DESIGN / EXHIBITIONS

INTERIORS REFLECT OUR PERSONALITY

Non si tratta solo di prestare attenzione ai dettagli: la selezione degli accessori all’interno di una casa, come di un ufficio o di uno spazio commerciale, sembra essere la diretta conseguenza della cura con cui è stata fatta ogni scelta all’interno di un ambiente.

L’attenzione dei brand, generalmente dedicati all’arredamento, verso la produzione di oggetti legati al mondo degli accessori, è un chiaro segno della contemporaneità che stiamo vivendo, leggera e radicale allo stesso tempo.

Ci sono aziende che hanno la tempestività di cogliere le tendenze, di trasformarle in progetti di rilievo, al di là della scala dell’oggetto. In occasione del Maison&Objet 2018, Vitra ha presentato nel suo nuovo showroom di Parigi una collezione di accessori che rispecchia quel giusto mix di storia e contemporaneità, con grandi classici a nuove proposte.

Si fa spesso l’errore di sottovalutare la scelta degli accessori, dei complementi che sono sempre in fondo alla lista delle priorità ma che sono determinanti per il risultato finale.
C’è qualcuno da cui imparare l’arte della scelta degli accessori? Si, dai millennials.

Il perchè è semplice, è una generazione abituata ad una vita sempre in movimento, con spostamenti frequenti di case e uffici, e allora la scelta di puntare sui dettagli piuttosto che sui grandi pezzi d’arredo è una conseguenza immediata. Non solo, questa tendenza che attraversa il design come la moda, è il frutto della voglia di raccontare uno stile e di farlo attraverso pezzi chiave delle collezioni.

Spesso è più semplice riconoscere un vaso, icona di un brano o di un designer, piuttosto che un divano, e questo porta i millennials a raccontarsi facilmente attraverso lo stile degli accessori scelti.

L’arte dello scegliere gli accessori appartiene ai Millennials

Il rischio dietro l’angolo è quello di scadere in scelte banali, di comprare gli accessori che si vedono troppo spesso e troppo uguali nelle case ad ogni angolo del globo, ma allora la soluzione qual è?

La scelta è quella di raccontarsi attraverso scelte mirate fatte di brand iconici, designer e oggetti dal carattere formale ed estetico.

Ecco quali sono i nostri consigli, per acquisti destinati a durare nel tempo, a traslocare di casa in casa, di ufficio in ufficio, di stanza in stanza, o semplicemente a non passare inosservati:

1. Nuage, Ronan & Erwan Bouroullec, 2016. Qui il calibro progettuale dei fratelli Bouroullec trasforma un classico vaso in un oggetto da avere al di là del suo utilizzo.

2. Cork Family, Jasper Morrison, 2004. Una famiglia di tre elementi che difficilmente non risulteranno utili all’interno di una casa, con la loro duplice funzione di tavolini e sgabelli.

3. High Tray, Jasper Morrison, 2018. Un pezzo che diverte e si diverte con un sapiente gioco di forme e colori, trasformando un classico piatto da portata in una sua versione contemporanea.

4. Toolbox, Arik Levy, 2010. Per tenere in ordine nel miglior modo possibile, senza la necessità di nascondere nulla perché questo contenitore è da tenere ben in vista.

Gli interni riflettono una personalità, sono al somma di tante caratteristiche, oggetti che solo se sommati determinato un preciso risultato finale.

#Vitraaccessories

Photo Credit: Vitra

© 2010 - 2018 simple flair ™ - milano