EXHIBITIONS / TRAVEL

GLOBE EXHIBITION BY AYBAR GALLERY

La lista delle gallerie di design sembra allungarsi sempre di più e dopo aver scoperto Aybar Gallery la voglia è quella di prendere un volo per Miami ed entrare in contatto diretto con questa realtà caratterizzata da collezioni in limited editions e pezzi unici.

Aybar Gallery si basa sulla collaborazione con i designer, offrendo una selezione di opere ed arredi con una forte identità, che interpretano lo spazio del progetto oltrepassando i confini del design industriale e sono al limite tra l’arredo, l’arte e l’architettura.

 

Una Galleria dove scoprire pezzi unici

Francisco Polo, curatore della galleria, ha collaborato con artisti e designer per realizzare Globe Exhibition, l’ultima mostra in ordine di tempo all’interno della Aybar Gallery.

Globe Exhibition include tra gli altri i lavori più recenti di Richard Nutten, dell’architetto Claesson Koivisto Rune e il tanto acclamato progetto Botanica di Formafantasma.

La lista completa di designer e opere:

  • Marre Moerel, Hilo vessel  & Flux carpet;
  • Sabine Marcelis, Off Round mirrors & Voie light in a exclusive color for Aybar;
  • Brit van Nerven, Off Round mirrors;
  • Leonardo Di Caprio, Ziggy bar cabinet previously launched at Palazzo Litta;
  • Claesson Koivisto Rune, ZOO table;
  • Francesca Gotti, Inaccessible Perfume Installation;
  • Talia Mukmel, Revolve bottles;
  • Richard Hutten, THING 22 bench.
art / TRAVEL

BAHAMUT, THE NEW EXHIBITION OF CURRENT PROJECT

A Milano apre un nuovo spazio indipendente, un vero e proprio artist-run per esporre l’arte contemporanea più d’avanguardia. Il progetto del team Current, composto da un gruppo di giovani curatori e artisti provenienti dalle scuole d’arte più importanti della città, ha in effetti un obiettivo ambizioso: creare un luogo d’incontro per permettere alle giovani voci dell’arte contemporanea di sperimentazione le diverse forme di creazione e d’innovazione.

Bahamut?, la prima mostra del team, inaugurerà lo spazio in Sant’Agnese 12 introducendo un’intrigante riflessione artistica sui miti e riti contemporanei.

Peraltro, a conferma dell’interesse che la mostra ha suscitato nel panorama artistico della capitale lombarda, questa sarà inoltre inclusa nel programma di Studi Festival.

E Bahamut? è solo l’inizio. Invero, non appena la mostra si sarà conclusa, Current darà vita a un innovativo programma di studio visit che trasformerà la galleria in un laboratorio, dove artisti e curatori si incontreranno per dare vita a una stimolante discussione aperta che porterà alla costruzione della programmazione dei mesi successivi.

E, dopo essere rimasti affascinati dall’allestimento compiuto per Bahamut?, noi siamo già impazienti di vedere cosa il team Current ci riserverà nel futuro.

photo credits: SimpleFlair.it

art / DESIGN / EXHIBITIONS

LINDA LOPEZ

Il lavoro di Linda Lopez è fatto di arte a 360 gradi, dalle sculture agli oggetti fino ai suoi disegni tutto parla la stessa lingua, con forme e colori ben riconoscibili.

Classe 1981 con una laurea alla California State University, Linda Lopez ha esposto le sue opere facendo il giro del mondo, collezionando riconoscimenti come la nomina da parte del New York Post tra le migliori scoperte dell’ Art Basel svolto a Miami lo scorso dicembre.

Protagonista assoluta è la ceramica ma date le forme e le scelte cromatiche soffermarsi sul materiale usato sembra riduttivo.LINDA_LOPEZ_2

credits: lindalopez.net

DESIGN

WOVEN WALL HANGING

Rientrano nella categoria prodotti senza una specifica funzione che dopo aver fatto la loro comparsa  su riviste e siti web diventano onnipresenti nelle foto di interni, al punto che far finta di ignorarne l’esistenza diventa impossibile.

Questa volta stiamo parlando degli Woven Wall Hanging, tornati in auge come qualsiasi cosa riconducibile agli anni ’50 e ’70, rivisti e corretti secondo canoni estetici contemporanei.

Se ne trovano di ogni tipo:

– prodotti da aziende di fama internazionale come Fermliving;

opere di artisti quotati come Mimi Jung, Janelle Pietrzak, Maryanne Moodie e Meghan Bogden Shimek;

– tutorial specifici su come realizzarne in casa secondo la pratica diffusa del DIY;

– pagine e pagine web di proposte su Etsy.

Le variazioni sono infinite, per colore e dimensione, particolarmente adatti a scaldare l’ambiente in ambiente dove i materiali freddi sono predominanti, senza rischiare l’effetto casa della nonna.

credits: fermliving, etsy, allroadsdesign.com, meghanshimek.com

agenda / EXHIBITIONS

OPERAE 2015

Operae per la sua sesta edizione continua ad essere l’appuntamento annuale dove design, artigianato, impresa, distribuzione, istituzioni e media si incontrano a Torino per dare vita ad una manifestazione dedicata al design indipendente.

Per l’edizione 2015 l’appuntamento è dal 6 all’8 Novembre all’interno del Palazzo Cavour, nel cuore della città e tra gli esempi più significativi dell’architettura barocca del Settecento, sarà la location dove i designer selezionati potranno esporre i propri progetti.

Le candidature sono aperte fino al 18 settembre e si rivolge a designer, studi di design, artigiani, editori, gallerie di design che in questa occasione potranno esporre, entrare in contatto con aziende, stampa e pubblico per vendere i propri prodotti ed accelerare il meccanismo di crescita attraverso le sinergie che Operae attiva.

Tra le novità di questa edizione lo sviluppo curatoriale è stato affidato ad Angela Rui, editor e curatrice, per sottolineare la volontà già espressa con il titolo “Qui/Ora. Sotto effetto presente” di esprimere una rappresentazione avanguardistica del presente.

“Lo scopo” dice Angela Rui “non sarà quello di validare statement sul futuro del design ma fornire una visione d’insieme che fotografa la condizione presente dentro cui si muove il progetto, imperfetto e ingenuo, e per questo anche estremamente ingegnoso”.

Tra le attività di questa edizione anche una mostra per esporre i prodotti realizzati dalla collaborazione tra dodici designer italiani e altrettanti artigiani piemontesi, tra cui due selezionati attraverso il concorso “Young Guns” con il bando disponibile sul sito internet opere.biz rivolto a designer italiani under 28 (candidature fino al 20 luglio).

In concomitanza con Operae Torino sarà animata dall’evento Artissima Art fair dedicato alle arti contemporanee  e Contemporary Art Torino che comprende anche il festival di musica elettronica ClubToClub.

L’appuntamento è fissato, le candidature sono aperte e di buoni motivi per essere a Torino dal  6 all’8 Novembre ce ne sono molti.

Maggiori info: operae.biz

Page 1 of 4
1 2 4
© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano