ARCHITECTURE / INTERIORS

DA SCUOLA A LOFT

Dalla disciplina e dal metodo sorge una scuola, dallo smontaggio e dall’apertura nasce una casa. Medesimo luogo, 70 anni dopo, concezione totalmente differente. È il nuovo progetto dello studio Studio Ruim di Amsterdam formato da Sigrid van Kleef e René van der Leest che hanno fatto di una preesistenza la loro personale concezione di abitare o, se vogliamo, di spazio. Troviamo in una scuola anni Trenta, con le sue partizioni ben definite e contenute, lo spazio prediletto per un moderno loft che scompone e letteralmente sfonda le divisioni e crea commistioni tra spazi.casa-Ruim-2

Laddove si trovavano volumi distinti e modulari ora sono presenti spazi congiunti ma sapientemente frazionati dall’esclusivo gioco di pareti e senza l’utilizzo di porte. Rimangono le imponenti travi a vista, che scandiscono il luminosissimo open space della zona giorno e sorreggono il livello superiore soppalcato a cui sono destinate le camere  da letto, e rimane anche il profilo delle vecchie suddivisioni tra classi e corridoio identificato da variazioni cromatiche e dal caratteristico linoleum. Cromaticamente in contrasto ma concepita come un vero elemento di arredo è la scala in ferro dipinta di verde, filtro tra i due livelli, è strutturata come un percorso chiuso che armonizza il volume restituendo ritmicità al vuoto.

“Riteniamo sia importante dare alla storia di un edificio un posto nel nostro progetto”

spiega Sigrid van Kleef, come una reinterpretazione di uno spazio che ben si colloca nel presente e che gentilmente impone il proprio significato primordiale come un insegnamento che continua di anno in anno, da luogo a luogo, da individuo a individuo.

casa-Ruim-3 casa-Ruim-6 casa-Ruim-5

credits: xxruim.com

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano