ARCHITECTURE

CANOPIES

Ci dedichiamo spesso ad una scala di progetto compresa tra un edificio e una sedia, capita meno spesso di parlare di città e ancora meno di parti di città. Un progetto nel progetto, un dettaglio rispetto al disegno del tessuto urbano che diventa rifugio fuori dalle mura domestiche, dell’ufficio, dei luoghi deputati allo svago e che più di quanto si pensi delinea l’orizzonte urbano è lo spazio pubblico.

L’Olanda rappresenta spesso un traino nel campo della progettazione e tra Amsterdam, Utrecht e Rotterdam ci sono grandi esempi di riqualificazione delle stazioni ferroviarie con la realizzazione di ambienti qualitativi, ben lontani dall’immagine comunemente associata ad una stazione.

Ma cosa accade appena usciti all’esterno di queste strutture? C’è la stessa cura nella definizione degli ambienti pubblici anche all’esterno?

A Rotterdam, accanto alla stazione ferroviaria di recente apertura, lo studio Maxwan ha progettato per la stazione degli autobus le pensiline, modificando lo spazio pubblico e qualificando lo spazio destinato all’attesa con un segno distintivo.CANOPIES_ROTTERDAM_5

Nonostante il budget limitato si è optato non per una soluzione standard ma per strutture realizzate ad hoc, per caratterizzare quelle che di solito sono pianure di asfalto intervallate a coperture standardizzate, da catalogo di arredo urbano.

La soluzione in questione prevede pensiline appoggiate su colonne di acciaio, con il colore della pelle e l’aspetto di una vela o un tessuto deformato dall’aria. Una poetica leggera applicata a strutture di cinque tonnellate ognuna.

credits: maxwan.nl, Filip Dujardin

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano