nel 1956, è la sintesi tra il modello originale e il design attuale con uno schienale confortevole e una vasta gamma di colori contemporanei. Adatta ad ambienti domestici e lavorativi, la sedia Oxford ha ricevuto il premio NYCxDESIGN 2016 nella categoria ufficio, confermando come il design d’eccellenza può superare i cambiamenti della cultura, della società, delle tendenze.

Realated post:

DESIGN / EXHIBITIONS / INTERIORS

WHAT MAKES A HOME?

Quest’anno Fritz Hansen, durante la Milano Design Week, ha trasformato il suo showroom in un accogliente appartamento in cui sentirsi rilassati ed ispirati come a casa. Un ambiente ben progettato sa essere intimo ed invitante, semplice e contemporaneamente vivido e personale.

Fri™ e Sammen™, le sedute progettate dal designer spagnolo Jaime Hayon per Fritz Hansen, presentate durante la Milano Design Week 2015, partecipano alla creazione di un’atmosfera affascinante, aperta ed informale che ogni buona casa dovrebbe saper generare.fritz_hansen_2

Sammen™ è una sedia soffice ed amichevole, Fri ™ una poltrona che incoraggia l’uomo a vivere l’ambiente circostante

entrambe sono il frutto della combinazione del design minimalista danese e della sua primaria componente artigianale con il talento e quel pizzico di giocosità caratteristica del designer madrileno.

Fri™ e Sammen™ aspirano alla semplicità ed al massimo comfort; realizzate utilizzando i materiali di migliore qualità, invitano chi vi si siede ad aprirsi alla vita e ad entrare in contatto con lo spazio al di fuori di esse.

Fri™, naturale estensione della poltrona Ro™ – precedente progetto di Jaime Hayon – è un luogo in cui sentirsi rilassati ed a proprio agio senza risultare isolati ed inavvicinabili, Sammen™, parola danese che significa “star bene insieme”, è una comoda sedia pensata per trascorrere momenti piacevoli in compagnia di buoni amici e della famiglia, una serata attorno al tavolo con cibo amabile e belle conversazioni.

“WHAT MAKES A HOME?”  Fri™ e Sammen™ rappresentano un eccellente primo passo verso la realizzazione di un ambiente piacevole ed accogliente che offre agli ospiti la sensazione di essere a casa.

Fritz Hansen è un’azienda danese i cui prodotti ormai da lungo tempo raccontano le vicende essenziali della storia del design, tra questi vi è la sedia Series 7™ progettata nel 1955 dal designer Arne Jacobsen che con essa stabilì un nuovo standard per le sedie di design, definendo, come qualcuno ha già detto, un simbolo valido per l’eternità.

Icona di stile la Series 7™ ha venduto più di sette milioni di esemplari ed oggi, per celebrare il suo 60° anniversario, Fritz Hansen ha chiesto all’artista danese Tal R di scegliere nove nuovi colori atti a mostrare la sedia sotto una diversa luce, briosamente nuova, risposta alle mutate esigenze e alle metamorfosi delle generazioni contemporanee e future.

Tal R è un artista internazionalmente riconosciuto per il suo profondo senso del colore, Fritz Hansen associa ai colori la scelta di materiali genuini che gradualmente si trasformano con il trascorrere degli anni. Da questo connubio di intenti sorge la selezione di nove colori mai statici, complessi ed incostanti, che variano al cambiar della luce, dello spazio, delle stagioni e di altri aspetti dell’ambiente. Ogni colore scelto da Tal R è in tensione tra due diversi poli ed il risultato di una storia da cui trae l’ispirazione. Ogni colore ha la capacità di evocare immagini mentali e fa sì che la sedia venga colta da  prospettive fino a quel momento non note. Per Tal R scegliere i nuovi colori per la sedia Series 7TM è stato un onore, “una sedia dal design semplice che non vuole essere null’altro, sensuale e scintillante come il corpo di una donna.”

COLOURS IN SHAPE” è il nome del progetto curato dall’artista danese per Fritz Hansen, tra i prodotti esposti nel suo showroom/appartamento durante la Milano Design Week vi era anche la nuova edizione della sedia Series 7TM, parte integrante di quell’atmosfera calda, accogliente e gioviale in cui il luogo ha immerso i suoi visitatori.

DESIGN

ANALOG, Jaime Hayon

Non è quadrato, non è circolare, non è ovale è: un via libera alle nuove forme. Legno laminato in versioni: bianche rovere o noce, Questo è il tavolo Analog™  firmato da  Jaime Hayon: artista-designer nato a Madrid nel 1974; dalla  figura audace, estrosa e stravagante. Ha studiato industrial design a Madrid ed a Parigi, e per la collezione presentata al salone del mobile da Fritz Hansen ha concepito una forma di tavolo che desse la possibilità di eliminare ogni  di tipo gerarchica, infatti non esistono capotavola, per un nuovo modo genuino di condividere e creare una piacevole conversazione, semplicemente seduti a tavola. Si ritorna  così ad un approccio più umano, cercando di essere sempre innovativi e caricandosi di una dose di rischio.

Il tavolo è un elemento d’arredo sottovalutato. Ai miei occhi, il tavolo è il cuore della casa, il cuore del ristorante. Ad un tavolo condividiamo le nostre gioie e i nostri dolori, e alla fine di una giornata, i fatti più importanti sono accaduti attorno ad un tavolo. Ciò che rende Analog™ unico, è la sua forma. Non è quadrato, circolare o ovale, ma qualcosa che stà nel mezzo, che invita al dialogo e all’intimità. Ho lavorato a lungo sulla forma del tavolo per renderlo contemporaneamente massiccio e leggero, così da esprimere qualità, elemento tipico del DNA di Fritz Hansen

dice Jaime Hayon,

analog_Jaime_Hayon_1

analog_Jaime_Hayon_3

Facilmente adattabile in qualsiasi ambiente, il suo stile contemporaneo ma sobrio, il tavolo Analog™  dona la possibilità di arricchire i propri spazi con un’ inaspettata forma.

-1958- Arne Jacobse e la mitica sedia Drop™  Una forma concava a goccia, molto intima quasi modellata su semplice seduta, dopo più di 50 anni ritorna dallo storico Radisson Blu Royal Hotel di Copenhagen, questo pezzo da collezione, reinterpretato in chiave moderna, nuove tinte ed un nuovo materiale plastico, ma se siete amanti del “non ti scordar di me“, si può benissimo avere rivestita nel tessuto blue ed in pelle, la versione fedele all’originale. Lunghe gambe tornite che confluiscono al centro della seduta, per una forma ad uovo e uno schienale che diventa sempre più affusolato fino a creare un piccolo cuneo dalla punta arrotondata.

Confrontandosi con un materiale sintetico che mancava di struttura nè suggeriva alcuna fisionomia, Jacobsen si è ispirato alla forma umana e alla sagoma del corpo. In questo modo, ha umanizzato la tecnologia e la sedia Drop rappresenta per il Radisson Blu Royal Hotel una magistrale intersezione di arte ed industria“, dice Michael Sheridan, architetto, scrittore ed esperto di Arne Jacobsen.

analog_Jaime_Hayon_4 analog_Jaime_Hayon_6

DESIGN / INTERIORS / TRAVEL

ROOM 506

Dall’accordo tra il SAS Royal Hotel (ora Radisson Blu Royal Hotel) insieme a Fritz Hansen e con il designer spagnolo Jaime Hayon è scaturita una collaborazione con un obbiettivo preciso: ripensare la stanza 506 con un nuovo design in combinazione con quello originale di Arne Jacobsen, preservato nella stanza 606 dell’omonimo hotel.

L’allestimento della famosa stanza 606 è tutt’oggi conservato integralmente secondo il progetto di Arne Jacobsen con i divanetti, le poltrone Egg e Swan e la famosa seduta Drop che il designer danese progettò appositamente per il Sas Royal Hotel.

Originariamente utilizzata sia nel cocktail bar che in tutte le stanze, oggi La Drop Chair si può trovare solamente nelle stanze 606 e 506.

ROOM_506_1

FRITZ HANSEN

La  Drop Chair,  disegnata nel 1958 e prodotta dalla ditta danese Fritz Hansen, dopo essere rimasta fuori produzione per più di 50 anni torna con un nuovo vigore e, grazie a Jaime Hayon, si rifà il look. 

Annunciato come “Il risveglio della Bella Addormentata” la seduta, icona del design e di nuovo inserita nel catalogo Fritz Hansen, viene sapientemente collocata in una nuova ambientazione nel rispetto del minimalismo e con un nuovo rivestimento in tessuto dall’estetica tipicamente nordica. Come Arne Jacobsen Jaime Hayon ha progettato totalmente la stanza, dagli arredi ai soprammobili, fino ai tessili, alle lampade e alle gradazioni cromatiche.

Nella stanza 506 il design frizzante di Jaime Hayon incontra lo stile misurato danese in una commistione di significati tanto diversi quanto estremamente simili come l’utilizzo di materiali specifici mirando a semplicità e massimo comfort.

ROOM_506_3

ROOM_506_4 ROOM_506_5 ROOM_506_6 ROOM_506_7 FRITZ HANSEN FRITZ HANSEN ROOM_506_10

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano