featured / INTERIORS

simple flair APARTMENT

Cos’è il simple flair apartment?

Il simple flair apartment è il luogo dove simple flair trova la sua casa offline, uno spazio pensato per cambiare rimanendo coerente con quello che raccontiamo online.

Il simple flair apartment è casa nostra.

La storia non ancora raccontata su questo spazio è che tra le pareti di questa casa, nel 2010, simple flair si è trasformato da un’idea in realtà: seduti su un divano che non era questo abbiamo giocato con le iniziali del mio nome (SF) e abbiamo scelto di mettere online un blog per raccontare il design e l’architettura, quella che in quel momento studiavamo nelle aule del Politecnico di Milano.

Sono passati degli anni, dal 2010 simple flair ha avuto diverse vite, è diventato un progetto editoriale e l’abbiamo reinventato ogni volta che ne abbiamo sentito l’esigenza, per far sì che corrispondesse alla nostra crescita.

Non ha mai cambiato nome ma su tutto il resto abbiamo lavorato molto, abbiamo lanciato una nuova piattaforma online e costruito una nuova brand identity, fino a quando ad inizio 2017 abbiamo capito che avevamo bisogno di un luogo offline dove il network di simple flair potesse trovare la propria casa.

Casa, perché si tratta prima di tutto della casa dove io e Riccardo viviamo e che oggi è diventato un progetto che attraversa i confini tra interni e comunicazione, proprio come facciamo ogni giorno nel nostro lavoro.

il nostro progetto digital trova la sua casa offline

Siamo a Milano, in Porta Venezia, in un edificio con una precedente vita industriale e oggi convertito in abitazioni, più semplicemente detto loft, e al suo interno trovano spazio zone private e altre destinate alla condivisione: qui incontreremo designer e creativi, organizzando cene e workshop, momenti di condivisione che ibridano lo spazio giocando con il concetto di casa.

Non abbiamo fatto tutto da soli, è stato fondamentale per noi scegliere degli interlocutori in grado di comprendere e condividere un progetto come il simple flair apartment e abbiamo trovato i brand giusti per farlo.

All’interno di questo spazio la nostra carica espressiva e comunicativa viene tradotta attraverso gli arredi di Molteni&C e Vitra, con una selezione di pezzi da sempre per noi punto di riferimento progettuale ed estetico con prodotti disegnati tra gli altri da Charles e Ray Eames, Jean Prouvè, Ferruccio Laviani, Jasper Morrison e Patricia Urquiola.

Il progetto degli interni non poteva non essere di Studio Modulo, lo studio di progettazione fondato con Silvia Fumagalli, che esprime l’aspetto tangibile dell’essere architetti. Così come Studio Modulo per il progetto di interni abbiamo trovato il giusto alleato per la realizzazione del simple flair apartment con Gruppo Censeo, da anni al nostro fianco con la loro esperienza come partner tecnico nella realizzazione di progetti di interni.

 

Ci sembra un nuovo inizio, perché in questi mesi stiamo collezionando esperienze che fino poco tempo fa sembravano impossibili: stiamo lavorando a progetti curatoriali che ci permettono di portare il nostro modo di fare comunicazione nel settore design all’interno di aziende che sono stati i nostri punti di riferimento all’inizio di questa avventura; inaugureremo presto un nuovo spazio oltre al simple flair apartment che sarà l’ufficio dove convivono Studio Modulo e simple flair,  uno studio di progettazione e  un progetto digital; siamo tornati al Politecnico di Milano ma come docenti dall’altra parte della cattedra con il corso di progettazione degli interni di Davide Fabio Colaci; stiamo realizzando contenuti prodotti da simple flair raccontando esperienze come la Modernism Week in California; abbiamo trasformato la nostra casa in una casa per il network di persone che hanno contribuito alla nostra crescita.

 

Noi intanto incrociamo le dita e soprattutto continuiamo con la stessa passione del primo giorno.

Simona e Riccardo


 

Photo Credit: Claudia Zalla

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano