ARCHITECTURE

ANTIVILLA: THE POETRY OF A RAW PROJECT

I progetti raccontano storie: quelle di chi li realizza e di chi li abita. E, per questo caso, di aneddoti e motivazioni celate dietro ogni scelta ce ne sarebbero davvero molte. Antivilla è una riqualificazione che affonda le radici a sud ovest di Berlino, con l’approccio dello studio Brandlhuber + Emde e di Burlon fondato su una serie di riflessioni sull’efficienza energetica e sui regolamenti edilizi.

Il risultato finale prevede all’esterno un rivestimento in calcestruzzo spruzzato e all’interno un nucleo funzionale di 20 metri quadri con scala, servizi e cucina annessi.

Le immagini sono poetiche, le tende utilizzate per dividere gli spazi giocano con il cemento e la luce, ma sono le grandi finestre aperte verso il paesaggio circostante a mettere l’accento giusto in grado di completare la rima: le aperture sono state realizzate sulle facciate da nord a sud da un gruppo di amici usando semplicemente un martello, senza la preoccupazione di rifinire e levigare gli angoli lasciati imperfetti.

credits: Erica Overmeer

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano