INTERIORS / TRAVEL

HOTEL SAINT MARC IN PARIS

Sulle note funky di un vecchio vinile si fondono il morbido velluto con lo stile Art Decò, la immediatezza del pattern e un design senza tempo. Questo è l’Hotel Saint-Marc di Parigi. Una cornice settecentesca per la sede del giornale “Le Nationale” dei primi anni 30 e un susseguirsi di nuovi ospiti e destinazioni d’uso differenti.

Dal 2013, con l’acquisto di Nadia Murano e Denis Nourry, il tempo si è catalizzato grazie all’intervento di Britt Moran ed Emiliano Salci di DIMORESTUDIO.

La storia e il tempo sono l’elemento essenziale di tutto l’arredo, in una coesistenza di stili diversi passati e presenti.

DimoreStudio-HôtelStMarc-ph.-Philippe-Servent-4

Un’unione perfetta tra DIMORESTUDIO e FontanaArte



Il lusso dell’Art Decò convive magnificamente con i pattern velati di un seventies quasi inaspettato, mentre il Design firmato arricchisce e completa. Fontana Arte, con i suoi illustri pezzi d’autore, fa della luce un mood sempre presente imprescindibile dal luogo.

Nelle 25 camere si susseguono colori e superfici, il giallo senape si illumina con le decorazioni in ottone contrastandosi al blu notte, il rosso bordeaux risalta sull’azzurro graffiato dall’oro, mentre il verde bosco si attenua con arredi cipria e superfici in marmo. L’Hotel Saint-Marc non è solo un luogo di passaggio per turisti o viaggiatori, è letteralmente un gioiello incastonato tra le meraviglie di Parigi.

TRAVEL

MILAN DESIGN WEEK SURVIVAL ADDRESSES

Come sopravvivere alla Design Week quando le cose da fare/vedere sembrano non finire mai? L’agenda è fitta ma, per superare indenni la settimana, non si possono dimenticare le ordinarie azioni quotidiane.
E allora dome mangiamo, beviamo e dormiamo a Milano?
Una short list di nomi senza troppi indugi, da copiare e incollare tra gli indirizzi per la sopravvivenza in città

DORMIRE – Avrai bisogno di riposare, prima o poi

Straf Hotel – via San Raffaele, 3
Senato Hotel – via Senato, 22
Armani Hotel – via Manzoni 31

R8A0831_1

Straf Hotel

MANGIARE – Per una dose aggiuntiva di energia

Marta Bibendum – via Matteo Bandello, 14
Mantra Raw Vegan – via Panfilo Castaldi, 21
Ceresio 7 – via ceresio 7
Dry – via Solferino, 33
Antica Trattoria della Pesa (milanese vero) – viale Pasubio, 10

BERE – Un drink (o due) per concludere la giornara

Rita – via Angelo Fumagalli, 1
Ugo – via Corsico, 12
Bar Basso – via Plinio, 39

mantra-025

Mantra Raw Vegan

COMPRARE – Un libro è un compagno perfetto

Taschen – via Meravigli 17
121+  – via Savona 17
Triennale – viale Allemagne 6
Corso Como Bookshop – corso Como 10
Armani Libri – via Manzoni 31
Hoepli – via Ulrico Hoepli, 5

TASCHEN_MILANO_1

Taschen

COMPRARE – Per avere come ricordo un pezzo senza tempo

Spazio 900 – viale Campania 51
Nilufar – via della Spiga 32 e viale Vincenzo Lancetti 34
Rossana Orlandi – via Matteo Bandello, 14/16.

adriano_albini_spazio900_9

Spazio 900

credits: cersio7, straf hotel, mantra raw vegan, taschen, Andrea Daidone.

INTERIORS / TRAVEL

AESOP STORE: A NEW PAST TIME

Il nuovo negozio di Aesop, situato in uno dei quartieri più eleganti della città, costituisce un vero e proprio tributo alla storia di Milano. Creato in collaborazione con lo studio Dimore, i cui progetti di interni sono diventati un punto di riferimento nel panorama del design italiano, il nuovo store di Aesop ha voluto reinterpretare le caratteristiche delle piccole botteghe di quartiere degli anni ’30.

All’interno dei 35mq del negozio ritroviamo così le classiche dispense dei casali italiani ma nell’estrose tinte verde acqua e giallo, che riportano piacevolmente indietro nel tempo.

Anche le mattonelle di ceramica, del tutto simili a quelle nelle vecchie stazioni metropolitane, e le vetrine con gli angoli arrotondati contribuiscono a costruire un ambiente conscio del proprio passato ma con un’identità definita e riconoscibile.

Tra i pezzi più interessanti ci sono sicuramente le due ampie lampade a cui è affidata l’illuminazione dello store: la loro struttura a disco in ottone, con decorazioni in vetro smerigliato, dona infatti alla luce un singolare motivo ambrato.

L’Aesop store in Corso Magenta è perciò uno di quegli indirizzi che unisce alla qualità dei prodotti offerti un design degli interni ragionato in funzione del contesto in cui si trova, riuscendo a stupire e a incuriosire anche i più scettici.

credits: Paola Pansini

ARCHITECTURE / INTERIORS / TRAVEL

CASA FAYETTE

Non un lavoro a quattro mani e nemmeno a sei, probabilmente contarle sarebbe un’impresa ardua e lunga da portare a termine. Il progetto in questione è quello per Casa Fayette, l’hotel ricavato all’interno di un palazzo degli anni Quaranta ristrutturato nel quartiere Fayette a Guadalajara, in una zona dove culture e tradizioni si mescolando dando vita ad una miscellanea fortemente creativa.

Tra le menti che hanno preso parte a questa ristrutturazione il duo di albergatori Carlos Couturier e Moisés Micha, fondatori del Grupo HABITA, hanno chiesto il supporto creativo dello studio di architettura Estudio5 con la collaborazione di Dimore Studio per la selezione degli arredi, molti dei quali disegnati proprio da loro.

Casa Fayette è un luogo eclettico dove all’interno delle 37 camere e degli spazi comuni dell’hotel is respira il Messico ma anche l’Italia e l’Europa attraverso le scelte fatte da Dimore Studio per ogni singolo pezzo di arredo.

La struttura Art Deco originaria è stata trasformata ed adattata alle nuove funzioni, dal bar retrò, alla piscina, fino a culminare nella terrazza affacciata sulla città, un luogo privilegiato dove si dimentica la ricchezza degli interni per perdersi tra i colori dell’intorno.Casa-Fayette_2 Casa-Fayette_10 Casa-Fayette_9

credits: casafayette.com

INTERIORS / TRAVEL

#KitsunéCondorcet

Moda e architettura, Francia e Italia, Maison Kitsuné e Dimore Studio per un solo progetto.  Masaya Kuroki e Gildas Loaëc  per Maison Kitsune incontrano Emiliano Salci e Britt Moran, duo creativo anima di Dimore Studio, e il risultato di questa partnership è un punto di incontro calibrato tra lo stile del brand e quello dello studio di progettazione milanese multidisciplinare attualmente tra i più influenti sulla scena internazionale.

La boutique parigina ospita lo shop e una caffetteria in Rue Condorcet all’interno di un edificio storico progettato da Viollet-Le-Duc e per gli interni la palette cromatica prevede l’uso del rosso e del blu, con dettagli avorio e alluminio, in piena sintonia con l’anima classica ma moderna di Maison Kitsuné.

Il brand parigino noto per quello stile chic e sofisticato senza troppa presunzione si esprime all’interno di questo spazio funzionale e accogliente con l’uso delle luci e dei materiali, dei volumi e delle simmetrie con un progetto d’interni sartoriale.

Maison Kitsuné, 68 rue Condorcet, Paris; shop.kitsune.fr

KITSUNE_CONDORCET_2 KITSUNE_CONDORCET_7

credits: dimorestudio.eu, kitsune.fr

Page 1 of 2
1 2
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano