ARCHITECTURE / INTERIORS / TRAVEL

120 ALLEN STREET

Quello realizzato dallo studio Grzywinski + Pons al 120 di Allen Street è un vero e proprio pegno d’amore alla città di New York. E ne ha curato ogni dettaglio, dalla struttura architettonica agli interni e a gran parte degli arredi.

Questa meraviglia architettonica infatti prima di tutto rende omaggio alla tradizionale struttura in muratura e stucco dei caseggiati della zona, mantenendo l’identità del preesistente complesso che compone i primi 5 piani. Qui, l’intervento più significativo infatti ha riguardato la scelta di ricoprire a mano le pareti esterne con mattoni a carbone che cambiano leggermente tonalità nella parte più alta.

La sezione più alta della torre invece dà vita a una vera e propria opera d’arte di tre dimensioni. I pannelli di zinco sono interrotti da una miriade di feritoie che – oltre all’utile funzione mitigare il calore della luce – costituiscono anche le balaustre degli ampi balconi.

Anche gli interni dell’edificio non sono da meno. I 4 appartamenti, 16 studios e il vasto spazio espositivo al piano terra sono stati pensati per celebrare l’ossatura in acciaio dell’edificio, esponendone il più possibile oltre le pareti in muratura.

Tuttavia gli ambienti risultano tutt’altro che freddi. Le pregiate finiture, i tessuti e l’arredo tailor-made creano un equilibrio perfetto, proprio perché pensati per sfruttare al massimo la grande luminosità di quegli spazi.

Il risultato è allora un forte senso di intimità nel caotico contesto urbano della città.

credits: gp-arch.com, Nicholas Worley.

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano