ARCHITECTURE / TRAVEL

MANSHAUSEN ISLAND RESORT

Un’isola al largo della Norvegia Settentrionale e prima della costruzione del Manshausen Island Resort sul suo territorio c’erano solo una casa colonica e una banchina in pietra.

Questi due elementi,  prima del progetto elaborato dallo studio Stinessen Arkitektur per il resort, sono rimasti e sono diventati parte integrante di questa nuova realtà. La casa colonica è stata ristrutturata con al suo interno una cucina, una zona pranzo e una biblioteca, mentre la banchina è diventata la base naturale per la costruzione delle cabine.

Il resort ci ricorda il concetto di albergo diffuso e in questo caso ogni cabina è un cannocchiale verso il paesaggio circostante, posizionate ed orientate singolarmente per rispettare il territorio e permettere ad ogni ospite di usufruire di una vista privilegiata senza rinunciare alla privacy.

Queste cabine su un’isola a nord della Norvegia sono dei rifugi per viaggiatori,

pianificate con l’intento di realizzare un resort dove natura e avventura diventano parte integrante dell’esperienza, con il paesaggio esaltato dalle strutture e le strutture che non potrebbero esistere se non qui e in questo modo.

Un progetto non facile, perché l’impegno a minimizzare l’impatto ambientale comporta delle scelte obbligate e perché il tutto è avvenuto su un’isola remota, con condizioni climatiche difficili e dove costruire era possibile solo per pochi mesi all’anno.

Le scelte progettuali hanno condotto alla costruzione di una struttura realizzata con un un doppio strato di legno, il più esterno in larice che invecchiando diventa grigio, e in vetro per permettere una vista ampia dall’interno verso l’esterno.

Un’esperienza di viaggio intensa, al confine tra terra e mare, tra architettura e natura.

credits: Siggen Stinessen

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano