ARCHITECTURE

VILLA MECKLIN

Nell’arcipelago di Velkua in Finlandia due architetti, amanti della natura, tra una passeggiata e un rilassante momento di pesca hanno fatto di un idea la loro personale concezione di casa.

I protagonisti di questa storia sono Risto Huttunen e Santeri Lipasti dello studio di architettura Huttunen–Lipasti–Pakkanen Architects. L’obbiettivo principale dei due architetti era progettare nel modo più semplice possibile un edificio totalmente inserito e rispettoso dell’ambiente.

villa-mecklin_3

La scelta del luogo, meta di innumerevoli escursioni, diventa quindi un momento di progettazione e analisi di ogni singola parte dell’edificio dalla struttura a telaio alla scelta dei materiali, il tutto volutamente senza l’elaborazione di documenti contrattuali e disegni esecutivi poiché ogni problema veniva affrontato e risolto in cantiere.

Un progetto sapientemente e lentamente  pensato che stravolge il normale approccio progettuale

Un processo volutamente lento e meditato che ha permesso una costruzione a misura d’uomo ma soprattutto a misura di ambiente.

villa-mecklin_4

Villa Mecklin si presenta come un volume ancorato alla roccia che si estende verso il mare con un ampia terrazza, carattere forte del progetto, il tutto interamente in legno volutamente non trattato per ottenerne la naturale ossidazione. Gli interni sono dominati da minimalismo e superfici monocromatiche ma non mancano comodità e vizi come spa, area relax con stufa a legna presenti in un piccolo edificio dislocato e nella terrazza una botola nasconde una cavità dotata di sedute e camino.

Un progetto sapientemente e lentamente  pensato che stravolge il normale approccio progettuale per rivolgersi in uno più accurato senza paletti ne costrizioni, un modo per scrollarsi di dosso il limite del disegno su carta e delle solite mille scartoffie. Il sogno di ogni architetto.

villa-mecklin_5 villa-mecklin_6 villa-mecklin_7 villa-mecklin_7b Layout3

credits: www.h-l-p.fi

© 2010 - 2017 simple flair ™ - milano