TRAVEL

LA VIGNA DI LEONARDO

Milano, è facile scordarsi del suo passato glorioso. Infatti in un periodo di re e regine, corti e mecenati, era la città di, niente meno che Leonardo da Vinci. Le testimonianze del suo periodo vissuto nella città non sono poche. Opera importantissima è il celeberrimo cenacolo del refettorio della chiesa di Santa Maria delle Grazie.

la_vigna_di_leonardo_2

Leonardo rimase a vivere nella città Lombarda alla corte di Ludovico il Moro per ben 18 anni. Ludovico il Moro, apprezzava moltissimo il lavoro del suo bene amato artista, tanto che gli fece in dono una vigna, che poeticamente avrebbe dovuto far sentire l’artista a casa, nonostante fosse lontano dalla sue native colline toscane immerse nei vigneti. Questa incredibile e unica vigna, è miracolosamente sopravvissuta negli anni. oggi è forse l’unica al mondo completamente immersa nel caos cittadino.

La vigna di Leonardo si trova nel centro storico, in corso Magenta, proprio davanti alla chiesa di Santa Maria Delle Grazie, e fa parte del giardino della villa degli Atellani.

Dopo anni di ricerca e restauri, gli esperti sono stati in grado di trovare tessuti cellulari dell’originale vigneto e sono riusciti a ricreare la stessa specie vitigna che oggi giorno cresce rigogliosa nello stesso luogo dopo più di 600 anni.

In occasione dell’expo 2015 di Milano i proprietari della Villa degli Atellani hanno aperto le proprie porte per una visita guidata in questo luogo magico, dove natura arte storia si incontrano. Oltre al meraviglioso giardino si visiteranno gli interni della villa. Consiglio caldamente una visita, e poi perché no, un brindisi con gli amici.

la_vigna_di_leonardo_6la_vigna_di_leonardo_4

 

ARCHITECTURE

UNA PASSERELLA SU MILANO

Nel 1865, in una Milano appena affacciata all’industrializzazione e alla modernità, venne realizzata l’eclettica Galleria Vittorio Emanuele. Autore di quello che divenne il più famoso salotto milanese fu Giuseppe Mengoni che morendo nel 1877 la lasciò incompiuta. Un incompiuto non colto e non raggiungibile dallo sguardo dell’osservatore. Sguardo rivolto verso l’alto per Milano che, dopo 138 anni, mostra al pubblico un modo differente di concepire la Galleria Vittorio Emanuele: non più tra le vetrine e i famosi caffè, bensì al di sopra di essa.

Una passerella lunga 250 metri attraverserà la galleria in tutta la sua lunghezza, unendo piazza Duomo a piazza della Scala, offrendo una vista mozzafiato dall’alto verso il basso.

Le originali passerelle ideate per la manutenzione della copertura vetrata rivivono per la città di Milano come collegamento visivo  tra il centro storico sottostante e l’imponente complesso di City Life all’orizzonte.  Paolo_Favole_2

In una commistione tra antico e moderno il “terzo passaggio”  verrà progettato dall’architetto Paolo Favole e realizzato da Seven Stars Galleria in collaborazione con Alessandro Rosso Group.

L’inaugurazione avverrà poco prima dell’apertura di Expo Milano 2015. L’accesso sarà possibile tutti i giorni, dalle 7 alle 23, tramite due ascensori veloci posti all’interno del cortile di Via Silvio Pellico 2, adiacente a piazza Duomo.

EXHIBITIONS

A STOMACO VUOTO

La Milan Design Week precede di sole due settimane l’apertura di Expo 2015 e, in contrapposizione al tema proposto, dal 14 al 19 Aprile la mostra “A stomaco vuoto” si interroga sul tema del del digiuno.  Ospitata all’interno  di uno dei nuovi punti di riferimento per l0arte e il design, nell’ex Lazzaretto questa mostra curata da DWA presenta il lavoro di 17 artisti e designer, tra cui Patricia Urquiola, Ferruccio Laviani e lo Studio Dassuant Bone.

A stomaco vuoto, via Lazzaretto 15 -Milano. Opening night: 14 aprile, H 19- 23.

credits: dw-a.it

DESIGN / EXHIBITIONS

SALONE SATELLITE – MDW 15

Il Salone Satellite torna dal 14 al 19 Aprile al Salone del Mobile e in questa occasione compie anche diciotto anni, diventando maggiorenne dopo essere stato anche insignito nel 2014 del Compasso d’Oro alla carriera.

Questa manifestazione, da sempre trampolino di lancio per giovani designer under 35, ha visto negli anni passare oltre diecimila giovani, tra cui alcuni diventati progettisti di fama internazionale, come il giapponese Nendo e le svedesi Front.

Collocato nei padiglioni 22-24 all’interno della Fiera Milano a Rho, si conferma un polo attrattivo per giovani talenti e per chi è alla ricerca delle novità della Milan Design Week.

La 18° edizione del Salone Satellite anticipa anche l’EXPO con il suo tema “Pianeta vita”, ricorrente negli allestimenti e nei progetti speciali realizzati per l’occasione.

Salone Satellite: 14- 19 Aprile, padiglioni 22-24, Fiera Milano (Rho).

editorial

EDITORIAL #1

Arriva prima della Design Week e prima dell’Expo ma anche dopo Maison&Objet e le fashion weeks, questo momento di transizione ha il sapore sia dell’attesa che dei resoconti.

Raccontiamo storie di case piccole, abitazioni minime curate in ogni dettaglio per sfruttare ogni centimetro perché, si sa, le metrature e gli stili di vita cambiano; parleremo di grandi spazi dove domina il vuoto, inteso come lusso, come spazio lasciato nudo per vivere in totale armonia con l’ambiente.

Torniamo a parlare direttamente con i protagonisti delle storie che raccontiamo attraverso le interviste, trasversali e mutevoli, leggere e personali.

Un sospiro lungo tanto da riassumere quello che si è visto, con un importante focus sui contenuti dedicati agli indirizzi di hotel, ristoranti e negozi dove passare ogni attimo libero, qualsiasi sia la città scelta.

Questo Marzo si preannuncia come un mese di transizione, con un importante fermento dietro le nostre quinte, al lavoro per gli appuntamenti di Aprile, da seguire passo dopo passo attraverso i social. Un consiglio, sbirciate instagram è da lì che passeranno le anteprime.

credits: kkrogh.dk

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano