EXHIBITIONS / FASHION

FORMAFANTASMA + SPORTMAX: NEW MODERN SHOW

Ad opera di Studio Formafantasma e ispirato all’architettura nei dipinti rinascimentali, quello messo in scena al Salone dei Tessuti per la sfilata Fall Winter 2016 di Sportmax è stato uno show drammatico e intimo allo stesso tempo. Il progetto rientra in una collaborazione continuativa tra il duo di designer italo-olandese e la casa di moda, estendendosi anche al concept delle vetrine e alle prossime sfilate.

cover

Forme geometriche uniche coesistono in un’installazione basata su una selezione ristretta di materiali – scelta dettata dalla natura temporary dell’intervento stesso. Il plus eco-friendly? Ogni componente è stata presa in prestito, per poi tornare ai fornitori a presentazione conclusa.

La stanza è dominata da quattro torri in blocchi di gommapiuma dalle nuance cromatiche discrete e calde – come quelle dei chiostri raffigurati da Giotto – supportati da una base in acciaio, mentre lo sfondo è interamente ricoperto di stoffe di cotone.

Le torri si slegano dalla sola funzione scenografica, per diventare elemento “isolante” – dal suono e dallo spazio – che contribuisce a creare un senso di intimità e calore. Il parquet in pino che ricopre l’intero ambiente è stato personalizzato colorando singole sezioni del legno: l’effetto è quello di un pattern geometrico perfetto per delineare percorsi sulla passerella.

Sulla sottile linea di confine della purezza, la decorazione prende il sopravvento: Sportmax scavalca le aspettative della sua consueta eleganza con
 una collezione sobria e purista ma intrinsecamente decorativa, inaspettata.

Di pezzi appetibili ne spuntano ovunque in questo show nel complesso altamente portabile, ma i capi spalla signature del brand – sono decisamente i più intriganti. Fin qui nulla di nuovo, se non fosse per i patchwork in pelle, lana e suède che li fanno assomigliare a giganti porzioni di pavimenti piastrellati di Marrakech, o per le applicazioni simil-cocci su ampi cappotti d’ispirazione militare – tutto nella stessa palette di colori eyecatching e terrosi ripresi dal set circostante.

Una vera esplosione di creatività italiana, vibrante e in bilico tra esuberanza nordafricana e funzionalità urbana.

È negli accessori, tra ankle boots dal tacco ottagonale a contrasto e borse in morbida pelle meticolosamente intarsiate, che l’influenza dell’artigianato marocchino diventa innegabile: il design raggiunge un New Modern, “puramente decorativo”.
 Pronto per fare la sua comparsa il prossimo inverno tra gli instagramer dal gusto per il dettaglio matchy-matchy, al grido di #ihavethisthingwithbags.

credits: sportmax.com, dezeen.com, @sportmax, @formafantasma

agenda

PREVIEW TORTONA, DESIGN WEEK 2016

Sullo sfondo del rinnovato skyline creativo e progettuale di zona Tortona, che si presta a diventare il primo co-net-work cittadino del design, dell’architettura e della cultura, Milano Space Makers annuncia il programma di eventi curato per l’edizione della Milano Design Week 2016. E, ancora una volta, i nomi più richiesti del design contemporaneo e le importanti collaborazioni internazionali confermano il ruolo strategico della zona nel mondo design.

Formafantasma, Naoto Fukasawa, il duo giapponese di YOY, Marcel Wanders, Naohiko Mitsui, Vasku&Klug: questi sono alcuni nomi dei designers, emergenti e star, che quest’anno Milano Space Makers ospiterà nel circuito espositivo che si snoda nell’epicentro di zona Tortona.TORTONA_MDW16_2

Merita una menzione speciale il progetto NEW!NOW!HERE! di Maarten Baas che, con la promessa di un’istallazione dove i confini del design verranno spinti fino al limite, promette di essere uno tra i più innovativi di tutta la Design Week.

Ci sarà anche spazio per il mondo dell’artigianato nell’Opificio 31. Con il progetto CNA The future of Italian heritage, sarà infatti allestito un percorso espositivo attraverso i diversi “mondi artigiani” e le principali materie utilizzate nella produzione tradizionale italiana.

Ma c’è di più: quest’anno parte anche la collaborazione con Archiproducts, che inaugurerà Archiproducts Milano durante il Fuorisalone negli spazi di Milano Space Makers e si manterrà attiva tutto l’anno con importanti novità.

EXHIBITIONS

FUHA – MDW 15

Une percorso multisensoriale per scoprire al Fuorisalone il risultato del lavoro di un team internazionale di giovani ricercatori di Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione del gruppo Benetton, e l’azienda Daikin.

Il nome della mostra è FUHA, termine che fonde due espressioni onomatopeiche giapponesi e si riferisce al suono del respiro umano, con un percorso artistico dove latria prende forma e diventa designer. Dieci installazioni e una serie di narrazioni creative per permettere al visitatore di entrare in contatto con l’impercettebile, manifestando l’esistenza dell’aria attraverso il suono, il peso e la consistenza.

Il team di ricercatori è stato coordinato da STUDIO FormaFantasma, il duo di designer italiani che ha partecipato in qualità di art director esterni per guidare le scelte concettuali ed estetiche del progetto.

FUHA – Fabrica per Daikin, 14-19 aprile 2015. Foro Bonaparte, 60 – 20121 Milano FUHA_3

FUHA_2credits: fuha.info

DESIGN

DE NATURA FOSSILIUM by FormaFantasma

Lo studio FORMAFANTASMA da sempre usa materiali particolari e ricerca abbinamenti non convenzionali per i suoi lavori. Questa piccola collezione è stata realizzata con del basalto, nel particolare lava colata da un eruzione dell’Etna del 20 Novembre 2013.

Pezzi decisi sia per lo stile che per il materiale; della lava unica prodotta solo in quell’eruzione. Forme scolpite e disegnate nello spazio per progettare una serie di tavolini e sgabelli materici con dettagli degni del più classico design. Incastri e giochi di volumi tra riferimenti e accostamenti materici, un lavoro che si distingue dal panorama attuale.

formafantasma_de-natura-fossilium_tables-2 formafantasma_de-natura-fossilium_tables-3 formafantasma_de-natura-fossilium_tables-4

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano