ARCHITECTURE / INTERIORS / lifestyle / TRAVEL / video

VOLKSHOTEL

Amanti, combattenti, cowboys e sognatori, abbiamo una stanza per voi. Funzionalità come anello d’unione tra un edificio vuoto ed una comunità creativa alla ricerca di un luogo dove poter lavorare ad un prezzo abbordabile, l’Urban Resort Foundation rapidamente converte  l’edificio conosciuto come “Cigno Bianco” nella parte East di Amsterdam,  vicino al vivo vicinato di De Pijp, in un incubatore di creatività,  e con ben più di 200 menti diventa uno dei più grandi centri di questo genere in Olanda.

Una volta sede centrale di un giornale, ora divenuto il  Volskshotel (‘volk’ significa ‘persone’), al suo interno racchiude una micro società: con liberi spazi in cui lavorare, caffetteria, il Doka cocktail bar, il ristorante pub Canvas e le 172 stanze d’albergo, in versione standard o special  e con ultimo piano dedicato al benessere , con  sauna e  vasca idromassaggio.

Volkshotel-Amsterdam-2Cercando di mantenere una continuità con l’edificio esistente, l’architetto Steenbruggen ha progettato  una facciata bianca luminosa, con lunghe fasce bianche che si alternano a grandi vetrate, che dà allo stesso il  soprannome di ‘ cigno bianco’. L’interior designer Bas van Tol dello studio Müller Van Tol ha creato degli interni pieni di riferimenti verso l’arte della stampa e della produzione di quotidiani, con un magnifico patchwork adagiato su parete. Mentre nove di queste stanze sono state messe a disposizione della creatività di artisti olandesi come Eva van Halewijn, Remco Gonggrijp and Thijs van Oostveen, con piena libertà per l’ideazione degli interni.

Sicuramente insolito, questo albergo stuzzica la curiosità di tutti, per andare a toccare con proprie mani ciò che dei veri creativi riescono a fare.


credits: Mark Groeneveld

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano