ARCHITECTURE / photography

FOTOGRAFARE L’ARCHITETTURA

Chi non ha mai scattato una foto d’architettura? Ma non sempre gli scatti poi soddisfano, ecco alcuni consigli per i prossimi viaggi che potrebbero tornarvi utili in più occasioni. Quando si fotografa un edificio spesso si inclina il dispositivo fotografico per poterlo inquadrare tutto, questo movimento comporta il tipico effetto prospettico detto “linee coincidenti”. Sfruttate questa caratteristica per dare slancio ad un edificio già verticale prediligendo una posa dal basso verso l’alto, in questo modo il soggetto sembrerà svettare nell’immagine quasi volesse uscire dalla cornice.

foto_architettura_basilico_7 foto_architettura_basilico_5

Al contrario se si vuole esaltare la compattezza e l’orizzontalità del soggetto, allontanatevi di qualche passo, provate a posizionare in orizzontale il telefonino o la macchina fotografica e se potete rialzatavi cercando un punto di ripresa più in asse.

Quando fotografate non soffermatevi al primo sguardo, studiate il soggetto, spostatevi nello spazio; fate qualche passo avanti ed indietro.

Di certo ci viene incontro la Canon G1X Mark II che stiamo testando in questo periodo, una macchina compatta premium dalla prestazioni superiori a molte reflex sul mercato; un fattore importante, a meno che non facciate spedizioni dedicate alla fotografia d’architettura, è avere con se uno strumento molto efficiente ed al tempo stesso che non occupi spazio. Il sensore CMOS 1,5” Canon sostituisce senza problemi una comune reflex dimezzando lo spazio nella nostra borsa o direttamente a tracolla. Pronta allo scatto, intuitiva ed altamente risoluta, grande profondità di campo ed elevata qualità con alti ISO la rendono ottimale per una street photography d’architettura.

Sfruttate a vostro vantaggio la ritmicità degli elementi architettonici quali archi, finestre o decorazioni; la ripetizione di un elemento crea ritmo nella foto. Angoli, linee, aggetti, possono diventare il motivo conduttore dello scatto. Privilegiate sempre delle diagonali, aiuteranno a dare più dinamismo allo scatto.

Se al contrario preferite immagini più statiche e bilanciate posizionatevi al centro del soggetto e prestate attenzione alle simmetrie. Anche in questo caso la G1X Mark II ci aiuta con lo schermo orientabile a 180° che ci permette inquadrature più estreme e di certo più originali. Con un ottica tra le più luminose sul mercato e grande profondità nell’inquadratura. Senza dimenticare il sistema WiFi che ci permette in pochi secondi di passare le foto sul vostro smartphone pronte per essere condivise, perché è vero che l’iPhone 6 fa delle gran foto ma non sarà mai una macchina professionale.

Privilegiate sempre delle diagonali, aiuteranno a dare più dinamismo allo scatto

Ricordatevi che un buono scatto non è dato solo dal soggetto ma anche dal suo contesto, prima di scattare date sempre uno sguardo anche a cosa lo circonda. A corredo alcune foto del maestro Gabriele Basilico come esempio senza tempo per le migliori ispirazioni.

foto_architettura_basilico_8 foto_architettura_basilico_3

photo credit: Gabriele Basilico

lifestyle / photography

CANON EOS M

Continua la nostra collaborazione con CANON, questa volta stiamo testando la nuova EOS M mirrorless. Un prodotto che fin da subito ci ha entusiasmato sia come sensazioni iniziali che soprattutto come resa fotografica.

La scelta sul mercato oggi è sempre più vasta ma non è scontato sottolineare come solo i grandi marchi storici come Canon possono offrire vera qualità di utilizzo e di prestazioni; in particolare questa mirrorless ci ha colpito fin da subito per la sua potenza in uno spazio veramente ridotto.

Questa non è una compatta da gita, questa EOS è una vera e propria macchina professionale

in uno spazio ridotto regala ciò che molte reflex non riescono ancora a fare. Il sistema mirrorless che sempre di più sta prendendo piede è nato quasi in sordina ma i più attenti non se lo sono fatto scappare. In un mondo sempre in mobilità la possibilità di portarsi dietro un oggetto come questo che ingombra la metà di una reflex a volte non ha prezzo.

Alcuni dati tecnici che già spiegano tutto:

canon_eos_m_2 canon_eos_m_3

Già così bisognerebbe correre a comprarla, immagini nitide con coloro ricchi che fino al formato A2 regalano dettagli in stampa straordinari. Una tecnologia in modalità automatica con cui fare foto (eccezionali) diventa un gioco da ragazzi. Massima creatività ed espressione per i più tecnici con miriadi di impostazioni tutte da scoprire che trasformano questa EOS M in un gioiello di tecnica e prestazioni. E poi una resa con scarsa illuminazione che permette di scattare a mano libera senza treppiede o flash.

Solida e robusta fin dal primo impatto, il corpo è realizzato in acciaio inossidabile, lega di magnesio, resina in policarbonato e fibra di vetro per un peso totale di soli 298gr. Ora noi stiamo usando l’obiettivo standard EF-M 18-55mm con il quale abbiamo un range d’azione molto ampio e soddisfacente, ideale per un uso a 360; se invece volete il minimo ingombro e sapete che stile fotografico vi interessa il pancake EF-M 22mm rimane il migliore. Anche la tracolla è studiata per dare la massima sicurezza nel minor spazio con un sistema di aggancio particolare e studiato ad hoc.

canon_eos_m_4

Il flash non è integrato ma fornito nel kit come accessorio esterno, compatto e controllabile dal menu della macchina; con una potenza nella media risulta però senza dubbio più qualitativo della concorrenza.

Un nota è per la messa a fuoco, davvero veloce e precisa. Un punto dolente che è diventato un pregio per questa mirrorless che non teme, stando al nostro parere di utilizzo, concorrenti. Rapporto qualità prezzo decisamente ottimo (445€ circa), ISO fantastici, solida e robusta, schermo tocuch preciso e puntuale, autofocus perfetto.

Usare questa CANON EOS M ci ha entusiasmato, trova posto in qualsiasi parco macchine con la consapevolezza che si porta a casa un oggetto decisamente professionale. Ad oggi mi risulta difficile trovare un’alternativa quando devo muovermi o fare un viaggio, con questa macchina posso stare tranquillo.

lifestyle / photography

Canon – Power to your Next Step Award 2013

 

canon_1

Un nuovo contest per chi della fotografia ha fatto una professione e per chi ne ha fatto una passione.

Power To Your Next Step Award è il nuovo concorso di Canon Italia in collaborazione con Mondadori Portfolio con uno scopo (promuovere la fotografia) e un tema (EXPO 2015).

Un mezzo espressivo, una forma d’arte, con talenti da scoprire e promuovere attraverso un contest che mette in campo fantasia, passione e tecnica fotografica.

Il tema adottato è quello dell’EXPO 2015: Nutrire il Pianeta, Energia per la vita. Tradizione, creatività e innovazione nel settore dell’alimentazione come diritto fondamentale  e necessario per la vita, con un ruolo fondamentale riservato al territorio.

Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita è un tema ma è anche un impegno quotidiano fatto di tradizioni locali che si innestano con tecnologie avanzate, cambiando lo scenario senza intaccare la genuinità dei prodotti e garantendo un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta.

Ampio spazio all’interpretazione fotografica più personale e creativa per cogliere da angolazioni differenti il cuore del tema, da paesaggi urbani a rurali, dal rapporto con l’uomo allo still life, il tema del concorso lascia che lo sguardo di ogni partecipante catturi un aspetto diverso per rappresentare attraverso la fotografia un tema dalla portata universale.

Una giuria di qualità per assegnare i premi del contest e tre categorie (professional, photo addicted e young-under 25)  tra cui scegliere per iscriversi al concorso entro il 30 settembre.

Da tre shooting fotografici per le testate Mondadori alle macchine fotografiche Canon, i premi saranno assegnanti ai primi cinque vincitori per ogni categoria.

Passione per la fotografia e interpretazione di un tema al centro della quotidianità per un contest dedicato ai talenti della fotografia.

canon_2 canon_3

 

Articolo sponsorizzato

art / lifestyle

CANON PowerShot N

canon

Il mondo delle fotocamere e’ ormai ricco, senza contare il settore professional, quando ci orientiamo su di una compatta la concorrenza e’ spietata e i modelli sono vari. Canon ha realizzato un prodotto che rompe una certa monotonia e coniuga, con delle ottime foto tipiche del marchio giapponese, la qualità alle esigenze del mercato.

Se oggi con instagram siamo tutti fotografi con filtri di ogni genere e foto che sullo schermo del nostro smartphone ci fanno sentire Robert Doisneau, con la nuova PowerShot N sarà possibile fare foto di altissima qualità con tre grandi vantaggi: inquadrature inedite, filtri speciali e condivisioni immediate.

Questi tre dettagli rendono la nuova PowerShot N un prodotto dal successo sicuro. Lo schermo mobile permette di trovare inquadrature originali e questo è un punto essenziale per una buona foto; i filtri integrati, sia random che a scelta, sono molto curati e regalano immagini dal sicuro impatto ed infine la condivisione, con la PowerShot N sarà possibile condividere in modo diretto le vostre foto sui social network grazie al WiFi integrato.

Piccola ma fin dal primo impatto decisamente robusta permetterà di scattere foto perfette ed originali sia per le nostre vacanze sia per progetti più impegnativi.

gordon_parks_canon_powershot_n_1 gordon_parks_canon_powershot_n_2 gordon_parks_canon_powershot_n_3 gordon_parks_canon_powershot_n_4

Foto scattate alla mostra di Gordon Parks con la Canon PowerShot N

 

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano