food / lifestyle

MODERN ART DESSERTS

MODERN_ART_DESSERTS_1

Se cucinare è una forma d’arte questa volta  dolci e quadri famosi si combinano per diventare un libro di ricette di grande successo: Modern Art Desserts.

Il Blue Bottle Coffee è all’interno del Museo di Arte Moderna di San Francusco e Caitlin Freeman è lo chef che trasformato le opere d’arte esposte in dolci.

Il dessert più venduto è il roll Mondrian, chiaramente e totalmente ispirato alla Composizione numero III in rosso, giallo e blu, ma da Matisse a Warhol, da Lichtenstein a Damien Hirst, ogni capolavoro d’arte è stato tradotto in un concentrato di dolcezza che coniuga estetita e golosità.Il libro ne raccoglie le ricette e ogni fase per la preparazione di questi capolavori di pasticceria che hanno incontrato il gusto degli amanti dell’arte e della cucina.

MODERN_ART_DESSERTS_2 MODERN_ART_DESSERTS_3 MODERN_ART_DESSERTS_4 MODERN_ART_DESSERTS_5 MODERN_ART_DESSERTS_6

food / lifestyle / TRAVEL

I RISTORANTI GIACOMO E MILANO

giacomo_milano_1

Agosto in città e non è detto che sia una brutta esperienza.

Agosto a Milano ed è vero che con il profumo del mare si starebbe meglio ma gli aspetti positivi ci sono e vanno colti.

Le sere in bici con le strade vuote, il ritmo che diventa meno frenetico, il tempo per riscoprire angoli di città che durante il resto dell’anno non si ha nemmeno il tempo di vedere e poi ci sono i locali Giacomo per le serate estive.

Il legame tra i ristoranti Giacomo e Milano dura da più di cinquant’anni ed è un punto fermo per chi, da turista o da milanese, vuole scoprire l’essenza di questa città seduto al tavolo di un ristorante o davanti al bancone di una pasticceria.

Giacomo Bulleri (classe 1925) apre il primo ristorante Da Giacomo nel 1958 in via Donizzetti per poi trasferirsi nel ’90 nella storica sede di via Sottocorno 6.

La storia di una famiglia di origine toscana che ha fatto dei suoi locali una realtà affermata in Italia e all’estero, riuscendo a non perdere mai la sua essenza e la sua tradizionale cucina pensata per i clienti.

Diretti dalla figlia Tiziana Bulleri e dal marito Marco Monti, oggi sono sei le realtà che portano il nome di Giacomo : Da Giacomo, Giacomo Bistrot, Giacomo Caffè, Giacomo Arengario, la Pasticceria e la Tabaccheria da Giacomo dove non è raro incontrare il Sig. Giacomo tra i tavoli dei suoi locali.

Gli indirizzi per scoprire un’eccellenza nel panorama milanese:

Da Giacomo

Indirizzo: Via Pasquale Sottocorno, 6, 20129 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 12.30 alle 14.30 / dalle 19.30 alle 23.30

 

Giacomo Bistrot

Indirizzo: Via Pasquale Sottocorno, 6, 20129 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 12.00 alle 24.00

 

Giacomo Arengario

Indirizzo: Via Guglielmo Marconi, 1, 20123 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 12.00 alle 24.00

 

Giacomo Caffè – Palazzo Reale

Indirizzo: Piazza Duomo 12, 20121 Milano

Orari: Aperto 7 giorni su 7 dalle 7.30 alle 19.30 – giovedì e sabato dalle 7.30 alle 22.30

giacomo_milano_2 giacomo_milano_3

lifestyle / photography

Canon – Power to your Next Step Award 2013

 

canon_1

Un nuovo contest per chi della fotografia ha fatto una professione e per chi ne ha fatto una passione.

Power To Your Next Step Award è il nuovo concorso di Canon Italia in collaborazione con Mondadori Portfolio con uno scopo (promuovere la fotografia) e un tema (EXPO 2015).

Un mezzo espressivo, una forma d’arte, con talenti da scoprire e promuovere attraverso un contest che mette in campo fantasia, passione e tecnica fotografica.

Il tema adottato è quello dell’EXPO 2015: Nutrire il Pianeta, Energia per la vita. Tradizione, creatività e innovazione nel settore dell’alimentazione come diritto fondamentale  e necessario per la vita, con un ruolo fondamentale riservato al territorio.

Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita è un tema ma è anche un impegno quotidiano fatto di tradizioni locali che si innestano con tecnologie avanzate, cambiando lo scenario senza intaccare la genuinità dei prodotti e garantendo un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta.

Ampio spazio all’interpretazione fotografica più personale e creativa per cogliere da angolazioni differenti il cuore del tema, da paesaggi urbani a rurali, dal rapporto con l’uomo allo still life, il tema del concorso lascia che lo sguardo di ogni partecipante catturi un aspetto diverso per rappresentare attraverso la fotografia un tema dalla portata universale.

Una giuria di qualità per assegnare i premi del contest e tre categorie (professional, photo addicted e young-under 25)  tra cui scegliere per iscriversi al concorso entro il 30 settembre.

Da tre shooting fotografici per le testate Mondadori alle macchine fotografiche Canon, i premi saranno assegnanti ai primi cinque vincitori per ogni categoria.

Passione per la fotografia e interpretazione di un tema al centro della quotidianità per un contest dedicato ai talenti della fotografia.

canon_2 canon_3

 

Articolo sponsorizzato

food / lifestyle

SWISS CORNER | MILANO

Un angolo di Svizzera a Milano e a dirlo è il nome stesso di questo polo multifunzionale in piazza Cavour, proprio di fronte al Parco di Porta Venezia.

Lo Swiss Corner è un ristorante-bar che coniuga attività espositive e ristorative, voluto dalla Camera di Commercio Svizzera per far conoscere una Svizzera contemporanea, lontana dai soliti luoghi comuni.

Niente chalet, orologi o coltellini ma uno spazio per collegare due culture, risultato del progetto dello studio Bearth & Deplazes e in particolare dell’architetto Valentin Bearth, direttore dell’Accademia di Architettura di Mendrisio.

Trecento metri quadrati per offrire una visione contemporanea degli elvetici in uno spazio trasparente che fa della luce e  delle vetrate un punto di forza, che “consentono di godere dall’esterno di un panorama sulla Svizzera e dall’interno di un panorama sulla città di Milano.” spiega Valentin Bearth.

Unico elemento della tradizione il richiamo al rosso degli sgabelli alti, dalla seduta circolare e imbottiti, schierati di fronte al lungo bancone centrale in acciaio.

Anche l’arredo parla la stessa lingua dello swiss corner:  dai tavoli anni ’50 firmati Eero Saarinen per Knoll a quelli contemporanei di Riccardo Blumer per Alias, della stessa famiglia le rispettive sedie che li circondano.

Ampie vetrate da e su Milano, design d’eccellenza e pareti retroilluminate con vista su St Moritz per un’area destinata ad esposizioni, mostre, degustazioni che si affaccia sulla cultura svizzera a 360 gradi.

Lo Swiss Corner permette di sperimentare il locale in modi e orari diversi: aperto tutti i giorni dalle 7:30 del mattino alle 2 di notte, per una colazione o un pranzo, per la cena o l’after dinner.

Accoglienza e nessuna fretta di dover liberare il tavolo per una colazione inondata dalla luce.

 

 

TIPS

3D DINOSAUR COOKIE

BUY

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano